Uomini che Odiano le Donne, Rooney Mara confessa: 'non credo che si faranno i sequel'

Rooney Mara non crede all'ipotesi sequel per Uomini che odiano le donne

L'inattesa doccia fredda in arrivo dalla stessa Lisbeth Salander. Rooney Mara ha infatti svelato ad E! On Line che i due squel di Millennium - Uomini che odiano le donne, diretto da David Fincher e uscito nel 2011, non vedranno probabilmente mai la luce.


'Non credo che verranno mai realizzati. Sono triste perché avrei voluto girarli, ma semplicemente non mi sembra che ci siano piani a riguardo'

millennium-daniel-craig-144570

Peccato che a dicembre, grazie agli hacker Sony e alle mail private pubblicate dalla presidentessa Amy Pascal, fosse trapelato tutt'altro. Si credeva infatti che i due film potessero uscire nel 2016 e nel 2017, in attesa del 4° manoscritto della saga non più scritto da Stieg Larsson, perché purtroppo deceduto, bensì da David Lagercrantz. Candidato a 5 Premi Oscar e vincitore della statuetta grazie al montaggio di Kirk Baxter e Angus Wall, Millennium ha portato la Mara alla notorietà, nonché alla sua prima candidatura. Al suo fianco trovammo Daniel Craig, per un film che incassò 'solo' 233 milioni di dollari in tutto il mondo. Meno di quanto sperato dalla Sony, tanto da 'frenare' la produzione dei due capitoli successivi, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta.

Se Fincher si è quindi messo a pensare ad altro, vedi Gone Girl, anche Rooney potrà ora concentrarsi su altri progetti. 3 i titoli già girati dall'attrice e ancora inediti (Pan, Carol e il nuovo film di Malick), uno quello in produzione (The Secret Scripture) e un altro in arrivo (Blackbird). Per Lisbeth Salander, in sostanza, sembrerebbe proprio non esserci più spazio.

Fonte: Collider

  • shares
  • Mail