Filmmaker International Film Festival

L'edizione 2014 Filmmaker International Film Festival si svolge a Milano dal 28 novembre all'8 dicembre presso le sale di Spazio Oberdan, Cinema Arcobaleno, Cinema Palestrina oltre alle sedi di Fabbrica del Vapore e Galleria d’Arte Moderna. Qui il programma.

Milano Filmmaker 2014: il diario giorno per giorno

Filmmaker 2014: recensioni in anteprima

Actress: recensione

Letters to Max: recensione

Qui: recensione

Storm Children: recensione

Lupino: recensione

Filmmaker 2014: presentazione

Il Festival propone 86 film selezionati tra oltre 500 lavori provenienti da tutto il mondo e suddivisi in sette sezioni: Concorso Internazionale (10 documentari); Fuori Concorso (2 titoli); Prospettive, sezione dedicata alle opere di esordienti e di giovani cineasti italiani (15 lavori); Fuori Formato, focus sul cinema sperimentale (19 opere a cui si aggiungono i 22 film di Peter Tscherkassky e Eve Heller); Eventi Speciali (6 proposte); Filmmaker Off (1 evento); Retrospettiva Lech Kowalski (11 film). Al programma si aggiungono gli omaggi agli scomparsi Paolo Cavara e Harun Farocki.

La serata d’apertura vede protagonista Jauja di Lisandro Alonso con Viggo Mortensen (28 novembre, ore 21.30, Cinema Arcobaleno) mentre il film di chiusura (7 dicembre, ore 21.30, Cinema Arcobaleno) è il documentario di Jacopo Quadri La scuola d’estate, sull’esperienza del Centro Teatrale Santacristina diretto da Luca Ronconi.

Serata speciale mercoledì 3 dicembre (ore 20.00, Spazio Oberdan) dedicata alla proiezione di Frastuono di Davide Maldi, progetto sviluppato all’interno del laboratorio Nutrimenti terrestri, nutrimenti celesti di Filmmaker e vincitore del Premio Passion Silvano Cavatorta, selezionato in concorso al 32TFF - Torino Film Festival.

Un ruolo di rilievo ha, come sempre, la retrospettiva che in questa edizione vede protagonista Lech Kowalski, per l’occasione a Milano con la masterclass Filmare il conflitto (domenica 30 novembre ore 10.00 – 13.00 e 15.00 – 17.00 alla Fabbrica del Vapore) e la retrospettiva completa delle sue opere. Autore provocatorio e ribelle, Kowalski ha iniziato a lavorare nella New York di fine anni 70 filmando l’esplosione del fenomeno punk, da Johnny Thunders a Sid Vicious a Dee Dee Ramone; attento testimone di drammi sociali, Lech Kowalski ha raccontato nelle sue pellicole gli homeless del Lower East Side, i giovani anarchici di Cracovia e gli orfani di Kabul con un occhio sempre attento ai meccanismi di sopraffazione.

La Giuria del Concorso Internazionale - composta da Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, Filippo Mazzarella, Anna Milani, Tommaso Pincio, Giovanni Spagnoletti - assegnerà il Primo e il Secondo Premio, rispettivamente di 3.000 e di 1.250 euro, mentre una giuria di studenti delle università e delle scuole di cinema di Milano sceglierà il vincitore del Premio Giovani. La Giuria di Prospettive composta da Cristina Battocletti, Minnie Ferrara e Davide Giannella, decreterà il vincitore della sezione cui andrà un premio di 500 euro.

Nastri d'Argento 2016, i vincitori - Virzì miglior regista con La Pazza Gioia

Assegnati i Nastri d'Argento 2016. Vincono 'tutti'. Continua...

Arabian Nights: Blogo intervista il regista Miguel Gomes

Il regista portoghese di Arabian Nights, Miguel Gomes, ci parla del suo ultimo, denso lavoro. Ecco la nostra... Continua...

Le mille e una notte - Arabian Nights: l'opera-mondo di Miguel Gomes al cinema

Trailer, poster italiano, foto per Le mille e una notte - Arabian Night, l'opera-mondo in tre film di Miguel Gomes,... Continua...

Screen Actors Guild Awards 2015, le nomination

Johnny Depp strappa una nomination ai SAG Awards 2015. Helen Mirren fa doppietta. Continua...

Filmmaker 2015: vince In Jackson Heights - considerazioni conclusive di Blogo

USA e Iraq si aggiudicano rispettivamente Primo e Secondo Premio dell'edizione 2015 del Filmmaker. Tiriamo le somme Continua...

Filmmaker 2015, domenica 6 dicembre: si chiude il Concorso, in attesa dei vincitori

Dal 27 novembre al 6 dicembre si tiene a Milano il Filmmaker 2015. Seguiteci in questo nostro diario per viverlo insieme... Continua...

Visita ou Memórias e Confissões: recensione del film postumo di Manoel de Oliveira

Opera postuma di Manoel de Oliveira, Visita ou Memórias e Confissões è un ritratto amorevole da parte del regista... Continua...

Machine Gun or Typewriter?: recensione del film in Concorso al Filmmaker 2015

Love story che guarda alla politica, attraversata da una spaventosa rabbia che muta in odio. Leggete la nostra... Continua...

L’infinita Fabbrica del Duomo: recensione del film in Concorso al Filmmaker 2015

Prima del Filmmaker, L’infinita Fabbrica del Duomo è stato in Concorso all'ultimo Festival di Locarno. Leggete la... Continua...

By Our Selves: recensione del film in Concorso al Filmmaker 2015

Toby Jones è John Clare nell'ultimo lavoro di Andrew Kötting. Leggete la nostra recensione di By Our Selves Continua...