15:17 to Paris, Clint Eastwood porta al cinema la storia dei tre americani che fermarono un terrorista a bordo di un treno

Clint Eastwood alla regia di 15:17 to Paris, storia di eroismo diventata realtà nel 2015.

WASHINGTON, DC - SEPTEMBER 17: US President Barack Obama (2ndR) poses for a picture with US Army Specialist Alek Skarlatos (L), US Air Force Airman 1st Class Spencer Stone (2ndL), and Anthony Sadler (R) during a meeting in the Oval Office at the White House on September 17, 2015 in Washington, DC. The three friends are concidered heros for helping overpower a gunman on a Paris-bound train on August 21.  (Photo by Mark Wilson/Getty Images)

Nell'agosto del 2015 un marocchino di 26 anni, tale Ayoub al-Qahzzani, aprì il fuoco con kalashnikov su un treno Amsterdam-Parigi. A fermare il terrorista tre americani, due soldati e un civile, disarmati e in boghese. Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone i nomi dei tre eroi, pronti a diventare cinema grazie a Clint Eastwood, da sempre cantore dell'eroismo inaspettato a stelle e strisce.

Il regista di Sully, 86 anni all'anagrafe, adatterà 'The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes', libro scritto sulla vicenda, con Dorothy Blyskal allo script ed Eastwood produttore insieme a Tim Moore, Kristina Rivera e Jessica Meier. Dopo i 240 milioni di dollari incassati da Sully e i 547 di American Sniper, Clint chiude così la sua personale trilogia sull'eroe moderno americano.

Una volta tornati in patria, ovviamente, Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone sono stati accolti trionfalmente, con tanto di incontro alla Casa Bianca con Barack Obama.

c3u4-square-orig-1.jpg

Fonte: HollywoodReporter

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO