Heidi: nuove clip in italiano del film live-action

Heidi: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film live-action di Alain Gsponer nei cinema italiani dal 24 marzo 2016.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Lucky Red ha reso disponibili 3 nuove clip in italiano di Heidi, nuovo adattamento live-action francese nei cinema italiani da domani 24 marzo.

Il film è basato sui celebri romanzi di Johanna Spyri adattati anche in un amatissimo anime prodotto da Hayao Miyazaki e un live-action con Shirley Temple (Zoccoletti olandesi).

 

Note di produzione - Le origini del progetto

E' davvero un'impresa difficile trovare qualcuno che non abbia un qualsiasi ricordo o un legame con "Heidi". Ad alcuni viene subito in mente la celebre canzone di Gitti ed Erika, che ha accompagnato la trasmissione della serie televisiva giapponese realizzata dal gigante dell'animazione Hayao Miyazaki negli anni '70: "Ti sorridono i monti!" Ad altri viene da pensare a Shirley Temple, ad altri ancora all'adattamento svizzero degli anni Cinquanta, considerato un classico della cinematografia tedesca del dopoguerra. Per alcuni, l'associazione immediata è con l'idea di un perfetto idillio montano. Nomi come quello di Peter, Almöhi o della signorina Rottenmeier ronzano nella testa di molti. Altri ricordano l'incanto dei romanzi senza tempo di Johanna Spyri, che ha dato vita ad "Heidi" nella seconda metà del XIX° secolo.

 

 

Questa molteplicità di immagini diverse può essere, in un certo senso, una maledizione: ciascuno ha una propria opinione su Heidi. D'altro canto, la sua immediata riconoscibilità è una benedizione: non c'è bisogno di spiegare a nessuno cosa o chi sia "Heidi"; la sua storia è senza tempo e i temi che tratta non hanno perso la loro attualità. Questa è anche la ragione principale per la quale le avventure dell'orfanella svizzera, strappata alle sue montagne dei Grigioni e spedita in una famiglia borghese di Francoforte, può continuare ad essere raccontata più e più volte. Reto Schaerli e Lukas Hobi della società di produzione Zodiac Pictures di Zurigo, hanno cominciato ad occuparsene sette anni fa.

 

 

"Come molti svizzeri, conosco benissimo la storia di 'Heidi', ma non avevo mai letto i romanzi", confessa Lukas Hobi. "La nostra generazione ha acquisito familiarità con questa storia attraverso i film e la televisione. Quando ho letto i libri, me ne sono innamorato. Ho avuto l'impressione di non aver visto nei film quello che avevo appena letto. Da questa scoperta è nato il progetto". Reto Schaerli aggiunge: "Qui in Svizzera distinguiamo tra gli adattamenti realizzati qui e quelli fatti all'estero. Lo scenario in cui si svolge la storia è per noi fondamentale. La società e la povertà della Svizzera descritte dalla Spyri sono qualcosa di molto specifico, nonostante il tema della storia sia universale. L'ultimo adattamento classico realizzato in Svizzera è di molto tempo fa. E' stato girato in bianco e nero all'inizio degli anni Cinquanta. Per cui non avevamo la percezione che gli adattamenti fossero già troppi".

 

 

Tuttavia Schaerli aggiunge: "Ma dovevamo porci la domanda di come rendere questo progetto diverso dagli altri. Ne abbiamo discusso in modo approfondito con la sceneggiatrice Petra Volpe, coinvolta nel progetto fin dall'inizio e determinante nella definizione dello stile del film. E' emerso subito un approccio comune, in fondo banale: volevamo rendere giustizia ai romanzi. Questo per noi significava, pur mantenendo lo spirito della Spyri, modernizzare quelle parti che, nei libri apparivano datate e legate alla loro epoca". E Lukas Hobi afferma: "Il nostro obiettivo era quello di realizzare un film nel modo in cui Johanna Spyri avrebbe voluto per un'epoca come la nostra. E che le farebbe dire, se potesse vederlo: 'Proprio così. Esatto'. Era questa la nostra ambizione".

 

 

Così, secondo Schaerli, il nuovo film su HEIDI è diverso dalle precedenti produzioni svizzere: "Il primo adattamento svizzero del 1952 è pesantemente influenzato dall'atmosfera del dopoguerra e da come la Svizzera era percepita dagli altri Paesi. Su questo piano si distaccava molto dal romanzo. La Spyri era molto più ambivalente. E dava molto più credito ai bambini; i suoi personaggi sono pieni di forza emotiva. Nel libro aveva descritto i personaggi e la loro epoca in modo molto serio, ma di questo aspetto non ne è rimasta traccia in nessuno dei film contemporanei per bambini girati in lingua tedesca. Noi abbiamo deciso di restare più fedeli al romanzo, tenendo conto di tutti questi aspetti. Avevamo quindi un'idea molto precisa e chiara sulla quale basare il nostro lavoro: dovevamo semplicemente far sempre riferimento al libro".

 

 

Heidi: prima clip in italiano e nuova data di uscita del film live-action


Aggiornamento di Pietro Ferraro

Lucky Red ha reso disponibile una prima clip in italiano del film live-action Heidi la cui data di uscita italiana è stata posticipata al prossimo 24 marzo.

Heidi sulla scia del recente Belle e Sebastien ci propone una versione live-action dell'omonimo e celeberrimo romanzo della scrittrice svizzera Johanna Spyri che ha generato film e cartoni animati, tra cui ricordiamo tutti l'amatissima serie tv d'animazione giapponese anni '70 diretta da Isao Takahata e disegnata da Hayao Miyazaki.

Al personaggio è stata inoltre dedicata una nuova serie tv d'animazione in CG, una serie a fumetti italiana basata sull'anime e disegnata da Giorgio Rebuffi, due romanzi sequel ("Heidi cresce" e "I bambini di Heidi") scritti da Charles Tritten, l'area turistica Heidiland situata in svizzera nei pressi della cittadina di Maienfeld (Canton Grigioni), speciali francobolli emessi dalla Posta Svizzera e addirittura il nome dell'asteroide 2521 Heidi scoperto nel 1979.

L'ultimo film live-action di Heidi, una co-produzione Svizzera, Germania e Francia, risale al 2001 e vede Markus Imboden alla regia, Cornelia Gröschel nei panni di Heidi e nel cast figurava anche Paolo Villaggio.

Il nuovo film live-action di Heidi è una produzione francese diretta da Alain Gsponer (Un fantasma per amico) e interpretata da Bruno Ganz, Anuk Steffen, Katharina Schüttler e Peter Lohmeyer.

 

 

Heidi: trailer italiano, foto e poster del film live-action


Aggiornamento di Pietro Ferraro

Dopo Belle & Sebastien approda nei cinema italiani la versione live-action di un altro amatissimo anime, si tratta di Heidi in uscita il prossimo 3 marzo, film diretto da Alain Gsponer (Un fantasma per amico) e interpretato da Bruno Ganz, Anuk Steffen, Katharina Schüttler e Peter Lohmeyer.

 

La trama ufficiale:

Heidi è una bambina felice che vive in compagnia del nonno in una piccola casetta sulle montagne svizzere. Insieme al suo migliore amico Peter si diverte prendendosi cura delle caprette e godendosi la libertà della vita sui monti. Ma queste giornate spensierate si interrompono quando la zia Dete decide di portare Heidi a Francoforte. Lì dovrà fare compagnia a Klara, la figlia del ricco Signor Seseman, e insieme a lei imparare a leggere e scrivere sotto la supervisione della severa signorina Rottnmeier. In città Heidi conoscerà quindi un’amica inseparabile e l’amore per la lettura, ma la nostalgia delle sue amate montagne e di suo nonno si faranno sentire presto...


 

Heidi nasce come romanzo scritto da Johanna Spyri e pubblicato nel 1880 per poi nel 1937 diventare un film con Shirley Temple (Zoccoletti olandesi). Il 1974 è l'anno dell'amato cartone animato giapponese a cui hanno lavorato Isao Takahata e Hayao Miyazaki. Nel 1993 arriva la famosa miniserie televisiva statunitense in due puntate e come recentemente accaduto per Doraemon e L'Ape Maia nel 2015 è arrivato il remake d'animazione in CG, una serie tv co-prodotta nel 2015 da Francia e Australia.

 

 

Heidi: teaser trailer e poster del film in Live action


Dal romanzo ottocentesco di Johanna Spyri, alla mitica serie anime per il piccolo schermo (Heidi, la ragazza delle Alpi - Alps no Shojo Heidi) diretta da Isao Takahata con il layout di Hayao Miyazaki, passando per la miniserie televisiva, film con Shirley Temple (Zoccoletti olandesi), "sequel" cinematografici, francobolli, asteroidi e della nuova serie animata in cgi, la piccola Heidi che non ha mai smesso di trotterellare nel nostro immaginario, si prepara a tornare sul grande schermo con il film live-action dello svizzero Alain Gsponer.

La storia della piccola orfana che va a vivere con il nonno sulle Alpi svizzere, dopo aver perso entrambi i suoi genitori, è nota, come la grande amicizia che la legherà al pastorello Peter e a Clara, la compagna di giochi sulla sedia a rotelle che conosce quando è costretta a tornare a Francoforte per studiare.

 

 

Nel film in live-action diretto da Alain Gsponer (Un fantasma per amico), prodotto da Claussen Wöbke Putz Filmproduktion e Zodiac Pictures International, con Schweizer Radio und Fernsehen (SRF), StudioCanal e Teleclub AG, a vestire i panni di Heidi è la piccola Anuk Steffen, Bruno Ganz indossa quelli del nonno Almöhi, Quirin Agrippi dell'amico pastorello Geissepeter, Anna Schinz è la zia Dete che la riporta a Francoforte, Isabelle Ottmann l'amica Clara (Klara), insieme a Katharina Schüttler nelle vesti della rigida tata e Maxim Mehmet in quelli del ricco signor Sesemann.

Con le sue tematiche legate al rispetto della natura, degli animali, la diversità tra ambiente rurale e urbano, oltre che a sentimenti come l’amicizia e i legami familiari, il film rientra nel calendario per scuole e famiglie di Lucky Red, distribuito nelle nostre sale a partire dal 3 marzo 2016.

 

Am Set von HEIDI: Anuk Steffen (Heidi), Bruno Ganz (Almˆhi) und Quirin Agrippi (Geissenpeter) - Foto: Walter Wehner

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO