Tre Piani, Nanni Moretti porta al cinema il romanzo di Eshkol Nevo

Nanni Moretti torna alla regia con l'adattamento di un romanzo. Non era mai successo.

Dopo 42 anni di carriera e 12 film da regista, Nanni Moretti dirigerà per la prima volta una sceneggiatura non originale. Il regista, tra pochi mesi di nuovo sul set per girare il suo 13esimo film, adatterà infatti Tre Piani, romanzo di Eshkol Nevo edito in Italia da Neri Pozza nel 2017.

Una svolta 'storica' per Nanni, dal 1976 ad oggi sempre sceneggiatore delle sue opere.

Tre Piani è ambientato in Israele, nei pressi di Tel Aviv, dove si erge una tranquilla palazzina borghese. Il parcheggio è ordinatissimo, le piante perfettamente potate all’ingresso e il citofono appena rinnovato. Dagli appartamenti non provengono musiche ad alto volume, né voci di alterchi. La quiete regna sovrana. Eppure, dietro quelle porte blindate, la vita non è affatto dello stesso tenore. Sorto da una brillante idea narrativa: descrivere la vita di tre famiglie sulla base delle tre diverse istanze freudiane – Es, Io, Super-io – della personalità, Tre piani si inoltra nel cuore delle relazioni umane: dal bisogno di amore al tradimento; dal sospetto alla paura di lasciarsi andare.

Il film non sarà ambientato a Tel Aviv bensì a Roma.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 66 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail