• Film

A Modern Persuasion di Bonnie Mae porta Persuasione di Jane Austen al cinema nel 2014

A Modern Persuasion di Bonnie Mae riporta Persuasione della Austen al cinema nel 2014

di cuttv

Probabilmente entrare nel club delle fan di Jane Austen in tenera età, ha elevato un po’ troppo le mie aspettative di felicità sentimentale, scatenando con il tempo una sorta di feticismo per ogni adattamento o libera interpretazione dei suoi romanzi, che mi rende forse poco obiettiva, ma elettrizzata per quello che promette di riportare Persuasione al cinema.

L’ultimo romanzo della Austen, scritto durante la malattia che l’ha condotta alla morte nel luglio del 1817, con tutta la maturità e consapevolezza acquisita scrutando con acume e ironia la società vittoriana. La storia d’amore lucida ed appassionante di una donna che ha superato l’età della giovinezza, si è lasciata persuadere, ha rinunciato al suo grande amore e agli sfarzi della sua classe sociale, diventando invisibile agli occhi del mondo, prima di trovare il coraggio di cogliere le gioie di una seconda possibilità.

A 237 anni dalla nascita di Jane Austen, e pochi giorni dai festeggiamenti per il bicentenario di “Orgoglio e pregiudizio”, dopo il debutto alla regia con l’indipendente “A Modern Pride and Prejudice” la regista di origini americane Bonnie Mae sembra intenzionata a fare lo stesso con “A Modern Persuasion” per il 2014. Notizia che ovviamente fornisce l’occasione e il piacere di dare uno sguardo agli adattamenti precedenti, realizzati per il piccolo schermo e arrivati al cinema solo con quella del 2005.

La trama dell’ultimo romanzo lasciatoci dalla scrittrice, pubblicato postumo dal fratello, è ben nota, da leggere anche nella Galassia Gutenberg o in versione audio libro, per chi ancora la ignora…

Anne Elliot è la secondogenita del baronetto Sir Walter Elliot che a 19 anni si è fatta “persuadere” dalla sua vicina, amica e mentore Lady Russell, a rinunciare all’amato, giovane e privo di mezzi adeguati, ufficiale di marina Frederick Wentworth. Dopo quasi un decennio vissuto intrappolata nei rimpianti e le convenzioni della sua classe sociale, il destino e la mancanza di assennatezza del baronetto spendaccione e vanesio e di sua sorella maggiore, regala una seconda possibilità ad una Anne già 27enne, pronta a lasciare la casa della sua amata madre, persa durante l’infanzia, al un nuovo affittuario, l’Ammiraglio Croft e sua moglie, sorella dell’ormai benestante Capitano Wentworth.

“Era stata costretta ad essere prudente da giovinetta, ma crescendo aveva imparato a essere romantica: naturale conseguenza di un inizio innaturale.”

Gli adattamenti per lo schermo, contemplano fino ad ora, una miniserie inglese di 4 episodi, prodotta dalla BBC nel 1960, diretto da Campbell Logan, con una Anne interpretata da Daphne Slater e il capitano Wentworth con il volto di Paul Daneman come il, andata distrutto nel 1970 e impossibile da trovare anche on line.

Una seconda miniserie di 5 episodi venne prodotta di nuovo dalla BBC nel 1971 e diretta da Howard Baker, con Anne Firbank ad interpretare Anne e Bryan Marshall come il capitano, disponibile in DVD, on line in versione originale e doppiata a puntate.

Il film Tv diretto da Roger Michell nel 2005, co-prodotto da BBC Two, American monolocale WGBH-TV, e dalla francese Millesime, ha il volto e lo sguardo intenso della dolce Amanda Root prestato ad Anne, e il fascino ruvido e intenso dell’irlandese Ciarán Hinds al suo amato capitano.

Poi di nuovo nel 2007 con la versione prodotta da Clerkenwell Films e WGBH, distribuito da ITV e PBS, diretto da Adrian Shergold, con Sally Hawkins nella parte di Anne e Rupert Penry-Jones in quella del Capitano Wentworth.

Il film del 2005, l’unico adattamento per il piccolo schermo arrivato nelle sale cinematografiche americane con la Sony Pictures Classics e in altri paesi, raro ma in circolazione anche in Italia in DVD, resta tra quelli più apprezzati da pubblico e critica, per James Rampton di The Independent, è il quarto miglior adattamento Austen di tutti i tempi.

Le ragioni sono attribuibili alla sceneggiata di Nick Dear fedele al romanzo, alla scenografia di Brian Sykes e William Dudley, e le location girate nelle contee inglesi di Gloucestershire, Somerset, Wiltshire, e nelle città di Bath, Lyme Regis e Portsmouth, credibili e ideali per un viaggio nell’Inghilterra Vittoriana. Soprattutto per l’ottima caratterizzazione e interpretazione dei personaggi, che contemplano anche una vitale Fiona Shaw nei pani della Signora Croft, e l’ultimo ruolo di Susan Fleetwood nei panni di Lady Russell, morta poco dopo le riprese.

L’uscita nel 2005 degli adattamenti cinematografici di Orgoglio e pregiudizio e poi di Ragione e Sentimento, ovviamente a contribuito ad oscurarne un po’ il successo, nonostante sia riuscito ad aggiudicarsi diversi BAFTA e un Satellite Award for Best Classic DVD.

I video scarseggiano on line, ma credo che questo, musica a parte, che si discosta di parecchio dalla colonna sonora di Jeremy Sams, riesca a rendere in parte l’intensità della performance e la caratterizzazione degli attori principali e delle atmosfere .

Foto | Facebook