Floppano Nessuna Verità e City of Ember negli Usa, dove stupisce Quarantena, mentre in Italia Mamma Mia! batte No Problem

E chi se lo sarebbe mai aspettato? Complimenti vivissimi a quei 18 ‘maghi che hanno indovinato la testa del boxoffice Usa al Fantaboxoffice perchè questa settimana era davvero dura. Tutti abbiamo dato per scontato Ridley Scott sicuro ‘re’ del weekend con il suo Nessuna Verità, uscito invece con le ossa rotte dal boxoffice Usa. Sono



E chi se lo sarebbe mai aspettato? Complimenti vivissimi a quei 18 ‘maghi che hanno indovinato la testa del boxoffice Usa al Fantaboxoffice perchè questa settimana era davvero dura. Tutti abbiamo dato per scontato Ridley Scott sicuro ‘re’ del weekend con il suo Nessuna Verità, uscito invece con le ossa rotte dal boxoffice Usa. Sono appena 13 i milioni di dollari incassati dalla pellicola, costata 70, e incapace di raggiungere i 5000 dollari di media per sala. Visto il regista e il cast d’applausi, DiCaprio/Crowe, un risultato impensabile. Potrà ambire massimo ai 30/35 milioni di dollari e già si può parlare di fallimento.

Ad approfittarne nuovamente lui, Beverly Hills Chihuahua, arrivato zitto zitto ai 52 milioni di dollari, seguito al 2° posto da uno stupefacente Quarantena. Il remake di Rec incassa addirittura 14 milioni di dollari, dopo esserne costati 12, ottenendo la media per sala più alta dell’intera Top10. Un’altra enorme delusione arriva dal fantasy letterario City of Ember. La pellicola, costata 38 milioni di dollari, non arriva ad incassarne nemmeno 4, ottenendo una media per sala ridicola e il traguardo massimo dei 7/8 milioni di dollari.

A far proseguire il ‘weekend delle mazzate’ ci si mette anche lo sportivo The Express, costato ben 40 milioni di dollari e capace d’incassarne poco meno di 5, mentre toccano il tetto dei 70 milioni Eagle Eye, quello dei 32 Come un Uragano, quello dei 20 Nick and Norah’s Infinite Playlist, quello degli 11 Appaloosa e quello dei 6 The Duchess. Escono definitivamente della top10 due altre delusioni mostruose: Blindenss – Cecità, costato 25 milioni di dollari e arrivato ai 3, e Miracolo a Sant’Anna, costato 45 milioni di dollari e arrivato ai 7 milioni e mezzo. La crisi finanziaria Usa sta colpendo seriamente anche l’industria del cinema. Aspettiamoci incassi ridotti all’osso per molti film da qui in avanti. E in Italia? Qualcuno sarà riuscito a spodestare Mamma Mia! dal trono? Andiamolo a vedere…

Che Dio salvi la domenica. Dopo il venerdì ed il sabato probabilmente molti distributori si sono ritrovati con le mani nei capelli, visti i disastrosi risultati fatti registrare da tutte le new entry nei primi due giorni di programmazione: 171,000 euro per No Problem, 133,000 per Disaster Movie e 104,000 per The Mist. Incassi estivi a metà ottobre, con una domenica senza partite di calcio che ha però riportato la ‘normalità’ all’interno del botteghino nazionale, dove continua a volare Mamma Mia!.

Splendido 2° weekend per il musical degli Abba con Meryl Streep protagonista. Dopo il milione e 800,000 euro della scorsa settimana, il film ne incassa quasi un altro milione e mezzo, superando la soglia dei 4 milioni di euro incassati in appena 10 giorni! Per un musical è un risultato a dir poco eccezionale qui in Italia, solitamente restia nei confronti del genere. Il traguardo dei 7 milioni di euro è a questo punto assolutamente alla portata del film, come pronosticato 10 giorni fa dal sottoscritto.

Ottima e stupefacente invece la ripresa di Salemme con il suo pessimo No Problem. A conti fatti il film si porta a casa oltre un milione e 400,000 euro, con 226.699 italiani che si son messi in fila alla cassa per vederlo. Considerando le premesse dei primi due giorni, se non è un miracolo poco ci manca…

I veri eroi di questo weekend sono però i 154.884 italiani che hanno pagato per andare a vedere Disaster Movie! La pellicola demenziale supera di un nulla il milione di euro d’incasso, confermando il relativo successo di titoli simili, capaci sempre e comunque di portarsi a casa la solita fetta di fedeli spettatori. Misteri della 7°arte… ma il cinema è bello proprio per questo!

Il ‘fastidio’ cresce poi nel vedere come un ‘gioiellino’ horror come The Mist si debba invece accontentare di 561,000 euro. In questo caso sono stati 84.144 gli italiani che si sono fatti angosciare e inquietare dalla pellicola di Darabont, per un risultato che potrebbe crescere nei prossimi giorni grazie al possibile e meritato passaparola. Buono il risultato ottenuto da La Classe, trionfatore a Cannes, con 70 copie a disposizione e 260,000 euro incassati, mentre è deludente l’esordio di The Women, con 360,000 euro incassati, con tante altre pellicole che si apprestano a raccogliere le ultime bricioline.

Zohan si avvicina ai 2 milioni di euro, La Mummia 3 si conferma una delusione, con il risultato dei 5 milioni di euro quasi raggiunto, Sfida senza Regole recupera e sfiora i 3 milioni di euro, Burn After Reading vola sopra i 5 milioni di euro mentre Miracolo a Sant’Anna si conferma un floppone, tanto da non essere ancora arrivato al milione di euro.

Ma attenzione al prossimo weekend perché sono in arrivo Woody Allen e il più bel film dell’anno… Wall-E!

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →