Sole a catinelle: Checco Zalone prepara il nuovo film. Oggi iniziano i casting, a maggio le riprese.

Forte dei successi di Cado dalle nubi, 14,07 milioni di euro nel 2009-2010, e di Che bella giornata, 43,47 milioni di euro nel 2011 (secondo miglior risultato di sempre in Italia dopo Avatar), Checco Zalone ha iniziato a preparare il suo terzo film, Sole a catinelle. Ad annunciarlo, svelando il titolo è il produttore Pietro Valsecchi all'Ansa.

Lunedì (oggi n.d.r.) a Roma comincerà il casting, tutto puntato su volti nuovi, poi le riprese a maggio.

La storia

Il film, che Luca Medici sta scrivendo con il regista Gennaro Nunziante, racconterà la storia di un padre e di un figlio e si svilupperà tra la Puglia e la Toscana (la Val D'Orcia).

Le dichiarazioni di Checco Zalone

Checco Zalone, tre giorni fa, intervenuto a Hollywood Party di Radio 3, aveva annunciato la data d'uscita:

L'uscita me l'hanno imposta loro. Devo dire di sì sennò si incazzano questi della distribuzione. E' ottobre.

L'attore, che ancora non aveva scelto il titolo definitivo ("Il titolo non mi viene"), aveva anche chiesto a Francesco De Gregori di scrivergli le musiche, finendo per offrigli una parte da attore:

Ci mancano le musiche. Se ci fosse un cantautore italiano bravo che mi aiutasse sarebbe stupendo ... [Francesco De Gregori: "Al massimo potrei fare l'attore"] ... lo faresti? C'è una parte per te ... sarebbe un sogno guarda.

Le dichiarazioni di Pietro Valsecchi

Pietro Valsecchi all'Ansa ha spiegato i motivi dei ritardi del film e ha messo le mani avanti riguardo agli incassi che potrebbero non essere in linea con quelli di Che bella giornata:

Quando si fanno quei numeri lì la responsabilità la senti forte e lui ha dimostrato di non voler fare lo stesso film ma di cambiare ogni volta. Due anni di scrittura ma non deluderà anche se i tempi sono diversi, il mercato cambia rapidamente e certi numeri oggi ci sembrano talmente alti da sembrare di tanto tempo fa e invece “Che bella giornata” è solo del 2011. Paragonare quegli incassi con i futuri di Sole a catinelle sarà anacronistico. Ma noi ci crediamo, il film sarà divertente e con un grande cast.

A parte le frasi di circostanza come "sarà divertente" (non è ancora stato girato) e "con un grande cast" (il casting non è ancora incominciato e il cast sarà "tutto puntato su volti nuovi"), il produttore ha giustamente sottolineato la centralità del mercato. E' probabile che il film stesso sia stato condizionato dalle continue mutazioni del mercato.

La genesi del film


Se ripercorriamo la genesi del film dal 2011 ad oggi l'unica cosa certa del film è la collaborazione Checco Zalone - Gennaro Nunziante.

A settembre del 2011 Zalone rivela la trama, ma non il titolo. Si dà per certo che il film esca a Natale 2012:

Il prossimo film, nel 2012, sarà una satira dei ricconi. Un cafoncello, io, che cerca di diventare imprenditore e viene a contatto con un mondo talvolta volgare o paradossale, quello che ho visto in certi salotti. Come la signora che da’ feste di beneficenza per chi muore di fame sfoggiando brillanti da capogiro.

Ad aprile 2012, mentre Zalone è impegnato con il suo spettacolo teatrale Resto Umile World Tour, sembra sempre più improbabile l'uscita del film per Natale del 2012 e la storia diventa meno precisa, tanto che si parla genericamente di Zalone nei panni di un giovane che sogna di diventare un famoso imprenditore.

A giugno del 2012 Medusa conferma il film in uscita a Natale, smentendo E-Duesse che sostiene lo uno slittamento a gennaio 2013.

A fine 2012 si ipotizza il nome del film (Ancora Esisto) e Gennaro Nunziante descrive genericamente l'argomento:

racconteremo a nostro modo il mondo del lavoro, quello che ritengo il più colpito dalle barbarie del capitalismo che a colpi di macelleria sociale e con la scusa della crisi economica ha distrutto un patrimonio inestimabile di valori civili.

Ora conosciamo data (ottobre), titolo (Sole a catinelle) e argomento generico (rapporto padre-figlio). Un bel passo avanti...

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail