Stasera in tv: "Il cavaliere oscuro: Il ritorno" su Italia 1

Italia 1 stasera propone Il cavaliere oscuro - Il ritorno (The Dark Knight Rises), film  con supereroi del 2012 diretto da Christopher Nolan e interpretato da Christian Bale, Gary Oldman, Anne Hathaway, Tom Hardy, Marion Cotillard e Joseph Gordon-Levitt.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Christian Bale: Bruce Wayne/Batman
Michael Caine: Alfred Pennyworth
Gary Oldman: James Gordon
Anne Hathaway: Selina Kyle
Tom Hardy: Bane
Marion Cotillard: Miranda Tate/Talia al Ghul
Joseph Gordon-Levitt: Robin John Blake
Morgan Freeman: Lucius Fox
Nestor Carbonell: Anthony Garcia
Matthew Modine: Peter Foley
Alon Aboutboul: Leonid Pavel
Ben Mendelsohn: John Daggett
Burn Gorman: Phillip Stryver
Daniel Sunjata: Jones
Josh Stewart: Barsad
Cillian Murphy: Jonathan Crane/Spaventapasseri
Liam Neeson: Ra's al Ghul
Josh Pence: Ra's al Ghul (giovane)
India Wadsworth: Mrs. al Ghul
Juno Temple: Jen
John Nolan: Douglas Fredricks
Tomas Arana: Avvocato
Tom Conti: Detenuto
William Devane: Presidente
Christopher Judge: Scagnozzo

Doppiatori italiani

Claudio Santamaria: Bruce Wayne/Batman
Dario Penne: Alfred Pennyworth
Angelo Maggi: James Gordon
Domitilla D'Amico: Selina Kyle
Filippo Timi: Bane
Claudia Catani: Miranda Tate
Andrea Mete: Robin John Blake
Ugo Maria Morosi: Lucius Fox
Roberto Gammino: Anthony Garcia
Antonio Sanna: Peter Foley
Radislav Gillonsky: Leonid Pavel
Franco Mannella: John Daggett
Massimiliano Manfredi: Philip Stryver
Simone Mori: Jones
Marco Vivio : Barsad
Simone D'Andrea: Jonathan Crane
Alessandro Rossi: Ra's al Ghul
Rossa Caputo: Jen
Rodolfo Bianchi: Avvocato
Carlo Cosolo: Detenuto
Omero Antonutti: Detenuto cieco
Michele Gammino: Presidente

 

La trama


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (2)

 

"Batman è l’eroe che Gotham merita, ma non quello di cui ha bisogno ora". Queste parole pronunciate dal Commissario Gordon hanno messo in moto una cospirazione fatale che ha etichettato Batman come un assassino e il Procuratore Distrettuale Harvey Dent come un crociato anticrimine che ha pagato il prezzo estremo.

Sono trascorsi otto anni dagli eventi narrati nel sequel Il cavaliere oscuro, la città di Gotham ha il suo eroe, la "Legge Dent" ha posto un freno al crimine organizzato, ma anche il suo criminale da condannare, Batman (Christian Bale) si è addossato la colpa dell’omicidio di Dent (Aaron Eckhart) e con il supporto del Commissario Gordon (Gary Oldman) ha celato i misfatti del procuratore nie panni di Due Facce. In questo lasso di tempo con il suo alter ego latitante, Bruce Wayne si è rintanato nella sua villa a leccarsi le ferite e a nascondersi agli occhi del mondo.

Sarà l”incursione in casa sua della sensuale ladra Selina Kyle (Anne Hathaway) e la scoperta nel ventre di Gotham di un esercito pronto ad invadere la città, a spingere Wayne di nuovo nella Batcaverna e di nuovo per le strade di Gotham che ora lo conosce come un pericoloso latitante braccato dalle autorità.

Ben presto autorità e cittadini comprenderanno appieno e sulla loro stessa pelle che il pericolo non è celato dietro la maschera dell'oscuro vigilante, ma bensì dietro a quella dell’uomo che sta pianificando l’occupazione e la devastazione di Gotham, un uomo nutrito a dolore e incubi, pronto a portare anarchia e violenza per le strade della città, il terrorista Bane (Tom Hardy).

 

Il nostro commento


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (3)

 

Il regista Christopher Nolan da l’addio a Gotham e all’Uomo pipistrello con un ultimo sontuoso capitolo. Il rischio di confezionare un film non all’altezza degli episodi precedenti era alto, toccate le vette epiche de Il cavaliere oscuro con il Joker del compianto Heath Ledger, si poteva solo scendere, ma per fortuna così non è stato. Nolan chiude la sua trilogia con una pellicola avvincente, sorprendentemente corposa e ricca di colpi di scena, puntando ancor di più sul realismo che ha contraddistinto i precedenti capitoli e in questo caso amplificandolo, dandogli la connotazione "adulta" tanto cara a Frank Miller e chiudendo la trilogia con un finale perfetto che apre a nuovi orizzonti, omaggia personaggi sino ad ora trascurati e si profonde in un sentito commiato dai toni epici e di notevole impatto.

Nolan con questo terzo capitolo segna il passo, d'ora in poi sarà impossibile non riferirsi al suo Batman quando si tornerà sul personaggio, ma sarà anche difficile per chi verrà essere all’altezza di una trilogia di questo spessore che ha praticamente messo in ombra l’intera serie, esclusi naturalmente i primi due Batman di Tim Burton, gli unici a poter reggere il confronto.

Tutto è iniziato con Batman Begins che ci narrava il tormentato percorso del miliardario Bruce Wayne da rabbioso orfano a Crociato incappucciato, l’addestramento nella Setta delle ombre, il mentore ninja Ra’s al Ghul (Liam Neeson), il boss mafioso Falcone e l’inferno dell’Arkham Asylum con lo psicopatico Spaventapasseri (Cillian Murphy) che cercava di portare terrore e follia in tutta Gotham City.

Poi è arrivato in città il signore del caos Joker, la cui creativa follia criminosa travalicava interessi economici e spirito di vendetta e infine ecco arrivare il turno di Bane, il braccio armato di un ideale esercito del caos, una sorta di brutale ed ipertrofica evoluzione militare del Joker, ma con una metodica militaresca e un’ideale anarcoide a spingerlo oltre i confini dell’umano.

In questo terzo ed ultimo capitolo Nolan non fa l’errore che fece Sam Raimi con il suo affollatissimo Spider-Man 3, tutti i personaggi, vecchi e nuovi, hanno il giusto spazio per evolvere e concludere il loro percorso e la scelta di un terrorista come nuova nemesi di Batman non è certo una scelta casuale. Nolan punta ancora ad inserire all’interno del film connessioni con l’attualità, sfruttando immagini potenti ed evocative con sequenze da disaster-movie, feroci scontri da guerriglia urbana e l’assalto alla Borsa che ci riporta ancora prepotentemente al mondo al di fuori dello schermo cinematografico, quello in cui viviamo quotidianamente con una crisi economica incombente e un futuro sempre più incerto.

"Rinascita" è un concetto che ricorre in tutta la trilogia, dalle parole del padre di Bruce che incoraggia il figlio a rialzarsi, alla rinascita di Gotham City grazie al sacrificio di Batman e in questo terzo capitolo la rinascita del Cavaliere oscuro non si limita ad un semplice "ritorno", ma riapre vecchie cicatrici e ne infligge di nuove.

 

Curiosità


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (11)

  • La sceneggiatura del film è stata scritta da Christopher Nolan con il fratello Jonathan.

  • Christopher Nolan ha speigato che il tema centrale di questo film è il "Tormento". Per Batman Begins era la "Paura" e per Il Cavaliere Oscuro era il "Caos".

  • Tom Hardy ha dichiarato che le parti del film più difficili da girare sono state le scene di combattimento, ma non a causa dell'impegno fisico richiesto, ma perché sin da bambino l'attore era un grande fan di Batman e dopo le riprese gli sembrava di aver picchiato il suo eroe d'infanzia.

  • Quando Selina Kyle scompare da un tetto, l'osservazione di Batman "Allora è così che ci si sente" è stata presa direttamente dalla graphic novel DC "Kingdom Come". Anche la circostanza è simile, tranne che si verificava con Superman.

  • Quando Bruce Wayne rintraccia le impronte digitali false che  Catwoman indossava quando ha violato la sicurezza, il risultato mostra un "Nikolai Ondrejko". Questo è lo stesso nome che è stato utilizzato dal Joker per il falso necrologio del sindaco ne Il cavaliere oscuro.

  • Anne Hathaway ha detto che voleva ad ogni costo il ruolo di Catwoman, ed era nervosissima dopo la sua audizione. La prima volta che il suo agente le ha telefonato dopo il suo provino, ha detto che aveva una buona notizia e ha chiesto se la Hathaway fosse seduta. La Hathaway allora ha urlato "Sono Catwoman!" e si è messa a correre per la stanza. Purtroppo il suo agente l'ha dovuta calmare dicendole che l'aveva chiamata per farle sapere che era stata invitata tra gli ospiti della serata degli Oscar. La Hathaway ha raccontato che era così delusa che la notizia degli Oscar non le fece alcun effetto. Fortunatamente, poco dopo, il suo agente la chiamò di nuovo per farle sapere che le era stata offerta anche la parte di Catwoman.

  • Per prepararsi per il ruolo di Bane, Tom Hardy ha guadagnato 13kg di peso e ha studiato vari stili di combattimento da utilizzare nel film.

  • Ogni film della trilogia de Il Cavaliere Oscuro è di 12 minuti più lungo rispetto al precedente (Batman Begins dura 140 minuti, Il cavaliere oscuro 152 minuti e Il cavaliere oscuro: Il ritorno 164 minuti).

  • Christopher Nolan ha detto di aver scelto Bane come antagonista principale del film per "mettere alla prova Batman mentalmente e fisicamente".

  • Tom Hardy ha accettato il ruolo di Bane senza leggere la sceneggiatura.

  • Questo è il primo film dei Batman di Christopher Nolan che non ha ottenuto una candidatura agli Oscar.


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (6)

  • Nel film recitano un totale di cinque premi Oscar: Christian Bale, Michael Caine, Morgan Freeman, Marion Cotillard, Anne Hathaway.

  • Anne Hathaway ha rivelato che durante la sua audizione pensava si trattasse di un provino per Harley Quinn la partner di Joker. E' stato solo dopo aver parlato con Christopher Nolan che ha scoperto che stava sostenendo un provino per Catwoman.

  • Leonardo DiCaprio, Ryan Gosling e Mark Ruffalo sono stati tutti considerati per il ruolo di John Blake poi andato a Joseph Gordon-Levitt. DiCaprio era uno degli attori considerati per il Robin di Batman Forever (1995) prima che Chris O'Donnell ottenesse la parte.

  • Natalie Portman è stata considerata per il ruolo di Selina Kyle / Catwoman.

  • Chloë Grace Moretz e Jennifer Lawrence hanno sostenuto un provino per il ruolo di Jen, braccio destro di Selina Kyle interpretato da Juno Temple.

  • Jessica Biel, Gemma Arterton, Kate Mara, Charlotte Riley, Eva Green e Keira Knightley hanno tutte sostenuto un provino per il ruolo di Selina Kyle.

  • Se Heath Ledger non fosse morto, il film avrebbe visto il Joker andare sotto processo, mentre Due Facce (che sopravviveva all'ultimo film) scatenava la sua follia su Gotham.

  • Selina Kyle nel film non è mai indicata come "Catwoman", piuttosto articoli di giornale e archivi di polizia si riferiscono a lei come "The Cat". Questo è in linea con l'incarnazione originale di Selina Kyle che era una ladra di gioielli ed era conosciuta solo come "The Cat" prima di diventare "Catwoman". Nella sceneggiatura e nel materiale promozionale si usa invece il nome "Catwoman".

  • Anne Hathaway, che interpreta Catwoman, era stata lanciata come Black Cat / Gatta Nera  (Felicia Hardy) in The Amazing Spider-Man, che a quel tempo era ancora sotto la direzione di Sam Raimi con il titolo "Spider-Man 4".

  • Naomi Watts e Rachel Weisz sono state considerate per il ruolo di Miranda Tate prima che Marion Cotillard ottenesse la parte.

  • Circa un anno prima dell'uscita del film Christopher Nolan detto che stava pensando di utilizzare un misto di CG e scene tagliate da Il cavaliere oscuro per avere il Joker in un breve cameo, ma alla fine ha pensato fosse irrispettoso verso Heath Ledger.

  • La voce di Bane era in origine molto più distorta. le sue battute sono state tutte registrate di nuovo per il montaggio finale perché era quasi impossibile capire quello che stava dicendo.

  • Anne Hathaway ha basato la sua performance su Hedy Lamarr, che è stata l'ispirazione originale per Catwoman.

  • Matthew Modine, che interpreta Foley in questo film, appare anche in Full Metal Jacket in cui interpreta il soldato "Joker".


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (13)

  • Christian Bale ha dichiarato che non avrebbe interpretato Batman se Robin fosse apparso nella trilogia. Christopher Nolan ha accettato di non includere Robin in quanto avrebbe compromesso il tono dark della sua serie. Alla fine del film però il Detective John Blake (Joseph Gordon-Levitt) abbandona la polizia rivelando di chiamarsi "Robin" e sarà lui a recarsi nella Batcaverna seguendo le istruzioni presumibilmente lasciate da Bruce Wayne nelle sue ultime volontà.

  • La sceneggiatura presenta alcune scene estese cancellate e non presenti nel film:


1) Una scena di apertura più lunga e l'introduzione di Bane, dove il personaggio fa un discorso sposando la sua ideologia che richiama quella di Ra's Al Guhl in Batman Begins.

2) Un discorso più lungo del Sindaco che spiega i poteri della "Legge Dent" e una elaborata perquisizione della polizia che coinvolge Batman e che spinge Bruce Wayne in esilio.

3) Una scena a Wayne Manor, dove il deputato Foley dice che lui è il prossimo candidato al ruolo di commissario di polizia, scena che istituisce il conflitto tra Gordon e Foley e l'ossessione di Foley per Batman e il suo arresto per l'omicidio di Harvey Dent.

4) Una conversazione tra Miranda e Daggett dove si fa riferimento al falso potere della sua ricchezza, suggerendo la sua vera identità di Talia.

5) Una conversazione tra i due criminali che catturano il commissario Gordon, dove discutono su chi debba ucciderlo prima di portarlo a Bane (spiega come Gordon conosce il nome di Bane).

6) Una scena alla Wayne Enterprises, dove Miranda avverte Lucius Fox che Daggett sta cercando di prendere il controllo della società.

7) Una scena estesa di Bruce Wayne e Lucius Fox presso il magazzino del reparto Scienze Applicate. Fox dà a Wayne lo speciale tutore per la gamba che gli permette di camminare di nuovo. La loro conversazione stabilisce inoltre che, mentre le armi e attrezzature del reparto Scienze applicate sono tenute "fuori dai registri", il magazzino invece non lo è. Questo spiega come Bane conosca l'ubicazione della Sala delle armi, in quanto la sua posizione non era cambiata dopo gli eventi di Batman Begins.

8) Una conversazione più lunga tra Batman e Gordon in ospedale. Gordon avverte Batman che la verità su Harvey Dent finirà per essere scoperta portando uno sconvolgimento in città.

9) Una scena tra Selina e Jen nel loro appartamento che implica il fatto che sono entrambe prostitute e che Selina sta istruendo Jen su come diventare una ladra per lasciare quella vita.

10) Una conversazione nella Batcaverna tra Bruce e Alfred che rivela che Bruce ha comprato tutta la terra e le case circostanti al Wayne Manor per impedire a chiunque di vederlo andare e venire come Batman.

11) Un esteso confronto molto più acceso tra Bruce e Alfred in cui Alfred minaccia di lasciare Wayne Manor se Bruce continuerà ad essere Batman e Bruce che sostiene che dopo la morte di Rachel Dawes, Batman è diventata la sua unica ragione di vita. Alfred confessa che ha bruciato la lettera di Rachel e ha mentito sulla sua scelta di sposare Bruce che allora accusa Alfred di averlo tradito prima che Alfred faccia il suo discorso sulla necessità di proteggere la vita di Bruce.

12) Una lunga conversazione tra Bruce e Blake dove Blake avverte Bruce che gli altri finiranno per capire la vera identità di Batman. Blake dà anche scherzosamente a Bruce dei contanti per pagare un taxi.

13) Una ricca sequenza di flashback dopo che Batman sconfigge Bane e quest'ultimo Bane confessa che la sua devozione alla Setta delle ombre di Ra's Al Guhl deriva dal fatto che fu lui a salvarlo dalla fossa. Un flashback mostra poi Ra's Al Guhl addestrare Bane fornendolo di una grezzo prototipo della sua maschera che gli permette di alleviare il dolore.

Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (14)


  • Alcuni spettatori hanno trovato ambigua la scena alla fine del film in cui Alfred vede Bruce e Selina in un bar. Mentre alcuni hanno preso la scena letteralmente (con Bruce che sopravvive e Alfred che lo vede davvero), altri hanno invece pensato che Bruce fosse morto e hanno visto la scena nel bar come una fantasia di Alfred legata al suo desiderio, dichiarato nel film, di vedere un giorno Bruce trovare la pace e avere una vita normale. In un'intervista al Los Angeles Times l'attore Michael Caine (Alfred) sembra risolvere la questione quando afferma che Bruce doveva essere inequivocabilmente vivo durante la scena:. "Erano lì....Erano reali. Non c'era alcuna fantasia. Loro erano reali e lui era con Anne Hathaway [che ha interpretato Selina Kyle], Catwoman, e io ero felice per lui. Inoltre la sceneggiatura del film specifica anche che Bruce è vivo durante la scena del bar".

  • Il personaggio malvagio di Ra's al Ghul interpretato da Liam Neeson, che è morto alla fine del primo film, fa la sua apparizione davanti agli occhi di Bruce Wayne sostenendo di essere immortale solo per poi rivelarsi un'allucinazione. Questo è un riferimento al Ra's al Ghul dei fumetti in cui il personaggio è immortale mediante l'uso del Pozzo di Lazzaro.

  • Il trattamento originale di David S. Goyer prima della produzione di Batman Begins (2005) era di avere Due Facce come l'antagonista principale del film. Inizialmente alla fine de Il cavaliere oscuro il Joker avrebbe sfregiato Harvey Dent durante un processo in tribunale, evento che avrebbe introdotto il terzo film. Caduta e morte di Dent erano state collocate alla fine del secondo film.

  • Viene mostrato in un flashback che Bane era un adulto quando Miranda era ancora una bambina. Tom Hardy, che interpreta Bane, è di due anni più giovane di Marion Cotillard, che interpreta Miranda.

  • Dopo l'uscita de Il cavaliere oscuro, Aaron Eckhart ha espresso interesse a tornare come Harvey "Due Facce" Dent. Christopher Nolan ha però dichiarato che Dent era definitivamente morto e che la sua morte avrebbe lasciato ripercussioni a lungo termine su Gotham.

  • Oltre ai numerosi elementi delle storie a fumetti "Knightfall", "The Dark Knight Returns" e "No Man's Land", il film prende in prestito anche parte della trama di "Legacy", che coinvolge Bane e lo vede diventare il successore di Ra's Al Ghul e tramare con la Setta delle Ombre per distruggere Gotham.


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (18)

  • Nei fumetti, Bane fruisce di un apparato che contiene uno steroide che amplifica la sua forza e la capacità di combattimento. Nel film l'apparato che porta contiene un anestetico che allevia il suo dolore cronico. Sia nei fumetti che nel film Batman sconfigge Bane in un modo simile, danneggiando la sua maschera e privandolo del farmaco.

  • La controfigura di Anne Hathaway ha distrutto, urtandola a bordo del batpod, una delle macchina da presa IMAX. E' la seconda volta che una macchina da presa IMAX viene distrutta in un film di Christopher Nolan, un'altra è stata distrutta durante le riprese dell'inseguimento al camion del Joker ne Il cavaliere oscuro.

  • Il vero nome di John Blake, Robin, è un'allusione alla celebre spalla di Batman. Robin è stato aggiunto nei fumetti nel 1940 per attirare i lettori più giovani per poi con il tempo evolversi nel supereroe solista Nightwing. Blake anche se è un personaggio originale creato per il film combina elementi dei vari Robin dei fumetti: è un orfano (come Dick Grayson), è cresciuto per strada (come Jason Todd) ed è un detective esperto che deduce la vera identità di Batman (come Tim Drake), tutti i Robin sono stati addestrati come spalla di Batman con l'implicazione che uno giorno avrebbero indossato il costume dell'Uomo pipistrello.

  • Questo è l'unico film live-action di "Batman" dove non viene mai usato il Bat-segnale.

  • I realizzatori hanno citato come fonti d'ispirazione i fumetti 'The Dark Knight Returns' (con un Batman invecchiato che opera in una Gotham futuristica), 'Knightfall' (Bane mette a dura prova Batman fisicamente e mentalmente) e "No Man's Land", (Gotham diventa territorio della malavita e viene tagliata fuori dal resto degli Stati Uniti).

  • Secondo il co-sceneggiatore Jonathan Nolan una grande influenza sulla storia è venuta dal romanzo "Storia di due città" di Charles Dickens, che si occupava di rivoluzione e conflitti di classe. In omaggio all'opera due personaggi del film sono chiamati Stryver e Barsad, come due personaggi del libro.

  • Questo è il  primo film di Batman dove non lo si vede guidare la Batmobile. Si utilizza solo il Batpod e il velivolo Bat.

  • Questo terzo capitolo resterà purtroppo legato anche all’insano gesto di un folle armato che a Denver, durante una premiere del film, ha sparato sugli spettatori uccidendo 12 persone e ferendone 58.

  • Il film costato 250 milioni di dollari ha superato il miliardo d'incasso nel mondo.


 

La colonna sonora


Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (4)

  • Le musiche originali del film sono state affidate per la terza volta al compositore Hans Zimmer.

  • Christopher Nolan ha offerto a James Newton Howard l'opportunità di scrivere lo score con Hans Zimmer, come aveva fatto in precedenza per Batman Begins (2005) e Il cavaliere oscuro (2008), ma Howard ritenne fosse meglio che Zimmer e Nolan lavorassero senza il suo supporto che avrebbe potuto rivelarsi superfluo.


 

Stasera in tv su Italia 1 Il cavaliere oscuro Il ritorno (1)

TRACK LISTINGS:

1. A Storm Is Coming (0:37)
2. On Thin Ice (2:55)
3. Gotham’s Reckoning (4:08)
4. Mind If I Cut In? (3:27)
5. Underground Army (3:12)
6. Born In Darkness (1:57)
7. The Fire Rises (5:33)
8. Nothing Out There (2:51)
9. Despair (3:14)
10. Fear Will Find You (3:08)
11. Why Do We Fall? (2:03)
12. Death By Exile (0:23)
13. Imagine The Fire (7:25)
14. Necessary Evil (3:16)
15. Rise (7:11)

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail