Le scene cult. L’Eco danzante della foresta dei pugnali volanti ovvero Zhang Yimou fa le prove tecniche di Pechino 2008

La scena che più mi aveva entusiasmato di La foresta dei pugnali volanti è stata quella del pirotecnico “passo dell’eco danzante” con Zhang Ziyi ballerina cieca che volteggia nell’aria sotto gli occhi estasiati dei presenti (e del pubblico in sala). Probabilmente una delle sequenza più belle di questo decennio. Inutile aggiungere che, col senno di

La scena che più mi aveva entusiasmato di La foresta dei pugnali volanti è stata quella del pirotecnico “passo dell’eco danzante” con Zhang Ziyi ballerina cieca che volteggia nell’aria sotto gli occhi estasiati dei presenti (e del pubblico in sala). Probabilmente una delle sequenza più belle di questo decennio. Inutile aggiungere che, col senno di poi, e dopo aver visto la spettacolare cerimonia di apertura del maestro Zhang Yimou a Pechino 2008, questa sequenza non può non essere letta come un prologo a quell’evento, o perlomeno come l’episodio che ha facilitato la scelta, da parte dell’organizzazione, del grande regista di Lanterne rosse e La storia di Qiu jou.

La locandina del film
locandina Foresta dei pugnali volanti