Johnnie To e la mostra del cinema di Venezia

Conclusasi la 65. mostra del cinema di Venezia si fa sentire la voce di Johnnie To, che forte della sua esperienza all’interno della commissione di giuria coglie l’occasione per criticare scelte e politiche del festival.Secondo Johnnie To il problema principale sarebbero stati i film che per il parere dell regista HongKongese sono stati a mala

Conclusasi la 65. mostra del cinema di Venezia si fa sentire la voce di Johnnie To, che forte della sua esperienza all’interno della commissione di giuria coglie l’occasione per criticare scelte e politiche del festival.

Secondo Johnnie To il problema principale sarebbero stati i film che per il parere dell regista HongKongese sono stati a mala pena guardabili.

La scelta “politica” di non dare due premi allo stesso film è stata poi criticata fortemente (come del resto lo aveva fatto anche Wim Wenders) e pure The Wrestler non sarebbe secondo Johnnie To che un film mediocre e che il Leone d’oro sarebbe dovuto andare a Paper Soldier mentre invece il premio per il miglior attore lo avrebbe meritato Mickey Rourke invece che Silvio Orlando.

Anche che il film di Hong Kong in concorso, Plastic City, secondo il maestro cantonese parrebbe ai suoi occhi come un lavoro non finito.

Francamente, pur essendomi perso sia Plastic City che Paper Soldier, direi che le parole di Johnnie To mi sembrano quanto mai veritiere, anche se credo che non parteciperà più ad una giuria.

Fonte: Varietyasiaonline

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →