Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

Scritto da: -

Something Good: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico che uscirà in Italia il 7 novembre 2013.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Accompagnato da qualche polemica domani esce nelle sale Something Good, terzo film da regista dell’attore Luca Barbareschi che si occupa di un crimine attualissimo e di portata globale come quello della contraffazione alimentare.

La trama parte dalla morte di un bambino in un villaggio cinese a causa di cibo adulterato per poi seguire la scalata al successo di un imprenditore italiano di pochi scrupoli interpretato da Barbareschi che opera all’estero, trafficando cibo contraffatto per una multinazionale cinese.

In attesa dell’uscita in sala di Something Good vi proponiamo una clip tratta dal film e tre video con un “dietro le quinte” e interviste agli attori Zhang JingChu, Frank Crudele e Carl Long Ng.

Barbareschi parla del suo film:

Nel film che ho voluto realizzare sono due i temi che costituiscono il tessuto del racconto: le sofisticazioni alimentari e l’amore nel senso più assoluto e alto del termine, quello capace di cambiare la vita di chi lo vive, stravolgendo completamente ogni criterio logico.

Le sofisticazioni alimentari sono un tema attualissimo per la tragicità con cui ogni giorno vengono riportate sui giornali, sia in Europa che in tutto il mondo; morti sospette o virus conclamati sono troppo spesso il risultato di contraffazioni di alimenti.
Nella stesura narrativa è rappresentativo l’incontro-scontro fra Occidente e Oriente. Da una parte c’è un Occidente che sente il peso del suo ruolo, forte di una storicità che gli ha permesso un progresso nei secoli, dall’altra un Oriente solo apparentemente addormentato sotto le ceneri di dittature assolute, che invece è una potenza con molta voglia di un riscatto e di crescita.

La vicenda umana si sviluppa attraverso una trama che gli americani definirebbero una redemption story, che poggia su un tessuto sociale di grande spessore e coinvolgimento emotivo. Con colpi di scena e sequenze animate si arriva ad una svolta, che è al tempo stesso una redenzione ed una rivincita.

Il percorso del personaggio principale è complesso; è un uomo che unisce nefandezza e innocenza, convinto di farcela sempre e comunque. Un personaggio che raggiunge nella sua cialtroneria un suo cupo eroismo, ma che brilla della sua redenzione finale.
Xiwen, invece, è una donna che la vita ha messo a dura prova con la perdita del figlio, dalla quale però è riuscita a trarre una forza fuori dal comune. Due personaggi in aperta antitesi, che invece rimangono catturati da un grande amore, più forte di tutto il male che li circonda.

Ho voluto dedicare una cura particolare all’ambientazione delle scene. La scelta dei luoghi è studiata fra l’Italia e Hong Kong con approfondite ricerche sui luoghi da utilizzare per rendere al meglio il fenomeno delle sofisticazioni alimentari e il mito della Cina: un grande paese moderno dove l’impetuoso sviluppo economico degli ultimi decenni pare aver “capovolto” le regole del progresso civile a favore di pratiche illecite finalizzate al deterioramento e alla falsificazione della qualità.

La contraffazione alimentare ha raggiunto volumi d’affari impressionanti, arrivando ad essere l’attività dichiarata altamente più redditizia dalle mafie che continuano ad incrementare traffici illegali in tutto il mondo. Secondo la direzione generale alla lotta alle contraffazioni presso il Ministero dello Sviluppo economico in Italia, attualmente il danno dovuto alla contraffazione alimentare nel mondo è stimato a circa 1.700 miliardi di dollari, un dato impressionante che fa ben comprendere la gravità della situazione.

Se volete approfondire è disponibile anche una recensione in anteprima del film.

Something Good: locandina italiana del film di Luca Barbareschi

Something Good, 3 nuove clip del nuovo film scritto e diretto da Luca Barbareschi

Something Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinema

Aggiornamento di F. Colla

A pochi giorni dall’uscita di Something Good, nelle sale dal 7 novembre, vi presentiamo tre nuove clip tratte dal film, scritto, diretto e interpretato da Luca Barbareschi. L’attore (leggi le dichiarazioni) è stato recentemente ricoverato in ospedale per problemi di salute e dovrà fermare la sua attività teatrale per due mesi. Vi presetiamo tre nuove clip estrapolate dal film: nella prima vediamo il protagonista Matteo (Barbareschi), un imprenditore italiano impelagato in un losco traffico di alimenti contraffatti, impegnato in un dialogo con Xiwen (Zhang Jingchu), una giovane donna cinese il cui figlio è morto per aver ingerito cibi adulterati.

Nella seconda Matteo è in compagnia del losco Gregory, interpretato dall’attore scozzese Gary Lewis (Billy Elliot, Gangs of New York) e nella sequenza possiamo vedere i due passeggiare per i mercati di Hong Kong, dove il film è stato girato.

Nella terza è nuovamente con Xiwen, che sta chiudendo il suo ristorante a causa dei debiti contratti con le banche. Rimaniamo in attesa di vedere il film completo: nel frattempo possiamo notare una fotografia molto incentrata sui chiaroscuri e movimenti di camera classici, volti a porre l’accento sui dialoghi e la narrazione.

Something Good, il trailer del nuovo film scritto e diretto da Luca Barbareschi

Esce il 7 novembre nelle sale il nuovo film scritto, diretto e interpretato da Luca Barbareschi, Something Good, pellicola dalle ambizioni e dal respiro internazionale che vede il protagonista invischiato in un losco traffico di alimenti per l’infanzia adulterati. Prodotto da Casanova Multimedia in collaborazione con Rai Cinema e realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il film è stato girato in inglese tra l’Italia e Hong Kong, richiedendo un approfondito studio preventivo sul mondo delle sofisticazioni alimentari, che produce un giro d’affari illegale miliardario in tutto il mondo.

Barbareschi è un uomo d’affari senza scrupoli che lavora per il misterioso Mr. Feng, leader di una ramificata multinazionale cinese coinvolta nel traffico di cibo contraffatto, che miete vittime tra i bambini del paese, Tra questi innocenti c’è anche il figlio di Xiwen, interpretata dall’incantevole star cinese Zhang Jingchu. Nel cast troviamo anche il grande Gary Lewis (di seguito la video intervista), noto per film quali Billy Elliot e Gangs of New York, qui nei panni della spia Gregory Poulson.

Cast

Matteo: Luca Barbareschi
Xiwen: Zhang Jingchu
Mr. Feng: Kenneth Tsang
Gregory Poulson: Gary Lewis
Commissioner Xi Chan: Michael Wong
Xhao Carl: Long Ng
Tomas Hodek: Frank Crudele
Mirko: Branko Djuric
Mr. Lao: Eddy Ko
Monique: Ankie Beilke
Capitano Poloni: Alessandro Haber
Olga: Daria Baykalova
Fan: Lucy Sheen

Trama

In uno sperduto villaggio della Cina, una giovane donna, Xiwen, perde il suo unico bambino, Shitou, che muore avvelenato da un alimento adulterato. Nello stesso momento, dall’altra parte del mondo, Matteo lavora per conto del gruppo Feng, una multinazionale con sede ad Hong Kong che, fra molti altri affari, traffica cibo contraffatto nel mondo. Per evitare l’arresto da parte delle autorità italiane e cinesi che gli stanno dando la caccia, Matteo fugge dall’Italia riuscendo a salvare dal sequestro un prezioso carico di alimenti del gruppo Feng.
Poche settimane dopo, a Hong Kong, il fondatore e presidente dell’omonimo gruppo, Mr. Feng, nomina Matteo responsabile del traffico internazionale di alimenti: per lui inizia una scalata senza scrupoli verso il successo…

Something Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinemaSomething Good - Luca Barbareschi - dal 7 novembre al cinema

 

Vota l'articolo:
3.94 su 5.00 basato su 47 voti.  
 
Aggiorna
  • motoforever Commento numero 1 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by: motoforever

    Eccolo il film cinese del "simpatico" Barbareschi, che mentre stava lì, si intascava lo stipendio da parlamentare. A chi non ha visto il servizio delle Iene, consiglio di farlo, scoprirà anche quanto è onesto il signore in questione a raccontare balle alla giustizia pur di far passare dei guai a dei giornalisti che volevano raccontare la verità su certe "situazioni". Barbareschi rappresenta in pieno l'Italia di oggi e chi andrà a vedere questo film contribuirà alla sua già nota "onestà". Poi, dopo che sarete tornati a casa, vergognatevi di voi stessi. Scritto il Date —

  • brusketta84 Commento numero 2 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by: brusketta84

    Cito testualmente... "realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali". In sostanza lo paghiamo 2 volte: con lo stipendio da parlamentare e con il contributo del Ministero. Se siete tanto allocchi da andare al cinema a vedere il film, pure una terza... Scritto il Date —

  • Klimt Commento numero 3 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by: Klimt

    Boicottate questo film! E' un infame! Pezzo di M! E non è qualunquismo, è un'evidenza assoluta. Scritto il Date —

  •  Commento numero 4 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by:

    Aaah... allora è per realizzare questa pezzenteria che il sig. Barbareschi faceva l'assenteista in parlamento Scritto il Date —

  • peter2009 Commento numero 5 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by: peter2009

    A dovuto dirigere un film suo per tornare a recitare, concordo pienamente su quanto avete detto,non lo sopporto come uomo e come attore è un disastro. Scritto il Date —

  • Mauro Lanari Commento numero 6 su Something Good: nuove clip con interviste e making of del film di Luca Barbareschi

    Posted by: Mauro Lanari

    La rece del sito gli dà l'insufficienza, che poteva anch'essere ben più pesante. Scritto il Date —