Zoolander 2: l'intervista a Gabriele De Luca, l'isterico A.D.

Gabriele De Luca ci porta sul set di Zoolander 2

Zoolander No. 2 uscirà nelle nostre sale l'11 febbraio, e nel frattempo vi regaliamo la nostra intervista a Gabriele De Luca, un giovane attore italiano scelto da Ben Stiller per il film.

Gabriele De Luca inizia il suo percorso artistico come attore/ballerino. In tv esordisce nel 2003 con la fiction "Carabinieri 2" e viene scelto da Claudio Insegno per la commedia musicale teatrale "Di profilo sembra pazzo" accanto a Sandra Milo e Gianfranco D'angelo. Nel 2008 è nel cast fisso della SitCom "Don Luca c'è", con Luca Laurenti e nel 2009 impersona Bashir nella serie tv "La Ladra" di Francesco Vicario. Lavora poi in "Cugino e Cugino" di Vittorio Sindoni dove veste i panni del giovane carcerato Ajid Bajor e "Un Amore e una Vendetta" (2010 ). Nel 2010 è Feleke, un protagonista di puntata della fiction "Sposami" di Umberto Marino. Nel 2013 entra a far parte del cast della quinta stagione di "Provaci Ancora prof" con Veronica Pivetti, interpretando il ruolo di Idris Garba, il ragazzo ribelle di umili origini della nuova classe di studenti. Al cinema è tra gli attori del film thriller "Mr America" di Leonardo Ferrari Carissimi e poi nella commedia "Amici come Noi", accanto al duo comico Pio e Amedeo.

1. Ciao Gabriele. Come sei stato scelto per Zoolander 2? Raccontaci come è andata.
Ciao, allora comincio subito col dire che quando ci ripenso mi tremano ancora le gambe. (Ride) Avevo sostenuto un primo provino, ma sapevo solo che fosse per un progetto in lingua inglese, non per Zoolander e quando sono stato ricontattato per il callback mi sono trovato di fronte Ben Stiller. Credo di esser rimasto qualche secondo completamente pietrificato per la sorpresa. Trovarsi davanti un attore americano del suo calibro non è proprio una cosa che mi capita tutti i giorni. Ma dopo poco ero già tornato concentrato e rilassato, perché Ben si è subito presentato in un modo cortese ed alla mano mettendomi a mio agio. Dopo qualche conversazione di presentazione mi ha spiegato cosa cercava per quel ruolo e mi ha chiesto di stupirlo, di divertirlo e di rendere mio il personaggio. Conoscendo bene il primo Zoolander, film che ho visto al cinema e poi più volte in DVD ho cercato di fare il casting al meglio, lasciandomi andare come se a scrutarmi dalla testa ai piedi non ci fosse Mr. Stiller , divertendomi ma mettendo tutto me stesso. E così pare sia andata. Durante il provino sentivo il suo sguardo attento ad ogni mio movimento e le sue risate di reazione. Alla fine della prova sembrava molto contento, mentre io cercavo di restare calmo e non iniziare a saltellare per la stanza per l'emozione, cosa che ho fatto una volta uscito dal casting. Ma le vere capriole in aria le ho fatte quando ho saputo dal mio agente di essere stato scelto per il ruolo. Uno dei giorni più belli.

2. Descrivi Ben Stiller con 3 aggettivi
Carismatico, Elegante e Creativo.

3. Owen Wilson?
Simpatico, solare e giocoso.

4. Benedict Cumberbatch?
Regale, garbato, ammaliante (E' un attore straordinario che già quando ti parla cadi sotto l'incantesimo della sua voce)

5. E Penelope Cruz?
Bella Bella Bella in modo assurdo! Valgono come tre aggettivi, per rendere l'idea ?

6. Direi di sì! Ci racconti della tua scena?
Io nel film sono il frenetico e leggermente isterico A.D. del WasteLand Show, che nella confusione dell'organizzazione dell'evento si imbatte in Derek ed Hansel trattandoli non proprio con riguardo. Se ripenso alla scena mi torna in mente il primo giorno di ciak, dove mi sono subito trovato a confrontarmi e provare la scena con Owen Wilson, Benedict Cumberbatch e ovviamente Ben Stiller. Mamma ragazzi, non potete capire che esperienza magnifica!

7. Qual è la tua scena preferita del primo Zoolander?
Beh, sicuramente la prima vera sfida in passerella tra Derek ed Hansel con in giuria il grande David Bowie, credo che in quella sequenza si racchiuda la vera essenza ironica del film, ma mi ha sempre divertito anche la scena in cui Derek ed Hansel cercano i file sugli illeciti di Mugatu camuffandosi prima da improbabili inservienti e pian piano si trasformano in primati che giocano con il pc per cercare di aprirlo. Ma di scene divertenti che mi son piaciute ce ne sono molte.

8. Sai fare la Magnum?
Ahhhh, la famosa Magnum. Durante i giorni di set era il must di tutti nei momenti di pausa o relax. Anche con alcuni ragazzi di produzione o con Olivier Langhendries uno degli Urban Whaler ci siam cimentati in camerino a trovare la nostra Magnum perfetta. Ma devo dire che la mia la sto ancora cercando, mi riesce meglio la "LE TIGRE". Ma non credo proverò mai a fermare una stellina ninja.

9. Ti senti "bello bello in modo assurdo"?
No, no affatto. Bello Bello in modo assurdo me lo dico giusto a volte davanti allo specchio per darmi la carica, ma in generale mi sento un tipo normale normale in modo assurdo, forse anche qui per citare un must del primo Zoolander, a volte sono più sullo stile "DERELICT" o "RELAX".

10. Ma tornando a cose "serie". Cosa c'è in programma nel tuo futuro cinematografico?
In questo momento sono in attesa di alcune risposte per un progetto. Ho da poco finito di girare delle scene nel prossimo film di Roberto Faenza, "La verità sta in cielo" con Riccardo Scamarcio. Un lungometraggio molto bello su un importante fatto di cronaca nera italiana.

11. E in tv?
In tv sarò nella nuova fiction Rai "Baciato dal Sole" di prossima uscita. Qui vestirò i panni di Malcom, un redattore appassionato e determinato di un network fresco e moderno, composto da giovani per i giovani, dove passione, fantasia e creatività sono le regole base.

12. Per chi tifi agli Oscar di quest'anno?
Eh, quest'anno la scelta tra la rosa dei candidati è tosta, solo per la nomination come Miglior Attore Protagonista ci sono Leonardo Di Caprio, Michael Fassbender e Eddie Redmayne. Tre attori che stimo, seguo e trovo strepitosi in ogni loro interpretazione. Ma credo che il mio voto spetti a Di Caprio, se la merita da tempo la statuetta. Nel mio Toto-Oscar poi ci sono Cate Blanchett, Kate Winslet, Christian Bale e ovviamente il momento tanto atteso di vedere il grande Ennio Morricone, che dopo avere vinto il Golden Globe per la colonna sonora di The Hateful Eight, spero vinca anche l'Oscar.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO