• Film

jOBS, Steve Wozniak rifiutò di lavorare al film dopo aver letto lo script

Il cofondatore di Apple Steve Wozniak critica lo script di jOBS, definendolo non accurato: leggi i dettagli su Cineblog.

Dopo la proiezione del film jOBS al Sundance Film Festival, le prime recensioni si sono dimostrate contrastanti, evidenziando quella che sarebbe una mancanza di veridicità all’interno della pellicola interpretata da Ashton Kutcher nel ruolo del fondatore di Apple, Steve Jobs.

L’altro fondatore di Apple, Steve Wozniak, ha deciso di rincarare la dose ai microfoni di The Verge: nel dettaglio, Woz ha commentato alcune scene e alcuni dialoghi presenti nel film, dove è interpretato da Josh Gad.

A quanto pare, Wozniak fu contattato dalla produzione per lavorare al film, ma si rifiutò di farlo dopo averne letto lo script:

“Sono stato contattato nei primi tempi. Ho letto lo script fino a quanto ha retto il mio stomaco e pensavo fosse merda. Anche Sony mi ha contattato e alla fine sono andato con loro. Non puoi fare tutte e due le cose ed essere pagato.

Lo script faceva cose come promuovere droghe in modi che erano estranei come la clip che ho visto. Per esempio conteneva Jobs che mi offriva droghe. Non ho mai visto Jobs drogarsi né ricevuto alcuna offerta da lui. Se mai avessimo parlato di droghe, avrebbe saputo che non m’interessavano ma le approvavo e frequentavo amici che le usavano al gollege, quindi non sarebbe stato imbarazzante per me parlarne. In realtà, abbiamo parlato dei nostri lavori, di tecnologia e altre cose.”

Una ricostruzione poco accurata quindi secondo Wozniak, che comunque esprime anche qualche parola di elogio:

“Dico ancora tutti che il film su Jobs potrebbe essere una grande hit e lo aspettavo. Penso che abbiano fatto un buon lavoro col casting, cercando buoni attori per interpretare i ruoli.”

Come ricordato dallo stesso Wozniak, il fondatore di Apple è coinvolto nel progetto di Sony Pictures, scritto da Aaron Sorkin. Tornando a jOBS invece, il film uscirà in America il 19 aprile, mentre in Italia sarà Filmauro a distribuirlo per un’uscita non ancora specificata.

Foto | Getty Images

I Video di Cineblog