Cannes 2018, Troppa Grazia vince l'European Cinemas Label

Il regista di Non pensarci torna in Italia da Cannes con un premio che 'pesa'.

9yxe8di7y3vjvarinuseolzdklulaix-9bh5awkcsevlmik5rvipbgaow1tnuf8-lxuc8m1iehba1bansphxntbq2cr03wsnq_ujoegacmngwsbaorjvdmx1n0dqzc1ojs_sgtf7ml1ukt2focrq2aqeu3yif8f9b99b1zgs0-d-e1-ft.jpg

In attesa del palmarès ufficiale, che vede i nostri Matteo Garrone e Alice Rohrwacher in prima fila per un riconoscimento, il cinema italiano torna dal Festival di Cannes con un primo premio.

Troppa Grazia di Gianni Zanasi ha infatti vinto l'ambito European Cinemas Label come miglior film europeo al Festival di Cannes. Il film è stato presentato nella sezione "Quinzaine des Réalisateurs", che ha visto il chiacchierato Climax di Gaspar Noé portarsi a casa l'Art Cinema Award.

Scritto da Gianni Zanasi, Giacomo Ciarrapico, Michele Pellegrini e Federica Pontremoli, "Troppa grazia" racconta la storia di Lucia (Alba Rohrwacher), una geometra di 36 anni che vive da sola con sua figlia. Mentre si arrangia tra difficoltà economiche e relazioni personali sempre poco chiare, il Comune la incarica di un controllo su un terreno dove deve sorgere una grande opera architettonica aspettata da tutti. Durante i controlli Lucia si accorge che le mappe del Comune sono sbagliate e piene di manipolazioni per coprire probabili rischi geologici. Lucia, spaventata dall'idea di poter perdere il suo incarico, decide di non dire nulla e non creare problemi. Il giorno dopo, ripreso il lavoro sul terreno, viene interrotta da quella che le sembra una giovane "profuga". Lucia le offre 5 Euro e riprende a lavorare. Ma la sera, mentre cucina in casa sua, la rivede improvvisamente lì davanti a lei. La "profuga" la fissa e le dice: "Vai dagli uomini e dì loro di costruire una chiesa là dove ti sono apparsa..."

"Una commedia davvero folle", l'aveva definita il direttore artistico della Quinzaine Edouard Waintrop. A completare il cast della pellicola Elio Germano, Giuseppe Battiston, Hadas Yaron, Carlotta Natoli e Thomas Trabacchi.

"Questo è un film fresco e originale sull'accettazione di se stessi e degli altri - drammatico, divertente e con un tocco di mistero", ha dichiarato la giuria dell'European Cinemas Label. "È diretto con un tocco leggero e presenta performance sottilmente disegnate. Siamo fiduciosi che l'Europa Cinemas Label possa aiutare a attirare il pubblico su questo film positivo e intelligente". Il riconoscimento porterà Troppa Grazia a ricevere una spinta dai circa 1.100 cinema di tutta Europa che costituiscono la rete Europa Cinema.

Fonte: Variety

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail