Oscar 2016 migliore sceneggiatura non originale: La grande scommessa, Brooklyn, Carol, The Martian, Room

Il prossimo 28 febbraio saranno annunciati i vincitori degli Oscar 2016. Scopri e vota con Blogo tutti i candidati alla categoria Migliore sceneggiatura non originale.

Prosegue la nostra carrellata sui candidati ai prossimi Oscar 2016 categoria per categoria, in un countdown che ci accompagnerà fino alla cerimonia di premiazione fissata per domenica 28 febbraio.

Archiviate le categorie migliore scenografia, costumi, trucco, fotografiasonoro, montaggio sonoro, colonna sonora, miglior canzone e migliori effetti speciali, oggi ci occupiamo delle nomination per una della categorie principali, quella per la Migliore sceneggiatura non originale.

Candidati di questa edizione il biografico a tinte comedy La grande scommessa, i drammatici Room, Carol e Brooklyn e il fantascientifico Sopravvissuto - The Martian.

A seguire trovate un sondaggio in cui potete esprimere la vostra preferenza sulla categoria e una serie di schede su film e sceneggiatori candidati in questa ottantottesima edizione.

 


Charles Randolph e Adam McKay per "La grande scommessa"


oscar-2016-migliore-sceneggiatura-non-originale-la-grande-scommessa-brooklyn-carol-the-martian-room-1.jpg

- Sono 5 in totale le candidature ricevuta dal film di Adam McKay che racconta di un gruppo di investitori che hanno intuito il crollo del mercato immobiliare americano prima dello scoppio della crisi finanziaria del 2007-2008. Il film, basato sul libro "The Big Short - Il grande scoperto" di Michael Lewis, dispone di un cast stellare composto da Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling e Brad Pitt con Christian Bale candidato come miglior attore non protagonista.

- Prima candidatura all'Oscar per Adam McKay che bissa portando a casa le nomination per la miglior sceneggiatura non originale (con Charles Randoph) e miglior regista. McKay ha alle spalle una corposa lista di sceneggiature per commedie, suoi gli script di Anchorman - La leggenda di Ron Burgundy, Ricky Bobby - La storia di un uomo che sapeva contare fino a uno, Fratellastri a 40 anni, I poliziotti di riserva e Anchorman 2 - Fotti la notizia tutti film anche diretti da McKay e con protagonista l'amico e collaboratore di lunga data Will Ferrell. McKay è stato anche accreditato per una riscrittura della sceneggiatura del cinecomic Marvel Ant-Man.

- Charles Randolph è alla sua prima candidatura all'Oscar, tra i suoi crediti in veste di sceneggiatore segnaliamo script per il dramma The Life of David Gale (2003) con Kevin Spacey, il thriller The Interpreter (2005) di Sidney Pollack e la commedia Amore & altri rimedi (2010) con Anne Hathaway e Jake Gyllenhaal.

- Lo scrittore e giornalista Michael Lewis che ha scritto il libro che ha ispirato il film La grande scommessa è anche autore del libro "The Blind Side: Evolution of a Game", da cui nel 2009 è stato tratto il film The Blind Side interpretato da Sandra Bullock e del libro "Moneyball: The Art of Winning an Unfair Game" diventato il film L'arte di vincere interpretato nel 2011 da Brad Pitt e Jonah Hill.

 

 

Nick Hornby per "Brooklyn"


oscar-2016-migliore-sceneggiatura-non-originale-la-grande-scommessa-brooklyn-carol-the-martian-room-5.jpg

- Sono 3 in totale le candidature all'Oscar ricevute dal film di John Crowley (anche Miglior film e Miglior attrice protagonista). Basato sul romanzo "Brooklin" di Colm Tóibín il film vede protagonista Saoirse Ronan nei panni di un giovane donna irlandese che decide di emigrare negli Stati Uniti alla ricerca di un futuro migliore.

- Seconda candidatura per lo scrittore e sceneggiatore inglese Nick Hornby dopo quella ricevuta nel 2009 per il dramma An Education basato sulle memorie autobiografiche della giornalista britannica Lynn Barber.

- Tra i crediti di Hornby come sceneggiatore segnaliamo script per Febbre a 90° basato su un suo romanzo e il biografico Wild con protagonista Reese Witherspoon e basato sul libro di memorie "Wild - Una storia selvaggia di avventura e rinascita" di Cheryl Strayed.

- Nick Hornby può vantare ben 7 adattamenti da suoi romanzi che escluso Febbre a 90° sceneggiato di persona sono stati tutti adattati da altri scrittori: Alta fedeltà, About a Boy - Un ragazzo, L'amore in gioco, E' nata una star, Non buttiamoci giù e Tutto per una ragazza in uscita quest'anno.

- Colm Tóibín autore del romanzo originale su cui è basato il film "Brooklin" è un pluripremiato scrittore e critico letterario irlandese nonché noto autore LGBT. Tra gli altri romanzi di Tóibín ricordiamo "Il faro di Blackwater" (1999), "Amore in un tempo oscuro: vite gay da Wilde ad Almodovar" (2002), "The Master" (2004), "Madri e figli" (2006), "La famiglia vuota" (2010) e "Il testamento di Maria" (2012).

 

 

Phyllis Nagy per "Carol"


oscar-2016-migliore-sceneggiatura-non-originale-la-grande-scommessa-brooklyn-carol-the-martian-room-6.jpg

- Sono 6 in totale le candidature per il dramma romantico di Todd Haynes basato sul romanzo “The price of salt” della scrittrice americana Patricia Highsmith. Il film ambientato nella New York del 1952 segue la storia di una giovane aspirante fotografa, Therese Belivet interpretata da Rooney Mara e la sua relazione romantica con Carol Aird, una donna sposata interpretata da Cate Blanchett alle prese con un difficile divorzio.

- Prima candidatura all'Oscar per Phyllis Nagy e primo script dell'autrice per il grande schermo. I crediti della Nagy come sceneggiatrice si limitano al tv-movie biografico Mrs. Harris con protagonisti Ben Kingsley e Annette Benning che ha visto la scrittrice debuttare alla regia e adattare un libro della scrittrice Shana Alexander.

- I romanzi della scrittrice Patricia Highsmith (1921-1995), autrice del romanzo originale su cui è basato il film "Carol", hanno fruito di diversi adattamenti tra questi ricordiamo Delitto per delitto, Il talento di Mr. Ripley, Il gioco di Ripley e I due volti di gennaio.

 

 

Drew Goddard per "Sopravvissuto - The Martian"


oscar-2016-migliore-sceneggiatura-non-originale-la-grande-scommessa-brooklyn-carol-the-martian-room-2.jpg

- Sono 7 in totale le nomination ricevute dal film di Ridley Scott basato sul romanzo "L'uomo di Marte" di Andy Weir. Il film che vede protagonista l'astronauta Mark Watney, interpretato da Matt Damon, che dato per morto viene lasciato su Marte e racconta la sua lotta per la sopravvivenza e gli innumerevoli sforzi per salvarlo e riportarlo a casa.

- Prima nomination all'oscar in veste di sceneggiatore per Drew Goddard meglio conosciuto per aver scritto Cloverfield e World War Z e diretto l'horror Quella casa nel bosco.

- Tra i crediti di scrittura di Goddard ci sono anche diverse serie tv con episodi per Alias, Buffy l'ammazzavampiri, Angel e più recentemente il Daredevil della Marvel.

- Andy Weir autore del romanzo d'esordio che ha ispirato The Martian di Ridley Scott sta attualmente lavorando al suo secondo romanzo dal titolo "Zhek" che l'autore descrive come "un romanzo fantascientifico più tradizionale con alieni, telepatia e viaggi alla velocità della luce".

 

 

Emma Donoghue per "Room"


- Sono 4 in totale le candidature all'Oscar ricevute dal film di Lenny Abrahamson (Miglior regista). La pellicola candidata anche al Miglior film è l'adattamento cinematografico del romanzo "Stanza, letto, armadio, specchio" di Emma Donoghue. La trama ci racconta di una madre, rapita e abusata, che vive con il figlioletto segregata in una stanza da diversi anni. La donna per difendere il suo bambino crea per lui un intero mondo tutto costruito e immaginato all'interno di quelle mura. Il film vede protagonista Brie Larson candidata come Miglior attrice.

- Prima candidatura all'Oscar e prima sceneggiatura per il cinema per la scrittrice e drammaturga irlandese Emma Donoghue. La Donaghue ha adattato il suo romanzo "Stanza, letto, armadio, specchio" ispirato dalla storia del piccolo Felix del "Caso Fritzl", un episodio di cronaca nera avvenuto nella cittadina austriaca di Amstetten dove una donna austriaca (Elisabeth Fritzl) ha vissuto segregata per 24 anni in un bunker sotterraneo costruito dal padre, l'ingegnere Josef Fritzl, nella cantina di casa. Durante tutto il periodo della prigionia si sono susseguiti vari abusi sessuali da parte dell'uomo nei confronti della figlia e da questi rapporti incestuosi sono nati sette figli.

 

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO