Suspiria: Dakota Johnson dall'analista dopo le riprese del remake di Luca Guadagnino

Dakota Johnson racconta le difficoltà affrontate durante le riprese del remake di "Suspiria".

supiria-dakota-johnson-dallanalista-dopo-le-riprese-del-remake-di-luca-guadagnino.jpg

Suspiria è un altro remake di quelli che definire rischiosi è un eufemismo, e scetticismo e preoccupazione sono fisiologici quando si rischia di rovinare o peggio non tributare il dovuto rispetto ad un classico che ha fatto la storia del genere, in questo caso l'horror.

Quindi mugugni e polemiche hanno inevitabilmente accompagnato anche l'annuncio che il regista nominato all'Oscar Luca Guadagnino avrebbe "rifatto" il cult Suspiria di Dario Argento, con una domanda che sarà balenata nella mente di molti...perchè?

Il Suspiria di Guadagnino sarà quindi passato al microscopio quando approderà in sala, e ora la protagonista Dakota Johnson, si proprio l'Anastasia Steele della famigerata trilogia "Cinquanta Sfumature", ha recentemente confessato le difficoltà incontrate durante le riprese che sono state tali da costringerla in seguito ad affrontare una terapia psicologica.

Dakota Johnson nel remake di Supiria interpreta il personaggio principale, Susie Bannion, prendendo il ruolo che nell'originale fu di Jessica Harper (che ha anche un ruolo nel remake). Johnson in una recente intervista a Elle ha rivelato che il disagio e l'intensità emotiva provati sul set l'hanno letteralmente condotta sull'orlo di una crisi di nervi.

Girare Suspiria, e non sto mentendo, mi ha talmente incasinata che sono dovuta andare in terapia. Eravamo in un albergo abbandonato in cima ad una montagna. Aveva 30 pali del telefono sul tetto, quindi c'era elettricità che correva attraverso l'edificio, e tutti si davano la scossa vicenda. E faceva un freddo cane!

Il remake di Suspiria è stato originariamente annunciato nel 2008 da David Gordon Green, ma il progetto è naufragato per problemi di budget. Nel settembre 2015 Luca Guadagnino ha annunciato che aveva preso il timone del remake del classico horror di Dario Argento, e che lo avrebbe girato con gran parte del cast del suo film A Bigger Splash. Guadagnino ha descritto il suo approccio al film come un "omaggio" alle emozioni che ha provato guardando Suspiria piuttosto che ad un vero e proprio rifacimento, sottolineando che: "L'arte umana non si basa sull'invenzione dell'originalità, ma sul trovare un nuovo punto di vista".

Altra grossa incognita di questo rifacimento è la colonna sonora, che nell'originale Suspiria era curata dai Goblin che hanno dato al capolavoro di Argento un input orrorifico di rara efficacia, regalando ai fan un altro tema musicale iconico dopo quello di Profondo rosso. Sarà Thom Yorke dei Radiohead a comporre la nuova partitura per il remake, il musicista ha rivelato di essere "terrorizzato" da questo compito. Cercando ispirazione il musicista ha guardato l'originale Blade Runner per ascoltare ciò che Vangelis aveva fatto con la colonna sonora di quel film e al contempo è stato incoraggiato dal regista Luca Guadagnino a mettere la propria impronta personale durante la creazione della partitura.

Suspiria dovrebbe arrivare nei cinema il prossimo autunno con un cast che oltre a Dakota Johnson vede la partecipazione di Chloe Grace Moretz e Tilda Swinton, quest'ultima frequente collaboratrice di Luca Guadagnino.

 

supiria-dakota-johnson-dallanalista-dopo-le-riprese-del-remake-di-luca-guadagnino-2.jpg

 

 

Fonte: Elle

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail