Religiolus: le dichiarazioni del regista Larry Charles e del comico Bill Maher

Arriva anche in Italia Religiolus (Religulous), nei nostri cinema dal 20 di febbraio. Il documentario americano di Larry Charles sulla religione è approdato al Festival di Torino (qui le nostre impressioni) e siamo certi che farà discutere anche nel nostro Paese. Dopo aver visto il primo trailer, oggi vi proponiamo una serie di foto. Sì

di carla

religulous foto 13

Arriva anche in Italia Religiolus (Religulous), nei nostri cinema dal 20 di febbraio. Il documentario americano di Larry Charles sulla religione è approdato al Festival di Torino (qui le nostre impressioni) e siamo certi che farà discutere anche nel nostro Paese.

Dopo aver visto il primo trailer, oggi vi proponiamo una serie di foto. Sì vi ricordate bene, Larry Charles aveva diretto Borat e quindi aspettatevi qualsiasi cosa. In più il film è nella mani dell’irriverente comico Bill Maher. Speriamo che questo 2+2 faccia scintille positive.

Seguono le dichiarazioni del regista e di Maher. Che ne pensate?

religulous foto 13g

“Sin dai miei esordi con Politically Incorrect, nel 1993, e durante gli ultimi quindici anni è stato un piacere fare della religione organizzata uno dei miei bersagli preferiti. Spesso spiegavo alle persone, “Non ho bisogno di prendere in giro la religione, lo fa già benissimo da sola.” E poi invece iniziavo a prenderla in giro, così , tanto per ridere.

Con fanatici della religione come George Bush e Osama bin Laden che controllano il mondo, mi è sembrato che negli ultimi anni questo tema, il tentativo, cioè, di demistificare l’uomo che si nasconde dietro al sipario, necessitasse di un forum più ampio, più tenace e meglio mirato, rispetto ai programmi televisivi notturni. Volevo fare un documentario e volevo che fosse divertente. Non esiste niente di più ridicolo delle antiche storie mitologiche che ancora oggi sopravvivono sotto le sembianze delle religioni e lo scopo di questo film è proprio quello di cercare di essere estremamente divertente. A meno che, ovviamente, non siate religiosi, in tal caso, allora, il film potrebbe non essere di vostro gradimento.

Chi avrei mai potuto chiamare a dirigermi in un’impresa tanto epica? Esisteva una sola persona adatta, il suo nome è Larry Charles. Spero che insieme siamo riusciti a portare a termine l’impresa. Anche se, in realtà, non è stato così difficile, considerando che, dal punto di vista della comicità, il tema della religione offre innumerevoli spunti da cui attingere.

religulous foto 14

Come comico la religione mi ha sempre interessato, era proprio questo l’argomento che meglio si prestava per le migliori battute. Credo che ciò debba suggerirci qualcosa: i comici cercano argomenti che non hanno senso, che sono illogici.

Anche quando ero un comico alle prime armi, le battute che facevano ridere di più e che mi assicuravano inviti al Tonight Show erano quelle a sfondo religioso.

Anche la politica è una fonte molto ricca da questo punto di vista, ma per quanto i politici possano promettere cose ridicole, non raggiungono neanche minimamente i livelli di alcune religioni, come ad esempio la pratica dei Mormoni, che promette alle coppie sposate un pianeta su cui dominare nell’aldilà, a patto che il loro matrimonio terreno sia impeccabile. Arrivano a prometterti un pianeta, è come ricevere un certificato che attesta che hanno dato il tuo nome ad una stella; anche se, in effetti, in America la stella te la danno sul serio!

Unitevi assieme a me nella battaglia finale tra intelligenza e stupidità, con la quale verrà deciso il futuro dell’umanità. Prossimamente, in una casa di falsi idoli vicino a voi”.

-Bill Maher

religulous foto 15

“Dunque, un vecchio Dio, un vecchio e possente Dio che vive nello spazio, decide di creare il primo uomo dalla polvere della terra, poi dalla costola di quell’uomo crea una donna. I due potranno vivere per sempre se riusciranno a resistere alla tentazione di assaggiare il frutto proibito dell’albero della conoscenza, ma la donna viene spinta da un serpente parlante a mordere la mela e da allora l’umanità è maledetta. Oppure, che ne dite di questa qui? Questo stesso Dio dello spazio, che vive nel cielo e ha il potere su tutto quanto, decide di avere un figlio, perciò mette in cinta una donna, ma lei rimane vergine. E il figlio può camminare sull’acqua e resuscitare i morti. Ma suo padre, il Dio del cielo, lo manda in missione suicida per salvare l’umanità. Il figlio muore, poco dopo resuscita e vola nello spazio per unirsi al padre (perché sono la stessa cosa).

I miti greci? L’ultimo episodio de “Il Signore degli Anelli”? Il nuovo film animato della Disney? No! Queste sono le fondamenta della religione Occidentale. Il debole e vacillante sistema di credenze su cui si basa la nostra intera civiltà.

In cosa credete, perchè ci credete e perchè avete bisogno di crederci? Possiamo riuscire ad essere buoni senza Dio? La religione è una vocazione o piuttosto una malattia mentale? Gesù, Mosé e Maometto erano dei profeti, dei visionari oppure degli squilibrati mentali che ai giorni nostri sarebbero finiti in manicomio? La religione è un disordine ossessivo-compulsivo?

religulous foto 16

Il comico, acido cronista, narratore, scettico, ricercatore Bill Maher ed io siamo partiti alla ricerca delle risposte a tutte queste domande, in questo scandaloso, insolente, irriverente, oltraggioso e sconcertante film di nonfiction sulla più grande fiction mai raccontata.

Dal Muro del Pianto al Vaticano, dai sedicenti messia ai sedicenti Paria, smaschereremo non solo l’ipocrisia e la corruzione all’interno della religione organizzata, ma anche la sconvolgente e divertente logica che la mantiene assieme.

Parleremo con uomini del clero, estremisti, studiosi, politici, ex-truffatori, con il comune uomo della strada e anche con l’uomo che sta lì sù (ebbene sì, intervisteremo anche Dio.)

Il divertimento sarà spaventoso, lo spavento sarà estremamente divertente. La pazzia sembrerà sensata e ciò che è sensato apparirà assolutamente e innegabilmente folle. Ogni linea di confine apparirà sfocata. Ci spingeremo a fondo, al di sopra, dietro e davanti alla religione”.

– Larry Charles

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →