• Film

Identity Thief boom al box office Usa: 36 milioni di dollari in 72 ore

Commedia boom con Identity Thief al box office americano

Voglia di commedia. Era da tempo che il box office americano non premiava un titolo esplicitamente ‘divertente’, fino all’arrivo di Identity Thief. Stroncata dalla critica, la pellicola Universal ha incassato 36,593,000 dollari in 72 ore, con una media per sala di 11,650 dollari. Stracciato l’esordio di Bridesmaids, fermatosi poco sotto i 27 milioni due anni fa, e di Horrible Bosses, partito nel 2011 con 28 milioni, per un film costato 35 milioni e di fatto già rientrato dei costi di produzione. Calo importante e seconda posizione per Warm Bodies, arrivato ai 36,625,082 dollari in 10 giorni di programmazione. Per essere ‘il nuovo Twilight’, era lecito attendersi numeri ben più ricchi. Che l’annunciato sequel non sia poi così scontato?

Medaglia di bronzo per l’altra new entry forte del fine settimana, ovvero Side Effects. ‘Solo’ 10 milioni di dollari per Steven Soderbergh, tornato ai suoi numeri dopo l’inatteso exploit di Magic Mike. Per il regista siamo sui livelli di Haywire, fermatosi esattamente un anno fa ai 19 milioni. Chi invece continua a tenere in modo straordinario dopo 13 settimane di programmazione è Il Lato Positivo. -11% sugli incassi ed altri 7 milioni di dollari in cassa per il film pluri-candidato agli Oscar, arrivato ai 90,002,239 dollari. Il muro dei 100 cadrà, facendo automaticamente meglio di The Fighter, fermatosi 12 mesi fa ai 93 milioni.

Sono invece diventati 43,832,853 i dollari raccolti da Hansel and Gretel: Witch Hunters, che ne è costati 50, con lo stupefacente Mama arrivato ai 64 milioni di dollari. Ancora Jessica Chastain in settima posizione con Zero Dark Thirty, arrivato agli 84 milioni, mentre Argo torna in Top10 dopo 18 settimane di programmazione con un +23% sugli incassi ed un totale di 123,733,613 dollari. Costato 45 milioni, il film di Affleck ha raggiunto i 200 worldwide. Chiusura di chart con Django Unchained, straordinario con i suoi 154,501,132 dollari, mentre Bullet to the Head si conferma un clamoroso, immeritato ed inspiegabile flop. -56% sugli incassi e meno di 2 milioni di dollari in 3 giorni per lo splendido titolo di Walter Hill, arrivato agli 8,171,000 dollari d’incasso in 10 giorni di programmazione. Un disastro.

Con solo 300 copie tra le mani Top Gun 3D è riuscito ad incassare poco meno di 2 milioni di dollari, mentre Lincoln ha salutato la Top10 dopo 14 settimane di permanenza, brindando grazie ai 173,607,000 dollari raccolti. Tra i candidati al Miglior Film, è lui il ‘Re’ del box office, con Django secondo, Les Miserables terzo a quota 143,984,000 dollari e Amour ultimo con 3,023,599 dollari.

Weekend ricchissimo il prossimo, grazie alla concomitanza con San Valentino, tanto dal proporci il romantico Safe Haven, il cartoon Escape From Planet Earth, l’action A Good Day to Die Hard e soprattutto Beautiful Creatures, chiamato a far furore. Ma l’ennesimo ‘nuovo Twilight’ riuscirà nell’impresa?

I Video di Cineblog