Che bei film! Ma quanti errori!

Costumi, date, numeri… quante imprecisioni!

di carla

Quante volte ci capita di vedere un film e di accorgerci che ci sono degli errori? Non parlo di cavi che si vedono o di microfoni che entrano nell’inquadratura… Parlo proprio di errori che riguardano la storia in sé, di errori su fatti che non sono mai successi o che riguardano cose… impossibili. Mi spiego con qualche esempio:

Braveheart: Nel film con Mel Gibson ci sono diverse inesattezze storiche. Tra le tante: molti dei personaggi indossano i kilt, ma questo indumento è stato inventato solo parecchi anni dopo. Robert Bruce non tradì mai la Scozia: fu lui a guidare gli scozzesi alla vittoria a Bannockburn. William (Mel Gibson) aveva due fratelli, Malcolm e John (e non solo John). Isabella di Francia aveva 3 anni al momento degli eventi narrati (1298) e non ha potuto avere una relazione con Wallace. Ad ogni modo Mel Gibson stesso ha dichiarato di aver cambiato un po’ per drammatizzare, in puro senso cinematografico.

Armageddon: Il film catastrofico diretto da Michael Bay non potrebbe mai succedere veramente. Ok, è un film, non si tratta di “eventi storici” come raccontati in Braveheart ma qui ci affidiamo a degli esperti: la NASA. L’agenzia ha trovato oltre 160 imprecisioni: alcune includono sbagli con atterraggio sull’asteroide, con la bomba usata per dividerlo in due e riguardo alle armi portate nello spazio.

Pocahontas: ok, ora mi verrete a dire che è un film d’animazione e quindi di fantasia. Ma visto che Pocahontas è davvero esistita… allora non prendiamoci troppe libertà. Ad esempio: Pocahontas aveva in realtà circa 10-12 anni quando ha rischiato la sua vita per John Smith. Smith e Pocahontas non sono mai stati amanti o innamorati.

10.000 AC: lasciamo perdere la qualità artistica del film di Roland Emmerich, vediamo gli errori. La tigre dai denti a sciabola non esisteva in questo periodo. Il Mammut non galoppa come fa nel film. I Peperoni e il mais vengono dalle Americhe, non dall’Africa.

Spiriti nelle tenebre: il film con Val Kilmer e Michael Douglas, diretti da Stephen Hopkins, si basa su una storia vera di due leoni che attaccarono degli uomini, in Africa. I felini vennero soprannominati “Mangiatori di uomini dello Tsavo” e la vicenda fu raccontata per la prima volta da John Henry Patterson (nel film interpretato da Val Kilmer), nel suo libro The Man-Eaters of Tsavo and Other East African Adventures. Errori: Charles Remington (interpretato da Michael Douglas) non è mai esistito. I veri leoni assassini non hanno criniere, come mostrato nel film. Nel film il bilancio delle vittime è circa 135 persone, nella realtà è stato 40.

300: adoro 300 ma mi rendo conto che è davvero “romanzato”. Ad esempio… Gli Spartani non sono vestiti con la giusta armatura, così come le donne spartane che sono vestite in modo impreciso. Alcune delle mosse di arti marziali erano sconosciute dai soldati spartani. E alcune armi utilizzate nel film non erano neanche state inventate.

Ovviamente questi sono solo alcuni film di esempio… Aiutatemi voi ad allungare la lista!

I Video di Cineblog