Film 2013-2014: Will Gluck farà rivivere Agatha Christie – Breck Eisner alla regia di The Last Witch Hunter

Alexandre Desplat musicherà The Monuments Men di George Clooney

The Last Witch Hunter: sarà Breck Eisner, regista del remake The Crazies, nel 2010, a dirigere il thriller soprannaturale The Last Witch Hunter. Secondo quanto riportato da Deadline, il roccioso Vin Diesel sarà il protagonista, per un progetto che ruoterà attorno a un cacciatore immortale costretto a collaborare con una strega, sua preda e più grande nemica, per proteggere New York da una devastante forza del male. Prodotto dalla Summit Entertainment e dalla Emmett / Furla, The Last Witch Hunter sarà in sala nel 2014.

Agatha: dopo Marilyn ed Hitchcock, anche Agatha Christie diventa ‘inusuale’ biopic. La Paramoun Pictures avrebbe infatti affidato al promettente Will Gluck (Easy A, Friends with Benefits) il progetto Agatha. Sceneggiato da Allison Schroeder (Mean Girls 2), il film dovrebbe interessarsi degli 11 giorni in cui la Christie scomparve, nel 1926. In quell’anno due eventi sconvolsero la vita della scrittrice: morì sua madre e suo marito chiese il divorzio. La Christie reagì al tutto inaspettatamente, dileguandosi dalla sua casa, e vagabondando in stato di amnesia. Il caso destò grande scalpore, ma dopo 10 giorni di ricerche la donna venne ritrovata ad Harrogate, località termale dell’Inghilterra settentrionale, dove soggiornava in un albergo del posto registrata con il nome dell’amante del marito, senza alcuna spiegazione al riguardo. Gluck, solitamente più incline alle commedie, dovrebbe affrontare Agatha dopo il suo prossimo progetto made in Sony, ovvero il remake del musical Annie, prodotto da Will Smith e con Quvenzhané Wallis protagonista. Secondo DeadLine Chris Bender, Cale Boyter, Mary Parent, JC Spink e Jake Weiner andranno a produrre la pellicola, per un progetto che riporterà in vita una 36enne Christie. Ma a chi farla interpretare?

La buona società: pubblicato nel 2011, La buona società di Amor Towles diverrà film. Scott Neustadter e Michael Weber sono stati infatti incaricati di adattare il romanzo per la Lionsgate, desiderosa di portarlo al cinema. Nei lavori precedenti dei due autori spiccano 500 Giorni Insieme e l’imminente The Spectacular Now. Al centro della trama la notte di capodanno del 1937 all’Hotspot, un night club del Greenwich Village a New York. In fondo a una pista da ballo piccola e vuota, un quartetto jazz suona stancamente. A un tavolo appartato dell’Hotspot, tuttavia, Evelyn Ross e Katey Kontent ostentano senza problemi la loro giovanile e spensierata avvenenza. Evelyn, bionda naturale, capelli lunghi fino alle spalle, è una di quelle tipiche bellezze del Midwest che volgono a un certo punto le spalle alla casa paterna per avventurarsi nella grande metropoli newyorchese. Katey è un’attraente giovane donna di buone letture che, per sbarcare il lunario, sbriga la corrispondenza nello studio legale Quiggin &C Hale. Le due ragazze si sono scolate già una buona dose di gin e, visto che hanno in borsa una decina di centesimi ciascuna e in testa l’idea di continuare a bere, si apprestano a fare gli occhi dolci al contrabbassista o al barista di turno quando si verifica l'”apparizione”. Dritto, alto un metro e settantacinque, capelli castani e occhi azzurri, cravatta nera e bellissimo cappotto appoggiato al braccio, un giovane uomo compare sulla soglia. Il giovane è Theodore Grey, detto Tinker, banchiere a Wall Street, con appartamento al 211 Central Park West. In una parola, l’uomo del destino per le due ragazze, colui che le condurrà nella “buona società” newyorchese della fine degli anni Trenta, prima di precipitare nel baratro di una guerra i cui venti spirano già in Europa.

The Monuments Men: 5 nomination agli Oscar nelle ultime 7 edizioni, ma soprattutto 15 colonne sonore negli ultimi 3 anni. L’instancabile Alexandre Desplat scriverà le musiche di The Monuments Men, atteso ritorno alla regia di George Clooney. Per i due sarà un semplice ritrovarsi, visto che nel 2011 collaborarono per Le idi di Marzo. Il 2013 di Desplat diventa così da subito impegnativo, avendo già firmato per musicare “The Butler” di Lee Daniels e “Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson. L’Academy finirà per premiarlo per sfinimento. Protagonisti del film, lo ricordiamo, George Clooney, Matt Damon, Bill Murray, Cate Blanchett, Jean Dujardin, Bob Balaban, Hugh Bonneville e John Goodman. Tratta dal romanzo (basato su fatti realmente accaduti) Monuments Men: Allied Heroes, Nazi Thieves, and the Greatest Treasure Hunt in History di Robert M. Edsel, la pellicola racconta di un gruppo di otto uomini, direttori di musei americani e britannici, curatori, storici dell’arte ed esperti, selezionati dal governo degli Stati Uniti che – in corsa contro il tempo, dietro le linee nemiche e spesso senza armi – hanno rischiato la vita per trovare e recuperare le opere d’arte rubate dai nazisti.

Fonte foto: GettyImage

I Video di Cineblog