E' morto Robert L. Ermey, il Sergente Maggiore Hartman di Full Metal Jacket

E' scomparso a 74 anni Robert L. Ermey, l'iconico Sergente Maggiore Hartman di Full Metal Jacket.

 

E' scomparso a 74 anni Robert Lee Ermey, attore e veterano del Corpo dei Marines degli Stati Uniti noto per il ruolo del Sergente Maggiore Hartman in Full Metal Jacket. A dare notizia della morte di Ermey è stato il suo manager di lunga data, Bill Rogin, che ha scritto un omaggio al suo defunto amico. Ermey, o "Gunny" come gli amici e la famiglia lo avevano soprannominato, l'attore è morto per le complicazioni di una polmonite.

Bill Rogin dopo aver dato la notizia della morte di R. Lee Ermey attraverso la sua pagina Twitter ufficiale, ha poi utilizzato Facebook per pubblicare un tributo al compianto attore e veterano militare.

È con profonda tristezza che mi dispiace informarvi che R. Lee Ermey (The Gunny) è morto stamattina per le complicazioni di una polmonite, mancherà molto a tutti noi, Semper Fi, Gunny, Godspeed.

Rogin ha aggiunto che nessuno era realmente pronto per la sua morte, aggiungendo quanto Ermey abbia significato per tante persone e soldati.

Mancherà moltissimo a tutti noi, è una perdita terribile per la quale nessuno era preparato. Ha significato così tanto per così tante persone ed è estremamente difficile quantificare veramente tutte le grandi cose che quest'uomo ha disinteressatamente fatto per i nostri numerosi uomini e donne in uniforme. Aveva anche contribuito a molti personaggi iconici e indelebili in film che vivranno per sempre. Il celebre Sergente Maggiore Hartman in Full Metal Jacket era un uomo duro e di sani principi. R. Lee Ermey era un uomo di famiglia e un'anima garbata e gentile, era generoso con tutti quelli che lo circondavano e, in particolare, si prendeva cura profondamente dei bisognosi. Ci sono molti Gunny, ma questo era il nostro. Onoriamone la memoria con speranza e gentilezza, per favore sostenete i vostri uomini e donne in divisa, ecco cosa voleva più di tutto.

R. Lee Ermey nasce a Emporia, in Kansas, il 24 marzo 1944 e cresce coin cinque fratelli maggiori in una fattoria fuori Kansas City. Quando Ermey aveva 14 anni, lui e la sua famiglia lasciarono il Kansas e si trasferirono a Toppenish, a Washington, dove, da adolescente, Ermey si ritrovava spesso nei guai con la legge ed era ben noto alle autorità locali. Ermey è stato arrestato due volte all'età di 17 anni, e dopo il suo secondo e ultimo arresto, il giudice gli ha dato la possibilità di scegliere tra unirsi all'esercito o finire in prigione. Le parole di Ermey sulla sua decisione di unirsi all'esercito.

Fondamentalmente, un giudice dai capelli argentati, un vecchio giudice gentile, mi guardò e disse: Questa è la seconda volta che ti vedo qui e sembra che dovremo fare qualcosa per questo. Mi ha dato una scelta, ha detto che potevo andare nell'esercito, qualsiasi ramo in cui volessi andare, o che mi avrebbe mandato dove il sole non splende mai e, non so voi, io adoro il sole.

All'età di 17 anni, R. Lee Ermey si unì al Corpo dei Marines degli Stati Uniti e nel 1961 proseguì l'addestramento a San Diego, in California. Nel corso della sua carriera militare Ermey prestò servizio nell'aviazione, addestrò soldati in India, San Diego e ad Okinawa in Giappone, prima di essere inviato in Vietnam nel 1968. Ermey ha trascorso 14 mesi in Vietnam e in seguito venne congedato per le ferite subite.

R. Lee Ermey è stato scelto nel suo primo film nel 1978 mentre frequentava l'Università di Manila nelle Filippine, si trattava del ruolo di sergente istruttore Loyce in The Boys In Company "C", un film sulla guerra del Vietnam. Ha poi interpretato un pilota di elicotteri in Apocalypse Now ed è stato consulente tecnico di Francis Ford Coppola e poi nel 1987 è stato scelto per il ruolo dell'istruttore Sergente Maggiore Hartman in Full Metal Jacket di Stanley Kubrick. Ermey originariamente non doveva recitare nel film, era stato assunto come consulente, ma un video girato per l'addestramento da Ermey ha convinto Kubrick a sceglierlo in uno dei ruoli più iconici della storia del cinema.

Per i fan del genere horror ricordiamo il ruolo di Ermey nei panni dello sceriffo Hoyt nel remake del 2003 di Non aprite quella porta, ruolo che Ermey ha ripreso anche nel prequel Non aprite quella porta - L'inizio. Memorabile anche il suo cameo nei panni del fantasma del Sergente Maggiore Hartman nella commedia horror Sospesi nel tempo di Peter Jackson.

R. Lee Ermey ha recitato in oltre 60 film nel corso degli anni (Dead Man Walking - Condannato a morte, Seven, Via da Las Vegas, Assatanata, L'uomo di casa e Toy Soldiers - Scuola di eroi), ma Ermey è indissolubilmente scolpito a fuoco nell'immaginario collettivo per l'iconico ruolo in Full Metal Jacket. L'attore ha inoltre recitato in diverse serie tv come X-Files, JAG - Avvocati in divisa e Dr. House (dove ha interpretato il padre del rude Gregory House). Ermey si è cimentato anche come doppiatore per film e serie tv d'animazione (ha prestato la voce a personaggio del Sergente di Toy Story e Toy Story 2), spot pubblicitari e videogiochi (Crash Bandicoot: L'ira di Cortex, Fallout Tactics: Brotherhood of Steel, Call of Duty: Ghosts).

 

Filmografia


e-morto-robert-l-ermey-il-sergente-maggiore-hartman-di-full-metal-jacket.jpg

 

Apocalypse Now, regia di Francis Ford Coppola (1979) – non accreditato
Dimensione inferno (Purple Hearts), regia di Sidney J. Furie (1984)
Full Metal Jacket, regia di Stanley Kubrick (1987)
Mississippi Burning - Le radici dell'odio (Mississippi Burning), regia di Alan Parker (1988)
Attacco alla base militare Gloria (The Siege of Firebase Gloria), regia di Brian Trenchard-Smith (1989)
La cosa degli abissi (The Rift), regia di Juan Piquer Simón (1990)
Cambio d'identità (True Identity), regia di Charles Lane (1991) – non accreditato
Toy Soldiers - Scuola di eroi (Toy Soldiers), regia di Daniel Petrie Jr. (1991)
Bella, pazza e pericolosa (Hexed), regia di Alan Spencer (1993)
Sommersby, regia di Jon Amiel (1993)
Sfida tra i ghiacci (On Deadly Ground), regia di Steven Seagal (1994)
Una pallottola spuntata 33⅓ - L'insulto finale (Naked Gun 33 1/3: The Final Insult), regia di Peter Segal (1994) – non accreditato
L'isola dell'ingiustizia - Alcatraz (Murder in the First), regia di Marc Rocco (1995)
Lotta estrema (Best of the Best 3: No Turning Back), regia di Phillip Rhee (1995) – non accreditato
Via da Las Vegas (Leaving Las Vegas), regia di Mike Figgis (1995)
Seven (Se7en), regia di David Fincher (1995)
Dead Man Walking - Condannato a morte (Dead Man Walking), regia di Tim Robbins (1995)
Sospesi nel tempo (The Frighteners), regia di Peter Jackson (1996)
Linea di sangue (Switchback), regia di Jeb Stuart (1997)
Life, regia di Ted Demme (1999)
Skipped Parts, regia di Tamra Davis (2000)
Assatanata (Saving Silverman), regia di Dennis Dugan (2001)
A torto o a ragione (Taking Sides), regia di István Szabó (2001)
2012 - L'avvento del male (Megiddo: The Omega Code 2), regia di Brian Trenchard-Smith (2001)
Non aprite quella porta (The Texas Chainsaw Massacre), regia di Marcus Nispel (2003)
Willard il paranoico (Willard), regia di Glen Morgan (2003)
L'uomo di casa (Man of the House), regia di Stephen Herek (2005)
Non aprite quella porta - L'inizio (The Texas Chainsaw Massacre: The Beginning), regia di Jonathan Liebesman (2006)
Vicini del terzo tipo (The Watch), regia di Akiva Schaffer (2012)

 

 

Fonte: Deadline

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail