Marcia indietro del Governo sui tax credit: scongiurato il pericolo boicottaggi

Il cinema italiano puo’ tirare un sospiro di sollievo: il governo ha reintrodotto i tax credit, scongiurando cosi’ un grave danno alle politiche economiche dell’intero settore cinematografico Italiano. In conseguenza di questo reintegro, le associazioni dei produttori cinematografici danno via libera ai propri associati per partecipare ai principali festival cinematografici nazionali, ovvero Venezia, Roma e

di simona,

Anica

Il cinema italiano puo’ tirare un sospiro di sollievo: il governo ha reintrodotto i tax credit, scongiurando cosi’ un grave danno alle politiche economiche dell’intero settore cinematografico Italiano. In conseguenza di questo reintegro, le associazioni dei produttori cinematografici danno via libera ai propri associati per partecipare ai principali festival cinematografici nazionali, ovvero Venezia, Roma e Torino (ne avevamo parlato qui).

I crediti, previsti dalla legge finanziaria per il 2008, erano stati abrogati con il decreto legge 93 su Ici e straordinari. Il Governo è stato però costretto a una brusca marcia indietro dopo che tutto il mondo del cinema (Anica, Agis, Api e Centoautori, fra gli altri) hanno protestato contro una misura che strangolava l’industria culturale del nostro Paese.

Fonte: Il Tempo/Adkronos

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →