Ex Machina: clip e making of in italiano del thriller sci-fi con Oscar Isaac

Ex Machina: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul thriller fantascientifico nei cinema italiani dal 30 luglio 2015.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Debutta domani 30 luglio nei cinema italiani Ex Machina, il thriller fantascientifico di Alex Garland incentrato su un triangolo amoroso tra due uomini (Oscar Isaac e Domhnall Gleeson) e una bellissima donna robot. Il film oltre all'Intelligenza artificiale esplora i grandi temi della consapevolezza, delle emozioni, della sensualità, della verità e della menzogna.

Oggi vi proponiamo alcune clip in italiano con scene tratte dal film e un "making of" sottotitolato che ci racconta la creazione di Ava.

 

NOTE DI PRODUZIONE

Alex Garland ha concepito Ex Machina con l’intento di dirigerne il film. Aveva lavorato con la DNA Films per molti anni come sceneggiatore, e i produttori Andrew Macdonald e Allon Reich sapevano che aveva il talento e le capacità per fare il passo
successivo. Macdonald ricorda: “Gli abbiamo detto, ‘Parti e scrivi una sceneggiatura che chiunque altro ucciderebbe per dirigere, e potrai dirigerla tu.’ E’ tornato con Ex Machina.”

“Avendo lavorato insieme per così tanti anni, eravamo assolutamente sicuri che lui fosse pronto” continua Reich. “Ha affrontato la cosa con grande calma e senso collaborativo e credo che tutti i capi reparto si siano sentiti supportati e incoraggiati. Ha una visione chiara di quello che vuole fare ma gli piace anche che le persone di talento che lo circondano gli forniscano stimoli e idee. E’ merce rara quando si fa un film che ci sia concentrazione e che tutti siano entusiasti di quello che sembra essere un prodotto davvero originale.”

Clip - Che mi succederà?:

Per l’attore Domhnall Gleeson - che nel film interpreta Caleb - l’ambiente collaborativo che Garland crea spinge l’intera squadra a fare del proprio meglio.”Lui ha molto rispetto per tutti i diversi reparti che lavorano al film, è interessato a loro e da loro trae ispirazione,” dice Gleeson. “E’ convinto che le persone tirino fuori il meglio se viene loro data la possibilità di farlo, e questo è quello che è successo qui. Tutti hanno dato il loro massimo.”

Alicia Vikander, che interpreta Ava, aggiunge: “Non ho mai conosciuto un regista così calmo e che ha tempo per tutti come Alex. Ci ha invitati tutti fuori per due settimanedi prove per parlare e confrontarci su tutto; voleva anche assicurarsi che ci sentissimo al sicuro e sulla stessa lunghezza d’onda.”

Clip - Ava:

Cosa succede se inventiamo una macchina capace di pensare come noi, ma che non si ammala mai ed è capace di rimanere sempre al top? “A me sembra che piuttosto velocemente comincerebbe ad esserci un qualche tipo di sostituzione,” dice Garland. “A un certo punto noi diventiamo superflui, e la domanda è se questa è una cosa buona o no.”

La fantascienza ha già esplorato queste idee nel passato, mettendo in risalto il fatto che, in una competizione contro la macchina, l’umanità verrebbe distrutta dalla logica malevolenza della macchina. Garland insiste sull’approccio diverso di Ex Machina. “Mi trovo stranamente solidale con le macchine,” spiega. “Credo che per il futuro abbiano più chance di noi.”

Clip - L'hai programmata per flirtare con me?

Per Oscar Isaac, che interpreta Nathan, il film è un’allegoria dell’esistenza umana. “Scava nella profondità di cosa significa essere umani e pensare e avere una coscienza. Come fai a dire cosa pensa veramente la persona che hai davanti, o se pensa nello stesso modo in cui pensi tu?”

Lo schema è piuttosto semplice. Gleeson interpreta un brillante programmatore informatico che viene invitato nel rifugio di montagna del suo capo, apparentemente solo per conoscere Nathan (interpretato da Isaac), un genio miliardario diventato negli ultimi tempi un recluso. Quando Caleb arriva, scopre di essere stato chiamato per interagire con una nuova forma di intelligenza artificiale, ospitata nel corpo di una ragazza robot, Ava.

Clip - Il test di Turing:

“Caleb è lì per fare un test di Turing,” spiega Gleeson. “E’ un test in cui un essere umano interagisce con un computer, e se l’essere umano non capisce che sta interagendo con un computer – e lo scambia per un altro essere umano – allora il test viene superato. “Caleb non ha idea di cosa lo aspetta in quella casa quando da una delle stanze esce una sorta di figura umanoide con il volto da ragazza, ma fatta della più sorprendente meccanica lui abbia mai visto.”

Il test di Turing è apparentemente semplice, e di solito viene eseguito in modo che la persona al quale lo si sottopone non sa se sia o no un computer a risponderle. Vengono organizzate annualmente molte gare per cercare di superare il test di Turing, ma nonostante dei titoloni annuncino di tanto in tanto che qualcuno lo ha superato, a un esame più minuzioso, pochissimi reggono. “Il test di Turing è stato messo a punto decenni fa, alla nascita dei computer” spiega Garland, “quando Alan Turing capì che a un certo punto le macchine sulle quali stavano lavorando sarebbero potute diventare pensanti, e non solo calcolatrici. Capì che sarebbe stato difficile sapere se una cosa stesse veramente pensando o solo facendo finta di pensare.”

Clip - Stai male per Ava?:

E’ questa distinzione la causa della maggior parte dei fallimenti, e quello che provoca la controversia che spesso segue ai ‘superamenti’ del test. Storie recenti apparse sui giornali hanno insinuato che un bot (programma) per una chat chiamato Eugene Goostman aveva superato il test di Turing ingannando un significativo numero di giudici a una competizione tenutasi all’Università di Reading. I critici sono però stati veloci nel notare che il bot - programmato per essere una ragazzino di 13 anni di un Paese dell’est Europa con la più rudimentale comprensione della lingua inglese - aveva fatto affidamento sul fatto che i giudici si ingannassero pensando che la barriera linguistica e l’età del soggetto fossero le cause degli equivoci o delle incomprensioni della macchina. Ma in Ex Machina, Ava è diversa. La fiducia di Nathan nelle capacità del suo robot è talmente grande che lui porta Caleb a incontrare Ava senza cercare di nascondere il fatto che lei è un robot. Se Caleb può venire ingannato da quella che è ovviamente una macchina – con parti del corpo metalliche, servomeccanismi e motori –allora Ava rappresenta il punto più alto dell’intelligenza artificiale? Può veramente essere in grado di pensare, e non solo di calcolare?

Clip - Natahn balla con Kyoko:

“Il punto è se lei abbia o meno una coscienza,” dice Gleeson. “E io credo che tutti ci rendiamo conto abbastanza presto che ce l’ha.” Le implicazioni che questo porta con sé, la folle genialità dell’uomo che l’ha costruita e l’ambiente isolato in cui il test si svolge contribuiscono a trasformare Ex Machina in un thriller senza eguali. “Ci sono temi ricorrenti e idee che le persone che hanno letto l’opera di Alex Garland da The Beach (L’ultima spiaggia) in poi riconosceranno immediatamente,” dice Reich. “Ma in Ex Machina c’è un vero lato thriller. Un numero davvero molto elevato di membri della troupe è venuto da me per descrivermi la sua esperienza legata alla lettura della sceneggiatura e quasi tutti mi hanno detto di aver chiuso la porta per non essere disturbati perché si erano totalmente immersi nel mondo creato e non vedevano l’ora di sapere cosa il destino avesse in serbo per questi personaggi.”

 

Ex Machina: trailer italiano e poster del thriller sci-fi con Oscar Isaac


Aggiornamento di Pietro Ferraro

Arriverà nei cinema italiani il 30 luglio 2015 il thriller fantascientifico Ex Machina, debutto alla regia dello sceneggiatore Alex Garland (28 giorni dopo, Sunshine, Dredd) che vede protagonisti Oscar Isaac, Domhnall Gleeson e Alicia Vikander.

Il film racconta di Caleb Smith (Domhnall Gleeson), un programmatore che vince un concorso per trascorrere una settimana nella tenuta privata di montagna del brillante e solitario amministratore delegato Nathan Bateman (Oscar Isaac). Al suo arrivo Caleb viene a sapere che Nathan lo ha scelto per essere il componente umano in un test per valutare le capacità e in ultima analisi la coscienza dell'ultimo esperimento di Nathan nel campo dell'intelligenza artificiale. Questo esperimento è Ava (Alicia Vikander), un AI mozzafiato la cui intelligenza emotiva si dimostra più sofisticata, seducente e ingannevole di quanto i i due uomini avrebbero potuto immaginare.

Ex Machina è un thriller psicologico incentrato su un triangolo amoroso tra due uomini e una bellissima donna robot. Il film esplora i grandi temi della consapevolezza, delle emozioni, della sensualità, della verità e della menzogna.

Ex Machina trailer italiano e poster del thriller sci-fi con Oscar Isaac (1)


Ex Machina: lo sceneggiatore di 28 Giorni Dopo esordisce alla regia


Un altro sceneggiatore che diventa regista: parliamo oggi di Alex Garland, che debutterà dietro la macchina da presa con Ex Machina. Si tratta di un thriller indipendente di fantascienza, ovvero il genere in cui lo sceneggiatore già ha dimostrato di sapersela cavare.

Garland è stato infatti collaboratore di Danny Boyle, per il quale ha sceneggiato prima 28 giorni dopo (che non avrà un altro sequel), poi il discusso e affascinante Sunshine. Senza dimenticare che stiamo parlando anche dell'autore del romanzo The Beach, dal quale Boyle ha tratto il suo film con Leonardo DiCaprio.

Prodotto da Scott Rudin e Eli Bush, assieme alla DNA Films, per un budget totale di 15 milioni di dollari, Ex Machina parla di robot. Protagonista è un miliardario programmatore informatico che seleziona un giovane dipendente per trascorrere una settimana nella sua lontana dimora.
Il fine? Farlo partecipare a dei testi che riguardano la sua ultima invenzione: un robot intelligente di genere femminile. Questo è quello che per ora si sa della trama. Garland ha già scritto la sceneggiatura, e quindi ci aspettiamo che nei prossimi mesi sapremo chi saranno i protagonisti e altri dettagli sulla storia.

A prima vista, possiamo aspettarci un film di fantascienza venato di sentimenti. Non un film melenso, sia chiaro: dopotutto Garland è l'autore della sceneggiatura dell'equilibrato e straziante Non lasciarmi. Chi l'ha visto ed amato ne avrà apprezzato non solo la misurata regia di Romanek, ma anche la sceneggiatura che non cede mai la mano al melenso e al gratuito.

Tra l'altro Garland è anche uno dei produttori di Dredd, il remake che - pur avendo floppato al botteghino - ha sorpreso in positivo la critica americana. Insomma: parliamo di uno da cui possiamo attenderci cose buone. Le riprese di Ex Machina sono previste per l'estate, o al massimo in autunno.

Fonte: Hollywood Reporter

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: