Shrek, il creatore di Cattivissimo Me per il reboot

Nuove storie ma vecchi doppiatori per il reboot di Shrek.

Se ne parla da anni, ma ora ci siamo. La Universal Pictures ha deciso di riavviare il franchise Shrek con un vero e proprio reboot, che a detta di Variety sarà affidato a Chris Meledandri, padre di Cattivissimo Me e dei Minion. Meledandri, possibilmente, dovrebbe rilanciare anche Il gatto con gli Stivali, mai più tornato in sala dopo lo spin-off del 2011 che incassò ben 554,987,477 dollari in tutto il mondo.

Se le storie raccontate saranno ovviamente nuove di zecca, Chris vorrebbe mantenere i doppiatori originali del franchise, ovvero Mike Myers, Eddie Murphy e Antonio Banderas, perché convinto che parte della 'magia' della saga Shrek derivi proprio dalle loro voci. Queste le prime parole di Meledandri:

"La sfida per noi è trovare qualcosa che non dia l'impressione di essere un altro film in una serie di sequel. C’è un divertimento di proporzioni bibliche da sfruttare in quel mondo, ma è difficile trovare una storia che sia davvero di livello mondiale. Vuoi trovare qualcosa nella narrazione che sembri davvero un punto di partenza".

Del reboot di Shrek si parla dal 2016, ovvero da quando Comcast ha acquistato la DreamWorks per $ 3,8 miliardi, piazzando lo studios sotto lo stesso ombrello della Illumination di Meledandri, chiamato ora a far risorgere un mitologico personaggio dell'animazione dello scorso decennio.

Uscito nel 2001, Shrek vinse il primo storico Oscar animato (con 484,409,218 dollari incassati), per poi tornare nel 2004 (919,838,758 dollari), nel 2007 (798,958,162 dollari) e nel 2010 (752,600,867 dollari).

Fonte: ComicBook

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail