4 chiacchiere con Claudia Mongini


Qualche post fa, in uno dei nostri concorsoni stupidoni, abbiamo messo in palio il primo volume della Storia del Cinema di Fantascienza curato da Giovanni e Claudia Mongini. Nei commenti è apparsa anche lei che, GUARDA CASO!, sapeva tutte le risposte... Ora è qui e gentilmente si è resa disponibile a rispondere alle mie domande da rompiballe...

1. Eccoci Claudia, intanto grazie per avermi concesso questa intervista. Sai, è strano per me perchè sto leggendo l'enciclopedia di fantascienza curata da te e tuo padre per la mia tesi ed è bello, veramente, poterti conoscere.

Per la tua tesi? WOW!
Ne voglio una copia, assolutamente =)
E poi sono io che ringrazio te per avermi chiesto questa intervista!




2. Santo cielo, Claudia, certo che ti darò una copia della tesi! Oddio, adesso mi sono emozionata... iniziamo, raccontaci di te. Da dove vieni, chi sei, dove vai...


Vengo da Firenze, dove sono nata e cresciuta. Poi, a 19 anni ho preso il volo e mi sono interessata a varie cose. Sono un giullare di corte, mi piace stare in allegria e sdrammatizzare tutto il possibile in qualsiasi situazione (anche le interviste). Sono anche troppo esplicita e spesso questo difettuccio-uccio-uccio mi ha portata a situazioni non troppo divertenti (per gli altri s'intende!).

Adoro un sacco di cose diverse, dalla cucina giapponese (che ehm, non ha dato i risultati sperati) allo scrapbooking, alla scrittura (ma va?), la musica, il cinema, la grafica e l'informatica; strano a dirsi ma il mio diploma superiore e' proprio in informatica!
Dove sto andando non lo so, spero solo di non andarci troppo veloce o mi ritirano i punti sulla patente!


3. Da dove nasce la tua passione per la fantascienza?

Non so come sia cominciata, forse c'e' sempre stata. Dapprima erano i film horror a farla da padrona, ricordo ancora un pranzo di Natale in famiglia con in sottofondo la videocassetta di "A Nightmare on Elm Street" (e tutti i parenti preoccupati per una mia possibile adolescenza difficile - e mia mamma che girava per casa con un sacchetto di carta per la vergogna.. quando non rompeva i piatti per la paura di certe scene!).

La passione per la fantascienza credo arrivi con "Close Encounters of the Third Kind", ero affascinata dalla possibilita' che altre forme di vita potessero contattarci in modi cosi' dolci e gentili. Poi fu il turno di "Star Wars".. ma ancora oggi non sono riuscita a vedere un episodio intero senza addormentarmi.

Con la proposta di Fanucci di rieditare la Storia del Cinema di Fantascienza (gia' scritta da mio padre nel '76) cominciai a scoprire un sacco di films SciFi anni '30/40/50/60 e ne rimasi colpita. Harryhausen che riusciva con 'cosi' poco' a creare mondi spettacolari, Wells che fece prendere un colpo alle folle con le cronache di un'invasione marziana e tutti i vari formiconi, lucertoloni, tarantoloni, alieni e mutanti. Di sicuro i miei mostri preferiti sono Gojira e Gamera, ma non disdegno nemmeno la Mantide =)


4. Avrai sicuramente un film di fantascienza preferito. Quale e perchè?


Ai tempi c'era "MIB" di Sonnenfeld con Willy Smith e Tommy Lee Jones perche' era un mix divertentissimo di azione, effetti speciali e mostrilli affamati. Poi "Dark City" di Alex Proyas mi aprì un mondo meraviglioso sul sogno di una razza aliena morente di preservarsi tramite il trasferimento dei ricordi. E' molto dark come ambientazione e sia Rufus Sewell che Kiefer Sutherland sono meravigliosi (si ok, c'e' anche la cialtronella della Connelly, ma anche se brava non fa testo =P).

Direi che per adesso nessun film di SciFi batte "Dark City", prova pero' a richiedermelo tra 10 anni, forse ne avro' trovato uno migliore.. tranne forse che per i "Muppets in Space", ma questa e' un'altra storia =)


5. Vabbè, i Muppets non si toccano! Concordo. Cosa ne pensi delle serie tv dedicate al genere? Le segui?

Se le seguo?
Caspiterina!
Sono variegate e spesso ben fatte e ne seguo un sacco e mezzo. Una delle piu' famose anche a livello di pubblico e' stata "The X Files"; ricordo che una sera io e mio padre rimanemmo paralizzati davanti alla TV sperando che i consueti buchi neri (tanto amati da Carter) non preludessero alla sigla finale, mentre palpitavamo per vedere se Fox sarebbe riuscito a incontrare l'Indiano che fuma nelle puntate finali.

Sono un po' maniaca di "The Lost City" e "Buck Rogers" (e anche "Duck Rogers" con Duffy Duck a dire il vero) e "Battlestar Galactica", "Space 1999" e "Thunderbirds" e ancora "Star Trek TOS/TNG" e "The Outer Limits/The Twilight Zone".

Ma non disdegno certo le serie piu' nuove come "Stargate SG-1", "Dark Angel", "Star Trek VOY", "Babylon 5" e anche "Cleopatra 2525", a volte banaluccio ma guardabile.
Non posso non citare "Alf", il peluShione alieno che imperversa nella famiglia modello americana e "Earth 2".. e ce ne sarebbero ancora tantissime, ma la pianto qui o stiamo a divagare per altre 20 pagine!

E' comunque un gran bene vedere che si continuano a produrre, a volte le idee sono riciclate e forse manca quel pizzico di fantasia per creare la serie migliore del secolo (al momento il primato e' detenuto da "Star Trek The Old Serie" secondo il National Enquirer), e spesso vengono dimenticate -soprattutto quelle piu' attempate- ma finche' ce ne saranno io le guardero'!
.. sembra un po' una minaccia detta cosi eh..



6. Tempo fa su Cineblog abbiamo parlato dei "maniaci" dei gadget cinematografici. Tu hai qualcosa in casa?

Ok, quanto spazio abbiamo? =)

La maggior parte dei gadgets sono a casa dei miei genitori, francamente qui non avrei molto posto e i bambini non credo che sarebbero felici di dividere la stanza con statue e modellini di astronavi, mostri e vampiri...

Qui ho solo qualche bustino della serie "Movie Maniacs", qualche astronavina, razzi Saturn e Ariane, un bellissimo modellino in metallo di Evangelion Test Type Soul of Chogokin, Gojiri di varia natura e grandezza, Goldrake e tutte le sue astronavi (Jeeg e' in arrivo), Gundam, le astronavi Micro Machines di Star Wars, un'Enterprise Paper Model autografata da Patrick Stewart e un sacco di libri, francobolli, buste e armenicoli anche rari e autografi.

A casa dei miei c'e' di tutto: modellini di astronavi di ogni genere, in particolare di "Alien" e di "The War of the Worlds", la macchina di "The Time Machine", busti di Cushing, Price, Lee e vampirame vario, pugnali Klingon, l'automa di "Metropolis", Godzilla telecomandati, veicoli spaziali e lunari, razzi (anche di un paio di metri di altezza), francobolli e buste spaziali, statue che vanno dal suppliziante Pin Head a Frankenstein passando per Vampira e Fred Krueger, maschere in lattice, oggetti vari provenienti da set cinematografici (come il logo di Star Crash in polistirolo, l'uovo -lampada da salotto- di Maciste etc etc etc), stampe e disegni autografi di Rambaldi, peraltro amico d'infanzia di mio padre, ad ogni parete, locandine originali, pellicole di qualsasi tipo, super8, nastri, riviste, fanzine, libri, atlanti e un sacco di altre cose che fanno venire le verruche a mia mamma quando le deve spolverare.

Mio padre le compra e lei le pulisce.. "col pennellino.. per bene, eh.. no! cosi' no... faccio io va!"




7. M'immagino l'atmosfera! Cosa ne pensi degli effetti speciali in computer grafica che popolano i film di oggi?


Gran cosa! Ottimali, bellissimi, spettacolari!
Sono indispensabili al giorno d'oggi, anche per le produzioni minori; i costi ovviamente variano da film a film ma se ti accontenti di sfx realizzati da un genio del computer riesci a trasformare qualsiasi cosa in uno spettacolo visivo. Ho un amico che ha realizzato un lungometraggio delizioso con degli effetti speciali grandiosi con un budget ridicolo.
Certo, c'e' da ricordare che se non fosse stato per Harryhausen e i milioni di movimenti a stop motion fatti, oggi non saremmo a questo punto, ma e' un'evoluzione naturale. Purche' non si intasi il film di effetti gratuiti e dozzinali, il che risulta sempre pomposo.
Diciamocelo, se i ragazzi d'oggi vedessero "This Island Earth" e "Armageddon" sicuramente resterebbero affascinati dalla pelata di Willis e disdegnerebbero il mutante di Metaluna, ma i veri appassionati comprendono e si lasciano affascinare da tutti i tipi di sfx, con un occhio un po' critico nei confronti dei nuovi. Almeno io li spulcio in lungo e in largo.. vedessi le scene a casa: mio marito e mia mamma che spalancano gli occhioni, io e mio padre a perderci a parlare di come e perche' li han realizzati, cosa han fatto, chi li ha costruiti etc etc.


8. Stai lavorando a qualcosa di particolare, cinematograficamente parlando?


Cinematograficamente ho un progetto a lungo termine che sto pian piano portando avanti, ma sono scaramantica e non dico niente altro!

Editorialmente.. beh, continuo a scrivere articoli e racconti brevi, da quando sono nati i gemelli non ho moltissimo tempo ma non rinuncio alla passione della carta stampata. Inoltre a breve uscira' un nuovo volume dedicato al cinema per la Perseo Libri curato da me e papa'.

Virtualmente parlando mi dedico alla grafica 3D e qui ci sono un paio di progetti in corso che riguardano un fumetto che devo trasporre in 3D per un editore americano (il fumettista e' un amico di grandissimo talento ma e' anche superpignolo e dobbiamo lavorare bene sul personaggio) e un ambiente grafico per un videogame (sempre per una software house d'oltreoceano) che uscira' a fine estate del 2006.

Poi ci sono tutte le piccole altre cose minori che riguardano le recensioni, le consulenze, le traduzioni et similia che comunque continuano a stimolarmi.


9. L'ultimo film che hai visto al cinema?


Al cinema ci vado pochissimo, ho la fortuna di avere amici nelle alte sfere che mi fanno avere i digitali dei film in anteprima stampa cosi' posso guardarli da casa. Ma se un film davvero mi interessa vado a vederlo.
Gli ultimi due che ho visto sono stati "LOTR - The Return of the King" e "Shrek 2" mentre per la SciFi "La guerra dei Mondi". Che non mi ha emozionato piu' di tanto anche se il concetto e' stato ben riassestato, ma ho troppi pregiudizi e non sta al livello dell'originale =)

E poi Tom Cruise non mi piace piu' da quando sta con la gallinella Katie Holmes =)


10. Hai qualche consiglio da darci per il Cineblog?

Lo seguo da diverso tempo (a proposito, complimenti - ecco la lisciata eh!) e ho trovato un sacco di informazioni utili, ben dettagliate e tante curiosita'. L'angolo dei quiz e' il mio favorito!

Per essere un blog e' molto avanti, anche perche' da spazio a categorie come l'Hardware e i Prodotti che ben si legano alla cinematografia e gli Inviati Speciali sono davvero una bellissima proposta dal momento che al giorno d'oggi tutti son capaci di dire e fare tutto, ma ne va spesso a scapito della qualita'!

Cineblog e' completo e non so cosa potrei aggiungerci.. aspetta.. forse l'angolo dell'esperto =P

Claudia, non dirlo due volte che sei la prima candidata! Nel frattempo ti ringrazio tantissimo issimo issimo e ti faccio IN BOCCA AL LUPO per il tuo futuro e i tuoi progetti. Spero di risentirti e rileggerti presto. Un abbraccio.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: