Buon compleanno Sarah Polley. Compie 30 anni l’attrice e regista canadese di Away from her

L’attrice e regista Sarah Polley non è sicuramente un nome da copertina di rivista eppure questa trentenne canadese è un personaggio veramente molto interessante, uno di quei nomi che abbiamo sentito nominare molte volte, ma che ancora non riusciamo bene ad associarne il volto. Ma vi assicuro che merita una conoscenza più approfondita.Sarah Polley è

Sarah Polley birthday gallery

L’attrice e regista Sarah Polley non è sicuramente un nome da copertina di rivista eppure questa trentenne canadese è un personaggio veramente molto interessante, uno di quei nomi che abbiamo sentito nominare molte volte, ma che ancora non riusciamo bene ad associarne il volto. Ma vi assicuro che merita una conoscenza più approfondita.

Sarah Polley è nata a Toronto, l’8 gennaio 1979. Inizia la sua carriera di attrice giovanissima e già a 9 anni compare con il padre Michael Polley in un film di Terry Gilliam, Le avventure del Barone di Munchausen (1988). Anche la madre, Diane Polley è stata attrice. Molto fruttuosa anche la carriera di Sarah nelle serie televisive che intraprende l’anno seguente: Road to Avonlea nel 1989 e Lantern Hill nel 1990 (per questo ultimo film vince anche il Gemini Award l’equivalente dello statunitense Emmy Award.

Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery

La piccola Sarah si avvia ad essere una delle fortunate (?) bambine che non riescono a vivere a fondo la propria infanzia. A ciò si aggiunge la morte della madre, quando lei ha 11 anni. Per quanto riguarda le sue performance televisive, mostra di nuovo il suo talento vincendo nel 1996 il suo secondo Gemini Awards, per Straight up! (ha appena 17 anni!).

Il cinema non può farsi sfuggire un talento del genere e difatti ci pensa il regista armeno canadese Atom Egoyan (col quale aveva già recitato in Exotica, 1994) a farle recitare una parte ne Il dolce domani (1997). Grazie a questo ruolo la Polley entra nel giro delle attrici che lavorano anche per produzioni indipendenti. Ed inoltre non nasconde di segliere solo copioni con una rilevanza sociale. Recita in Guinevere (di Audrey Wells, 1999), Go (di Doug Liman, 1999). Arrivano anche produzioni più consistenti e registi blasonati: Existenz (di David Cronenberg, 1999), nel 2000 Le bianche tracce della vita di Michael Winterbottom e Il mistero dell’acqua di Kathryn Bigelow.

Ma il ruolo più riuscito della sua carriera è quello della protagonista de La mia vita senza me (2003), film della brava regista ispano-canadese Isabel Coixet. Con la stessa regista reciterà al fianco di Tim Robbins ne La vita segreta delle parole (2005), un film intimista e toccante ma non all’altezza del precedente.

I ruoli in produzioni di livello continuano: L’alba dei morti viventi, regia di Zack Snyder (2004), Non bussare alla mia porta, di Wim Wenders (2005). La critica parla, però, della sua scelta di lavorare solo in produzioni indipendenti, come di un suicidio professionale, ma il carattere e la determinazione etica di Sarah non accetta compromessi di nessun tipo.

Una svolta professionale che sembra forse liberarla da un empasse espressiva arriva nel 2006, quando passa dietro la macchina da presa e dirige una attrice del calibro di Julie Christie in Lontano da lei-Away from her. E difatti, in quest’occasione, la Christie ci regala una prestazione magistrale. Buon compleanno Sarah!

Curiosità: E’ alta 157 cm. Ha debuttato nel mondo del cinema a 6 anni. E’ sposata dal 2003 con David Wharnsby. E’ politicamente impegnatissima: si rifiutò, nel periodo della guerra del golfo (lei ha 12 anni!), di togliersi un ciondolo con un simbolo pacifista, come chiedeva la produzione Disney, ad una premiazione per bambini a Washington. Avrebbe dovuto interpretare Penny Lane in Almost famous di Cameron Crowe e Felecia ne Il viaggio di Felecia di Atom Egoyan. Ha anche declinato l’offerta di entrare nel cast di The Bourne identity. E’ stata membro della giuria al festival di Cannes nel 2007. Ne La pupa e la secchiona la gara di Cineblog riservata alle attrici più belle e brave è stata eliminata nella prima fase.

Filmografia
-Un magico Natale (1985)
-Ramona, serie TV (1988)
-Le avventure del barone di Münchausen (1988)
-La strada per Avonlea, serie TV (1989)
-Exotica (1994)
-Il dolce domani (1997)
-Last Night (1998)
-Guinevere (1999)
-eXistenZ (1999)
-Go – Una notte da dimenticare (1999)
-Le bianche tracce della vita (2000)
-Il mistero dell’acqua (2000)
-No Such Thing (2001)
-The i Inside (2003)
-La mia vita senza me (2003)
-Siblings (2004)
-L’alba dei morti viventi (2004)
-La vita segreta delle parole (2005)
-Non bussare alla mia porta (2005)
-Beowulf & Grendel (2006)
-John Adams (2007)
-Mr. Nobody (2008)

Filmografia da regista:
-Don’t Think Twice (1999)
-I Shout Love (2001)
-Away from Her – Lontano da lei (2006)

Sarah Polley birthday gallery

Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley con MAria de Medeiros birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley ne La mia vita senza me birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery
Sarah Polley birthday gallery

Ultime notizie su Spiderman

Tutto su Spiderman →