Conta su di me: trailer italiano del film premiato al Giffoni 2018

Conta su d me: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico di Marc Rothemund nei cinema italiani dall'8 novembre 2018.

 

L'8 novembre 2018 arriva nei cinema italiani Conta su di me (Crazy Heart), il film del regista tedesco Marc Rothemund (La rosa bianca - Sophie Scholl) che ha conquistato il Giffoni Film Festival 2018.

"Conta su di me" è un commovente racconto sulla gioia e la speranza per il futuro e sulla nascita di un’intensa amicizia: quella di una nuova “strana coppia” del grande schermo. Il film è stato presentato in concorso alla 48° edizione del Giffoni Film Festival, la manifestazione cinematografica dedicata a bambini e ragazzi dove è stato insignito del Gryphon Award 2018 nella sezione Generator +13.

Tratto da un’emozionante storia vera, “Conta su di me” ruota attorno a Lenny (Elyas M’Barek), un trentenne scapestrato e viziato, figlio di un rinomato dottore. Stanco del suo atteggiamento, il padre lo obbliga a prendersi cura di David (Philip Noah Schwarz), un ragazzino che convive dalla nascita con una grave malformazione cardiaca. Dapprima restio all’idea, il ragazzo si lascerà conquistare dalla dolcezza dell’adolescente e i due si imbarcheranno in un’emozionante avventura ricca di sogni e speranze, capace di far nascere un’amicizia tanto intensa quanto inaspettata.

 

 

La trama ufficiale:

 

Fare festa ogni sera, sballarsi, finire con una macchina sportiva dentro la piscina della propria casa è l’idea che Lenny ha del divertimento, e godersi la vita è l’unica cosa di cui gli importi. Il ragazzo vive ancora con il padre e sperpera tutti i suoi soldi, vivendo con leggerezza e superficialità ogni tipo di rapporto umano. Il quindicenne David lotta invece ogni giorno anche solo per uscire all’aria aperta nello scialbo complesso di periferia in cui vive: è affetto da una grave malattia cardiaca sin dalla nascita e nessuno sa se riuscirà mai a festeggiare il suo sedicesimo compleanno. Questi due mondi si scontrano quando il papà di Lenny, famoso cardiologo, costringe il figlio a prendersi cura del suo giovane paziente. Ma l’universo di David è fatto di sale operatorie e cliniche, mentre quello di Lenny di donne, locali e feste. Come faranno queste due esistenze a convergere? Lenny, obbligato dall’impegno impostogli dal padre, decide di aiutare David a realizzare tutte quelle esperienze che bisogna vivere almeno una volta nella vita prima che sia troppo tardi: comprare vestiti firmati, incidere una canzone, rubare una macchina… Ben presto però Lenny si rende conto che la vita di David è appesa a un filo e che prendersi cura del ragazzo è una responsabilità troppo grande per un buono a nulla come lui. Tra i desideri di David però c’è ancora il più importante da realizzare: conoscere una ragazza e innamorarsene! Come farà Lenny ad aiutarlo? Superate le resistenze iniziali, tra i due nascerà un’amicizia così importante, intensa e sentita da vincere qualsiasi ostacolo.

 

Il regista tedesco Marc Rothemund ha diretto anche “La rosa bianca - Sophie Scholl” (nominato agli Oscar come miglior film straniero) “Pornorama” , che racconta le vicende di due fratelli operai a Monaco di Baviera negli anni ’70, “L’amore ai tempi della malattia” e “Gli uomini fanno quello che possono”.

 

NOTE DI REGIA

 

Oliver Berben (produttore) è venuto da me. Lui e sua moglie avevano visto e
apprezzato molto “L’amore ai tempi della malattia”. Ha immaginato di creare
un’atmosfera simile per “Conta su di me ” di cui si era assicurato i diritti. Il libro scritto da Daniel Meyer e Lars Amend descrive i due personaggi principali che
vanno al cinema e sono entusiasti di vedere il mio film “Gli uomini fanno quello
che possono” . Oliver lo ha considerato un segno dal cielo. Io sono subito
entrato in sintonia con il libro. È una storia assolutamente incredibile che ti
investe, ti prende emotivamente, ma ha anche momenti molto divertenti e
leggeri che ti fanno ridere. È una parte da sogno per Elyas M'Barek, la cui
interpretazione è fantastica e molto realistica. È stato bellissimo lavorare con
lui perché dà sempre il massimo e non molla mai, finché non ha ottenuto il
meglio da ogni scena. Al suo fianco, per l'altro ruolo da protagonista, abbiamo
scelto un debuttante, Philip Schwarz, che in precedenza era stato solo un
sostituto in “The red band society”, serie televisiva statunitense.

 

 

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail