Festival di Venezia 2015

Il direttore Alberto Barbera e il Presidente della Biennale Paolo Baratta comunicano i film della Selezione ufficiale della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica del Cinema di Venezia nel corso della conferenza stampa che si tiene il 29 luglio al The Westin Excelsior di Roma. Il festival ha inizio il 2 settembre 2015, per poi concludersi il 12 settembre 2015.

L'attrice italiana Elisa Sednaoui, madrina di questa settantaduesima edizione del Festival di Venezia, aprirà la 72. Mostra di Venezia nella serata di mercoledì 2 settembre 2015, sul palco della Sala Grande (Palazzo del Cinema al Lido), in occasione della cerimonia di inaugurazione, e il 12 settembre condurrà la cerimonia di chiusura, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali della 72. Mostra.

Il Leone d'Oro alla carriera della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica viene attribuito al regista francese Bertrand Tavernier, due volte in Concorso alla Mostra di Venezia, nel 1986 con Round Midnight – A mezzanotte circa (che ha ottenuto l’Oscar per la colonna sonora e la nomination per il protagonista, il sassofonista statunitense Dexter Gordon) e nel 1992 con il poliziesco Legge 627. Tavernier seleziona alcuni titoli rari, dimenticati o sottovalutati, che presenta prima della proiezione, in veste di Guest Director della sezione Venezia Classici.

La Giuria di quest’anno è presieduta dal regista messicano Alfonso Cuarón, che nel 2013 apre l’edizione numero 70 con il suo Gravity, vincitore poi di 7 Oscar. La restante parte della Giuria è composta dallo scrittore, sceneggiatore e regista francese Emmanuel Carrère, autore, tra le sue celebri opere di narrativa, dei bestseller Limonov (2011) e Il regno (2015); dal regista turco Nuri Bilge Ceylan, Palma d’oro a Cannes nel 2014 con Kiş uykusu (Il regno d’inverno); dal regista polacco Pawel Pawlikowski, autore di Ida, premio Oscar per il miglior film straniero 2015; dal regista italiano Francesco Munzi, in concorso alla 71. Mostra di Venezia 2014 con Anime nere, acclamato dalla critica e vincitore di 9 David di Donatello 2015; dal regista taiwanese Hou Hsiao-hsien, Leone d’oro a Venezia 1989 con Città dolente, e in concorso a Cannes 2015 con Nie Yinniang (The Assassin), premiato per la regia; dall’attrice tedesca Diane Kruger, interprete, tra i molti suoi ruoli internazionali, del personaggio di Bridget von Hammersmark in Bastardi senza gloria (2009) di Tarantino; dalla regista e sceneggiatrice britannica Lynne Ramsay, acclamata dalla critica e nominata ai Golden Globe e ai Bafta per il film …e ora parliamo di Kevin (2011); e dall’attrice e regista statunitense Elizabeth Banks, interprete delle saghe di Spiderman e Hunger Games ed esordiente nella regia con la commedia di successo Pitch Perfect 2.

I nuovi lungometraggi della Selezione Ufficiale sono 55, così suddivisi:

· 21 in Venezia 72 (Concorso)

· 16 Fuori Concorso (di cui 9 documentari)

· 18 in Orizzonti

I cortometraggi sono 16, così suddivisi:

· 1 Fuori Concorso

· 15 in Orizzonti

· 14 in Orizzonti - Concorso

· 1 in Orizzonti - Fuori Concorso

Venezia Classici

20 lungometraggi di cui 18 restaurati

1 cortometraggio restaurato

8 documentari sul cinema

Numero dei titoli visionati

3193 di cui:

1740 lungometraggi

1453 cortometraggi

A conclusione della Mostra i giurati sono chiamati ad assegnare i seguenti premi:

Leone d'Oro per il miglior film

Leone d’Argento per la migliore regia

Gran Premio della Giuria

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergenti

Premio per la migliore sceneggiatura

Premio Speciale della Giuria

Lao pao er (Mr Six), del regista cinese Hu Guan, è il film di chiusura di questa edizione della Mostra.

A presiedere in qualità di Presidente la Giuria di Orizzonti è il regista statunitense Jonathan Demme, composta· dalla regista e sceneggiatrice francese Alix Delaporte, in concorso a Venezia nel 2014 con Le dernier coup de marteau, con cui Romain Paul vince il Premio "Marcello Mastroianni"; l’attrice spagnola Paz Vega, salita alla ribalta internazionale nel 2001 con Lucia y el sexo di Julio Medem, grazie al quale ottiene il premio Goya come miglior attrice esordiente; il regista di Hong Kong Fruit Chan, due volte in concorso a Venezia, con Durian Durian (2000) e Hollywood, Hong Kong (2001). Nel 2014 ha diretto il thriller-action The Midnight After, presentato al Festival di Berlino; e l’attrice italiana Anita Caprioli, interprete, tra i molti suoi ruoli di successo, di Immaturi (2011) e di Corpo celeste (2011) di Alice Rohrwacher.

La Giuria di Orizzonti assegna - senza possibilità di ex-aequo - i seguenti premi: Premio Orizzonti per il miglior film, Premio Orizzonti per la migliore regia, Premio Speciale della Giuria Orizzonti, Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile o femminile, Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

La Giuria internazionale del Premio Venezia Opera Prima "Luigi De Laurentiis" è composta dal produttore di Hong Kong Roger Garcia, direttore esecutivo dell’Hong Kong International Film Festival dal 2010 e pioniere della diffusione del cinema asiatico nel mondo; dalla critica e storica del cinema francese Natacha Laurent, direttrice della Cinémathèque de Toulouse per 10 anni fino a giugno 2015, esperta di cinema russo e sovietico; dal regista statunitense Charles Burnett, uno dei maggiori cineasti indipendenti USA, autore del cult To Sleep with Anger (1990), vincitore di tre Indipendent Spirit Awards; e dalla giornalista messicana Daniela Michel, fondatrice e direttrice dal 2003 del Morelia Film Festival, principale trampolino di lancio per i giovani cineasti messicani. Il Presidente è il regista italiano Saverio Costanzo.

La Giuria assegna senza possibilità di ex aequo, tra tutte le opere prime di lungometraggio nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele), il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”, e un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che viene suddiviso in parti uguali tra il regista e il produttore.

La serata di preapertura di martedì 1 settembre, che si tiene nella Sala Darsena (Palazzo del Cinema) al Lido di Venezia, è interamente dedicata ad Orson Welles - in occasione del centenario della nascita dell'attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense - e a due suoi capolavori “veneziani” di ispirazione shakespeariana eccezionalmente recuperati e restaurati, ossia Il mercante di Venezia (1969, film considerato perduto) e Otello (1951).

Ad aprire ufficialmente la Mostra, in prima mondiale, è invece Everest di Baltasar Kormákur, interpretato da Jason Clarke, Josh Brolin, John Hawkes, Robin Wright, Michael Kelly, Sam Worthington, Keira Knightley, Emily Watson e Jake Gyllenhaal.

Il manifesto ufficiale della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, ideato e realizzato per il quarto anno da Simone Massi, è dedicato al cinema d’autore, con le immagini di Antoine Doinel/Jean-Pierre Léaud e in primo piano dell’attrice Nastassja Kinski.

I programmi delle sezioni collaterali, Settimana Internazionale della Critica e Giornate degli Autori, vengono ufficializzati nel corso delle conferenze stampa che si tengono rispettivamente il 23 ed il 24 luglio.

I tre lungometraggi del progetto Biennale College – Cinema, che vengono proiettati nel corso della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica del Cinema di Venezia sono Baby Bump - Kuba Czekaj (regista, Polonia), Magdalena Kaminska (produttrice, Polonia); Blanka - Kohki Hasei (regista, Giappone), Flaminio Zadra (produttore, Italia); e The Fits - Anna Rose Holmer (regista, Usa), Lisa Kjerulff (produttrice, USA).

Toronto 2015, il programma: The Martian, Stonewall e Demolition in anteprima mondiale

La 40esima edizione del Festival di Toronto ha ufficializzato parte del proprio programma. Tante assenze di peso ma... Continua...

Steve Jobs in Concorso al New York Film Festival - anteprima mondiale a Venezia?

Steve Jobs di Danny Boyle in Concorso al New York Film Festival ma senza anteprima mondiale. Michael Fassbender sbarca... Continua...

Venezia 2015: confermate le tre Giurie internazionali della Mostra

La Biennale di Venezia rende ufficiali le tre Giurie della 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica Continua...

Venezia 2015, Black Mass di Scott Cooper in anteprima mondiale

Johnny Depp al Festival di Venezia negli abiti del gangster irlandese Jimmy “Whitey” Bulger in Black Mass Continua...

Venezia 2015: Everest - Chi è il regista Baltasar Kormákur

Baltasar Kormaku prima e dopo Everest, film d'apertura della 72. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia Continua...

Venezia 2015, Jonathan Demme e Saverio Costanzo presidenti della Giuria Orizzonti e dell'Opera Prima

Non solo Alfonso Cuarón, presidente di Giuria del Concorso, ma anche Jonathan Demme e Saverio Costanzo. Venezia 72 cala... Continua...

Venezia 2015: capolavori rari e classici restaurati

I titoli dei Classici‬ restaurati a ‎Venezia72‬, da Ėjzenštejn a Fellini, Lubitsch e Pasolini, Lattuada e Risi Continua...

Venezia 2015, Everest di Baltasar Kormákur film d'apertura

Dopo Gravity e Birdman, film d'apertura degli ultimi due Festival, toccherà ad Everest inaugurare la Mostra di Venezia... Continua...

Venezia 2015, il poster ufficiale della Mostra del Cinema omaggia Nastassja Kinski

Da Jean-Pierre Leaud a Nastassja Kinski, è dedicato al cinema d’autore il manifesto della 72. Mostra di Venezia 2015 Continua...

Amarcord: il sogno felliniano restaurato a Venezia 2015

Recensione, curiosità, trailer, poster, colonna sonora e approfondimenti, sull'universo "Amarcord" di Fellini, a... Continua...