CineBlog consiglia: Il ragazzo dai capelli verdi

Ore 3.40, Rai 3 ci regala IL RAGAZZO DAI CAPELLI VERDI, esordio registico di Joseph Losey con una favola tenera e dolceamara sulla tolleranza e la pace narrata da un punto di vista molto originale. La storia: Piero è un ragazzino orfano di guerra che vive con il nonno. Un giorno i capelli gli diventano

di carla


Ore 3.40, Rai 3 ci regala IL RAGAZZO DAI CAPELLI VERDI, esordio registico di Joseph Losey con una favola tenera e dolceamara sulla tolleranza e la pace narrata da un punto di vista molto originale. La storia: Piero è un ragazzino orfano di guerra che vive con il nonno. Un giorno i capelli gli diventano tutti verdi e scopre di essere additato come diverso. Stanco delle continue angherie scappa di casa ma presto scoprirà che quel colore è un segnale preciso. Il film è del 1948, il nazismo era appena finito e si risente nel film ancora gli echi di quell’orrore.
Una curiosità: il tema musicale della pellicola è la canzone Nature Boy scritta da Eden Ahbez ripresa poi per l’apertura (cantata da David Bowie) e chiusura (Bowie e Massive Attack) di Moulin Rouge di Baz Luhrmann. Eccola:

There was a boy, A very strange enchanted boy, They say he wandered very far, very far….Over land and sea. A little shy and sad of eye, But very wise was he… And then one day A magic day he passed my way And while we spoke of many things, Fools and kings, This he said to me:
“The greatest thing you’ll ever learn Is just to Love and be Loved in return”

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →