Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag tinto brass

Veronica Ciardi: dal Grande Fratello 10 a Tinto Brass?

pubblicato da Carla Cigognini

veronica_ciardi_

Avviso: questa notizia è in bilico tra Gossipblog e Cineblog ma alla fine ho deciso di inserirla qui per tutti i fan dei film di Tinto Brass (ci sono tra i nostri lettori? alzate la mano!). Eccovi qui:

Veronica Ciardi, ex del Grande Fratello 10, vorrebbe diventare un’attrice. E alla rivista Top dichiara:

“Chi non vorrebbe recitare in un film? Anche a me piacerebbe in futuro, però prima devo capire se ci sono veramente portata, se ho talento. Altrimenti non spreco il mio tempo per qualcosa che non mi appartiene a livello attitudinale. (…) Un film con Tinto Brass? Perché no!”

Ma attenzione, non vuole fare scene lesbo, neanche con l’amica Sarah Nile con cui si trastullava nella casa del GF:

“Non vedrete mai più siparietti ‘hot’ tra me e Sarah come succedeva ogni tanto nella Casa. Non ci vediamo da molto tempo vuoi per gli impegni di lavoro di entrambe, vuoi perché lei ha trovato un nuovo fidanzato, sta di fatto che con Sarah non vado più d’accordo come prima, ci stiamo effettivamente un po’ perdendo di vista”.

Quindi: a questo punto tocca solo a Tinto Brass leggere l’appello e chiamarla per un provino.

Tinto Brass in ospedale per emorragia cerebrale - Aggiornamento

pubblicato da Carla Cigognini

tinto brass foto 13

Un’emorragia cerebrale ha colpito Tinto Brass, 77 anni. Il regista è stato ricoverato in ospedale a Vicenza, reparto di neurochirurgia. L’emorragia non sembra di grandi dimensioni ma i dottori, giustamente, lo tengono sotto osservazione fino all’assorbimento.

Update ore 20.00: il figlio ha spiegato che si tratta di un ricovero solo per accertamenti. La notizia dell’emorragia, fornita dalle agenzie di stampa, era errata.

Update ore 21.00: c’è molta confusione intorno a questa notizia ma le ultime news non sono positive. Sembra che il regista sia grave ed è costantemente monitorato. Aspettiamo aggiornamenti.

Chi ha ucciso Caligola?: Tinto Brass e il primo film erotico in 3d

pubblicato da Carla Cigognini

tinto brass film porno 3d

“Girerò il primo film erotico in 3D della storia del cinema. S’intitola Chi ha ucciso Caligola? ma in molti l’hanno già ribattezzato Chiavatar (tipo noi, NDR). (…) Sarà il primo film del genere in 3D al mondo, oltre ad essere forse il primo film 3D in Italia. Riprendo il mio vecchio progetto del film sull’imperatore di Roma che mi fu scippato dagli americani e ne faccio un nuovo film. Le riprese dovrebbero iniziare tra maggio e giugno e racconterò la parte finale della vita di Caligola, la sua follia per la morte dell’amata sorella Drusilla, la decisione di far prostituire le mogli dei senatori per finanziare le casse dell’impero. Ci sarà poi un gruppo di senatori che cercherà di mettere al potere lo zio scemo Claudio e Messalina. Il film del ‘79 che gli americani mi scipparono, finendolo e montandolo loro, parlava dell’orgia del potere. Questo parlerà del potere dell’orgia… (…) La tecnologia del 3d è strepitosa. Ho visto delle scene e devo dire che affinare la sensorialità porta ad affinare la sensualità. Se un’attrice avvicina una mano alla telecamera hai la sensazione che la infili sotto i tuoi pantaloni… Esperienza magnifica”.

E’ la dichiarazione di Tinto Brass all’Agi. Che ne pensate? Potrebbe funzionare? Non si conosce ancora il cast ma vi terremo informati.

Tinto Brass, a Varese si celebra il cinema di "eros e liberazione"

pubblicato da carloprevosti

Tinto BrassIl nome di Tinto Brass evoca inequivocabilmente il mondo dell’erotismo italiano, ma non tutti sanno che nelle origini del cineasta ci un apprendistato da cinefilo alla Cinemateque Française e collaborazioni con maestri del cinema del calibro di Roberto Rossellini e Joris Ivens, con un esordio paradossalmente vicino al mondo del documentario e al cinema impegnato.

Gli appassionati del cinema di Brass potranno (ri)scoprire il “lato B” di Tinto Brass grazie a un’occasione molto interessante in cui saranno riproposti alcuni dei suoi primissimi lavori con la presenza straordinaria in sala del regista. Non capita tutti i giorni infatti di potersi confrontare con “un autore del genere” in modo così diretto e immediato. Giovedì 26 novembre infatti Tinto Brass incontrerà il pubblico, in compagnia del critico Maurizio Fantoni Minnella, nell’ambito di un omaggio curato dall’associazione Culturale FreeZone presso il Multisala Impero di Varese.

Dagli esordi di Chi lavora è perduto, alle influenze cultura pop inglese nella Londra della swinging London prima di Col cuore in gola per passare alla rivolta del sessantotto più tardi (L’urlo), ma anche i tentativi di fuga e di liberazione dalle convenzioni del mondo borghese (Dropout, La vacanza) per poi raggiungere il mondo dell’Eros.

L’omaggio all’autore Brass propone tre opere tra le più significative e meno conosciute dal grande pubblico, che non solo esprimono un indubbio talento visivo (oggi peraltro sempre più raro), ma anche una non comune sensibilità e attenzione verso le trasformazioni sociali e culturali del mondo contemporaneo.

Segue il programma

Continua a leggere: Tinto Brass, a Varese si celebra il cinema di "eros e liberazione"

....
condividi 0 Commenti

Venezia 66: Orizzonti e Controcampo italiano

pubblicato da Gabriele Capolino

Venezia 66: Orizzonti e Controcampo italianoE anche Orizzonti ci dà delle soddisfazioni. Più di 30 titoli tra lungometraggi, corti e documentari. Spulciando nel ricco programma, proviamo a notare a caldo qualcosa. Dalla Russia arriva Korotkoe zamykanie, diretto a più mani, e vi figura Aleksei German Jr., che l’altr’anno vinse il Leone d’Argento e l’Osella per la fotografia per Paper Soldier. Torna David Lynch, ma in veste di produttore di Repo Chick di Alex Cox, anche per lui un ritorno dopo Searchers 2.0.

Finisce in Orizzonti, come già annunciato, anche Io sono l’amore di Guadagnino con Tilda Swinton; in questa sezione anche Gina Kim, Pipilotti Rist e Vincenzo Terracciano. Presenti con dei documentari anche Corsicato, Sokurov, Wiseman, e con un corto ancora Herzog. Anche Portabella, Presidente di Giuria, porta un corto. In sostanza, si viaggia tra Egitto, Tunisia, Germania, Italia, Vietnam, Filippine, Cina, India, Perù, Brasile, Svizzera, Romania, America, Olanda e Austria.

Nella rinata sezione Controcampo italiano, invece, l’opera più attesa sembra essere quella di Marco Filiberti, con Alessandro Gassman. Occhio ai ritorni di Brass (con un corto) e Lizzani (con un documentario su Giuseppe De Santis). Prossimamente verranno annunciati anche i titoli di Corto Cortissimo.

Dopo il concorso e il fuori concorso, trovate tutti i titoli di Orizzonti e Controcampo italiano di Venezia 66 dopo il salto.

Continua a leggere: Venezia 66: Orizzonti e Controcampo italiano

....
condividi 1 Commenti

Jonathan Kashanian sogna un film di Tinto Brass

pubblicato da Carla Cigognini

Jonathan Kashanian“Ho visto tutti i film di Tinto Brass, anche quelli in bianco e nero, è un regista che ti lascia il sapore in bocca e penso che la mia eccessività e la mia carnagione mulatta potrebbero fare al caso suo. Adoro i suoi divani rossi e l’ambientazione dei suoi film, nelle sue pellicole c’è un erotismo che si respira nell’aria. Un’atmosfera marocchina dove mi ritroverei molto”.

Così ha dichiarato Jonathan Kashanian del Grande Fratello 5. Ora aspettiamo la reazione di Tinto. Secondo voi cosa potrebbe rispondere?

Impotenti esistenziali - La locandina e le prime foto

pubblicato da carloprevosti

Locandina Impotenti EsistenzialiSebbene alle scorse elezioni fu presentata una lista dall’inverosimile nome di Impotenti esistenziali, il film del regista Giuseppe Cirillo non tratta certo di politica. Sono invece cinque storie che si intrecciano e si inseguono raccontando storie sui temi universali della vita in chiave comica; l’amore, la vita di coppia, la diversità, tutte situazioni comuni nella vita di ciascun individuo. Storie della vita di tutti i giorni, all’insegna dell’impossibilità di essere padroni del proprio destino.

Il cast è tutto un programma e comprende, oltre allo stesso Giuseppe Cirillo, nomi del calibro di Alvaro Vitali, Sandra Milo, Tinto Brass, Angela Melillo, Gianni Nazzaro, Don Backy, Antonella Ponziani.

Qui sopra potete vedere l’elegantissima locandina (pare quella di un film scollacciato degli anni Settanta) e di seguito le prime foto del film! Il film uscirà il 20 marzo nei cinema.

Impotenti Esistenziali
Impotenti EsistenzialiImpotenti EsistenzialiImpotenti Esistenziali

Continua a leggere: Impotenti esistenziali - La locandina e le prime foto

Patrizia Pellegrino: Tinto Brass trova la protagonista del suo nuovo film

pubblicato da Carla Cigognini

patrizia pellegrinoFinalmente una notizia che vi farà dormire tranquilli perché so che eravate un po’ in ansia: Tinto Brass ha trovato la protagonista del suo prossimo film. Sarà Patrizia Pellegrino che ha accettato di spogliarsi per il bene dell’arte… (!) Non ci saranno però scene hard.

La trama? Un anziano professore perde la testa per la bella attrice… con tutte le conseguenze del caso. E pensare che Tinto Brass aveva messo gli occhi sulle grazie di Federica Pellegrini.

Secondo voi: è meglio o peggio?

....
condividi 4 Commenti

Cartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai Leoni

pubblicato da Simona

Cartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai Leoni

Comincio a pensare che quest’edizione del Festival sia un po’ maschilista. Continuano ad arrivare belle donne (per la gioia di tutti i maschietti), ma di bei fanciulli se ne vedono ben pochi.

Alla proiezione ufficiale di The Sky Crawlers, questa sera in Sala Grande, erano presenti il regista Mamoru Oshii e i doppiatori dei due protagonisti del film: Rinko Kikuchi e Ryo Kase (lei candidata all’Oscar per la sua splendida performance in Babel, lui protagonista di Lettere da Iwo Jima). E’ stato presentato questa sera anche Rachel getting married con Anne Hathaway diretta da Jonathan Demme.

Sono approdati al Lido anche Angnès Varda, regista di Les Plages d’Agnès; Anthony Mackie (ecco, un bel figliuolo!), protagonista di The Hurt Locker di Kathryn Bigelow; e Mimmo Calopresti, regista de La fabbrica dei Tedeschi. Di passaggio Tinto Brass, che ieri sera al Circuito Off ha presentato un suo nuovo cortometraggio erotico; e Valeria Marini. Trovate tutto, come sempre, dopo il saltino.

Cartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai Leoni

Cartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai LeoniCartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai LeoniCartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai Leoni

Continua a leggere: Cartoline da Venezia 65: Rinko Kikuchi dagli Oscar ai Leoni

....
condividi 0 Commenti

Cartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne Hathaway

pubblicato da Simona

Cartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne Hataway

E’ iniziata con una leggera pioggerella la mattinata di questa settima giornata alla 65esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il mal tempo però è durato poco, ed è subito tornato a splendere il sole sul Lido (con un tasso di umidità insostenibile!)

Sono sbarcati Jonathan Demme ed Anne Hathaway, in laguna per presentare Rachel getting married. Il sorriso di Anne ha conquistato tutti, anche se la fanciulla non si è dimostrata particolarmente disponibile a farsi fotografare. La più sfuggente resta comunque Natalie Portman, anche oggi in fuga dai flash e dalle telecamere.

Presenti anche Lina Wetmuller, la bellissima Maria Grazia Cucinotta e quel volpone di Tinto Brass.

Cartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne Hataway

Cartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne HatawayCartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne HatawayCartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne Hataway

Continua a leggere: Cartoline da Venezia 65: il sorriso di Anne Hathaway

....
condividi 0 Commenti