Stasera in tv: "Beata Ignoranza" su Rai 1

Rai 1 stasera propone "Beata ignoranza", commedia del 2017 diretto da Massimiliano Bruno e interpretata da Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Valeria Bilello e Carolina Crescentini.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Marco Giallini: Ernesto
Alessandro Gassmann: Filippo
Valeria Bilello: Margherita
Carolina Crescentini: Marianna
Teresa Romagnoli: Nina
Giuseppe Ragone: Gianluca
Malvina Ruggiano: Costanza
Emanuela Fanelli: Iris
Luca Angeletti: Nazi
Pietro De Silva: Ulderico
Guglielmo Poggi: Binetti
Luciano Scarpa: Mayer
Gabriele Berti: Attanasio
Teodoro Giambanco: Lorenzo
Riccardo D'Alessandro: Semprini
Susy Laude: Sig. ra Zaccarelli

 

Trama e recensione


 

Ernesto (Marco Giallini) e Filippo (Alessandro Gassmann) hanno due personalità agli antipodi e un unico punto in comune: sono entrambi professori di liceo. Filippo è un allegro progressista perennemente collegato al web. Bello e spensierato è un seduttore seriale sui social network. E’ in grado di sedurre anche i suoi studenti grazie a un’app, creata da lui, che rende immediata la soluzione di ogni possibile calcolo. Ernesto è un severo conservatore, rigorosamente senza computer, tradizionalista anche con i suoi allievi, che fa della sua austerità un punto d’onore e vanta una vita completamente al di fuori della rete. E’ probabilmente l’ultimo possessore vivente di un Nokia del ’95. Un tempo erano “migliori amici” ma uno scontro profondo e mai risolto li ha tenuti lontani, fino al giorno in cui si ritrovano fatalmente a insegnare nella stessa classe. I loro punti di vista opposti li portano inevitabilmente a una nuova guerra. Saranno obbligati ad affrontare il passato, che ritornerà nelle sembianze di Nina, una ragazza che li sottoporrà a un semplice esperimento che si trasforma in una grande sfida: Filippo dovrà provare a uscire dalla rete ed Ernesto a entrarci dentro. Questo viaggio li cambierà profondamente, costringendoli a trovare un equilibrio, sempre più raro e delicato ai giorni nostri, tra la coscienza globale di chi si affida alla rete e la totale indifferenza di chi si ostina a resistere a oltranza all’epoca digitale.

 

 

L’idea del film nasce da un post che ho scritto quattro anni fa, quando già mi sentivo troppo social non immaginando cosa sarebbe esploso di lì a poco. Allora ho pensato che sarebbe stato divertente raccontare questo grande cambiamento della società globale e per farlo mi servivano due grandi attori.

Massimiliano Bruno - regista

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail