Alien: Ridley Scott pensa che la saga ha esaurito il suo percorso

Ridley Scott pensa che il franchise "Alien", o almeno una sua parte, ha fatto il suo tempo.

alien-ridley-scott-pensa-che-la-saga-ha-esaurito-il-suo-percorso-2.jpg

Alien: Awakening sarà il prossimo film della serie prequel di Ridley Scott, ma a quanto sembra si potrebbe anche togliere "Alien" dal titolo dato che il film pare non sarà caratterizzato dall'iconico Xenomorfo. Dall'uscita di Prometheus si era intuito che lo studio e Scott avevano in mente due film diversi, ma con Alien: Covenant la confusione è diventata palese, e tra un imperante sensazione di déjà-vu il film ha confermato la mancanza di una vera direzione e tutti i difetti di un'operazione "prequel" ormai lanciata che Scott sta trascinando oltre il dovuto.

L'accoglienza tiepida di Alien: Covenant sembra aver spento l'entusiasmo di Ridley Scott il cui intento era rilanciare la saga in grande stile dandole una nuova direzione, ma il risultato è stato invece un ripetersi ad oltranza.

Scott ha accennato al franchise Alien in un'intervista con The Hollywood Reporter in cui stava parlando della sua decisione di dirigere Alien: Covenant invece di Blade Runner 2049.

E' stato un fuoco incrociato di troppi affari, sto facendo un sacco di tv e di film, ci sono sei film che usciranno quest'anno. Credevo fosse un buon lavoro da far seguire a Prometheus con cui eravamo ripartiti da zero, avevamo un buon punto di partenza, quindi siamo andati con Covenant, da una parte per perpetuare l'idea e dall'altra per far rivivere il franchise. Personalmente penso che la bestia sia pressoché esaurita. Per quanto riguarda 2049 si doveva entrare con qualcos'altro, si doveva cambiare. E su Blade Runner penso che Denis fosse una scelta fantastica.

Alien: Covenant ha ricevuto recensioni piuttsoto contrastanti sia dai fan e che dalla critica, ma il fattore più importante alla fine è il box office. Il film ha incassato 240,7 milioni di dollari in tutto il mondo da un budget di produzione di 97 milioni di dollari. Non è certamente quello che Fox sperava, ecco perché stanno attualmente ripensando alla strategia da adottare per il futuro del franchise. A quanto pare l'idea iniziale di Ridley Scott di realizzare sei nuovi film di Alien non è più così abbordabile.

Attualmente Ridley Scott sta ancora lavorando sul sequel di Alien: Covenant. In precedenza il regista aveva ipotizzato un via alle riprese per l'anno prossimo rivelando che il film si concentrerà più sull'Intelligenza Artificiale, vedi il David di Michael Fassbender, piuttosto che sugli Xenomorfi.

Penso che l'evoluzione dello stesso Alien sia quasi finita, ma quello che stavo cercando di fare è trascendere e passare ad un'altra storia che sarebbe stata incentrata sull'IA. Il mondo che l'IA potrebbe creare come leader se lui si trovasse su un nuovo pianeta. In realtà abbiamo un struttura importante per il prossimo film.

Quando Scott afferma che "la bestia è quasi esaurita", è molto probabile che stia parlando degli Xenomorfi, e forse non dell'intero franchise di Alien. Certamente il tono di Scott è cambiato rispetto alle affermazioni di pochi mesi fa quando dichiarava entusiasta che avrebbe voluto continuare a fare film di Alien "per sempre".

Fox non ha ancora ufficialmente fissato la data di uscita del sequel di Alien: Covenant. Visto il finale del film, almeno un altro film contribuirebbe a chiudere il divario tra questi prequel e l'originale Alien, qualcosa da fare a prescindere, per non lasciare la saga senza un minimo di continuità.

 

 

 

  • shares
  • Mail