Montedoro: dal paese abbandonato di Craco al cinema

Viaggio nel tempo e nella memoria del Sud dimenticato, con la storia vera di Pia Marie Mann, l'opera prima di Antonello Faretta e la magia del paese abbandonato di Craco

"Io sono un filo d’erba,
un filo d’erba che trema.
E la mia Patria è dove l’erba trema.
Un alito può trapiantare
il mio seme lontano".


La mia patria

" Rocco Scotellaro

La patria che freme nella poesia dello scrittore e politico lucano Rocco Scotellaro, ha disperso il suo seme lontano. Fin negli Stati Uniti dove Pia Marie Mann scopre le sue vere origini alla morte dei genitori adottivi e, profondamente scossa da una crisi di identità, decide di intraprendere il viaggio nel cuore della Basilicata, alla ricerca delle radici perdute nel paese della madre naturale, diventando protagonista dell'opera prima di Antonello Faretta.

"Un giorno, mentre viaggiavo nella mia regione, mi sono ritrovato in un luogo abbandonato. Un paese diventato fantasma in seguito ad una grande frana cinquant’anni fa. E poi è arrivata una donna americana che cercava la madre in questa carcassa disgregata che un tempo era stata comunità. Questa donna cercava tra i fantasmi, tra i morti che giacciono sulla collina del paese. Mi sono convinto che dovevo restare là a spiare tra le crepe del paese e di questa donna. Forse là, tra le macerie di Montedoro, c’era anche la mia Patria."

Antonello Faretta

Il paese fantasma di Craco, dominato dal castello e dalla torre normanna, dopo aver offerto paesaggi, suggestioni e storie del Sud a "La lupa" (The Vixen, 1953) di Alberto Lattuada, "Cristo si è fermato a Eboli" (1979) di Francesco Rosi, "Il sole anche di notte" (1990) di Paolo e Vittorio Taviani, "La passione di Cristo" (Passion, 2002) di Mel Gibson, o lo "007 - Quantum of Solace" (2008) di Marc Forster, torna così set ideale del luogo fisico e metaforico della memoria perduta, per la storia vera della donna americana di mezza età e quella cinematografica di Montedoro del regista potentino.

Il paese del Sud, abbandonato dai suoi abitanti nel 1963 a causa di una frana, torna ad essere il luogo fuori dal tempo e le coordinate quasi mistiche e intime del viaggio di scoperta della donna, tra distese di grano giallo sole, sfumature dure e aguzze delle gole dei calanchi, riti antichi e dinamiche del presente, lenti movimenti di macchina e musiche originali, fino al crollo de fotogramma finale (anche nel trailer) quando ad infrangersi non è solo il muro di pietra di un paese abbandonato.

"Questi sono posti magici, una terra di semplici... I contadini accarezzavano la terra con la loro zappa... Adesso sono soltanto dolori, a questa terra martoriata tiriamo il sangue che è nero di colore..."

il tassista alla signora straniera che parla un italiano stentato

Grazie all’incontro casuale di alcune persone misteriose, quelle che non hanno mai voluto abbandonare il paese, la protagonista compirà un affascinante e magico viaggio nel tempo e nella memoria ricongiungendosi con gli spettri di un passato sconosciuto ma che le appartiene, è parte della sua saga familiare e di quella di un’antica e misteriosa comunità ormai estinta che rivivrà per un’ultima volta.

Il viaggio nel tempo e nella memoria intrapreso e interpretato dalla stessa Pia Marie Mann con gli ultimi abitanti di Craco, nella provincia della Matera Capitale della Cultura 2019 si avvale anche delle interpretazioni di Joe Capalbo, Domenico Brancale, Mario Duca, Caterina Pontrandolfo, Luciana Paolicelli, Joan Maxim, Anna Di Dio e Aurelio Donato Giordano.

"Montedoro" è scritto, diretto e prodotto da Antonello Faretta, con la stessa Pia Marie Mann e Adriana Bruno, per Noeltan Film Studio production, in collaborazione con Todos Contentos Y Yo Tambien, Rattapallax Films Usa, Astrolabio Brazil, FESR Basilicata 2007/2013, Unione Europea, Regione Basilicata, Repubblica Italiana, con il supporto di Apt Basilicata, Lucana Film Commission, The Craco Society, Nomadica.

"Montedoro rende questo luogo indimenticabile e pone finalmente fine alla mia tentazione di fare un film a Craco"

Abbas Kiarostami

Il film nato in una comunità con una piccola esperienza comunitaria e «lontanissimo dal cinema industriale», dopo più di 40 proiezioni in giro per il mondo e l'inaugurazione in anteprima assoluta del V Meeting Internazionale del Cinema Indipendente di Matera, dal 15 aprile 2016 arriva anche in Italia, auto-distribuito da Noeltan Film Studio con un 'Viaggio in Italia' partito dal Cinema Comunale di Matera e pronto a spaziare dalle grandi città ai centri periferici, dai cinema ai luoghi della cultura interessati ad ospitare le proiezioni.

1930283_545499485622001_6498322718002169174_n.jpg

Montedoro: viaggio in Italia (calendario proiezioni)

ROMA | dal 15 al 22 aprile | Cinema MADISON
il 15 aprile proiezione e incontro con il regista e Andrea Di Consoli

MILANO | dal 16 al 20 aprile | Cinema PALESTRINA
sabato 16 – ore 16.00
domenica 17 – ore 21.00
martedì 19 – ore 21.00 | il regista e l’attrice protagonista incontrano il pubblico
mercoledì 20 – ore 16.00

BOLOGNA | 2 maggio | Cinema EUROPA – KINODROMO
ore 21.15
in collaborazione con Nomadica – Circuito per il cinema autonomo e Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia
proiezione e incontro con il regista

TORINO | 3 maggio | Cinema MASSIMO
ore 21.00
proiezione e incontro con il regista

TORINO | 4 maggio | SCUOLA HOLDEN
ore 17.30
proiezione e incontro riservato agli studenti

MILANO | 5 maggio | CIVICA SCUOLA di CINEMA
ore 14.30
proiezione e incontro con studenti e pubblico (ad accesso libero)

POTENZA | 15 maggio | Cineteatro DON BOSCO
proiezione e incontro con il regista

NAPOLI | 17 maggio | Cinema MODERNISSIMO
ore 20.30
proiezione e incontro con il regista e Carmen Pellegrino autrice di Cade la terra, finalista Premio Campiello 2015

NAPOLI | 18 maggio | Scuola di Cinema PIGRECOEMME
proiezione e incontro con gli studenti

GENOVA | 20 maggio | Teatro ALTROVE
ore 21.30
proiezione e incontro con il regista

URBINO | 24 e 25 maggio | Cinema NUOVA LUCE
ore 21.00 – tutte le proiezioni
proiezione e incontro con il regista

SOLOMEO (Perugia) | 30 maggio | Teatro CUCINELLI
ore 21.00
proiezione e dibattito con il regista e Brunello Cucinelli

PERUGIA | 31 maggio | Cinematografo SANT’ANGELO
ore 18.30 e 21.00 – doppia proiezione

L’elenco delle città e delle sale è in continuo e costante aggiornamento.

montedoro-poster.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 33 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail