George Lucas, il suo museo sarà a Los Angeles

40.000 opere tra cinema e illustrazioni. Arriva il museo di George Lucas.

b.jpg

Alla fine ha vinto Los Angeles. Erano rimaste in due, a contendersi l'ambito museo di George Lucas, ovvero la Mecca del Cinema e San Francisco. Il padre di Star Wars, dopo infinite trattative, ha scelto proprio Hollywood per far sorgere il Museum of Narrative Art, progetto da anni cullato e da lui interamente progettato. Un miliardo di investimenti per un museo che sarà realizzato a Exposition Park, nella zona sud di Los Angeles.

E pensare che fino a pochi anni nessuno sembrava volerlo, questo museo, con Chicago, città natale della moglie Lucas, che lo rifiutò a causa delle forti proteste ambientaliste e proprio San Francisco, oggi battuta al fotofinish, inizialmente contraria. Ora, finalmente, l'annuncio ufficiale accompagnato dalle parole del Sindaco Eric Garcetti:

"Un museo non dovrebbe essere segregato lontano dalle persone, non viviamo in piccole isole. Exposition Park oltretutto si trova in prossimità di 8 istituti scolastici superiori, il che può aiutare ad attirare giovani a visitare la collezione Lucas. Questo è il più grande regalo di un civile nella storia americana, e credo che Los Angeles sia la sua casa naturale".

3 ettari a disposizione per Lucas, che infilerà nel suo museo 10mila tra dipinti e illustrazioni: lavori di Norman Rockwell, dell'impressionista francese Edgar Degas, di Keith Haring, disegni di Beatrix Potter ma anche 30mila pezzi d'arte legati al cinema, vedi gli story board o i costumi originali di fil come "Il mago di Oz", "Casablanca", e, neanche a dirlo, di Indiana Jones e Star Wars. Tempi sulla costruzione non se ne hanno, ma il sogno dice 'apertura 2020'.

b.jpg
a.jpg

Fonte: Comingsoon.net e Repubblica.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO