• Film

Stasera in tv: “Immaturi” su Canale 5

Canale 5 stasera propone “Immaturi”, commedia del 2011 diretta da Paolo Genovese (La banda dei babbi natale) e interpretata da Raoul Bova, Ricky Memphis, Ambra Angiolini e Barbora Bobulova.

 

Cast e personaggi

Raoul Bova (Giorgio Romanini, neuropsichiatra infantile)
Barbora Bobulova (Luisa, manager di un’azienda alimentare)
Ambra Angiolini (Francesca, chef di un ristorante romano)
Luca Bizzarri (Piero Galeazzi, conduttore radiofonico)
Paolo Kessisoglu (Virgilio, donnaiolo e fedifrago)
Ricky Memphis (Lorenzo Coppetti, agente immobiliare e “bamboccione”)
Luisa Ranieri (Marta)
Anita Caprioli (Eleonora)
Giulia Michelini (Cinzia)
Alessandro Tiberi (Ivano)
Giovanna Ralli (Iole, mamma di Lorenzo)
Maurizio Mattioli (Luigi, papà di Lorenzo) Simona Caparrini (Katia)
Aurora Giovinazzo (Penelope)
Michele La Ginestra (Don Ottavio)
Nadir Caselli ([email protected])

 

La trama

 

Giorgio (Raoul Bova), Lorenzo (Ricky Memphis), Piero (Luca Bizzarri), Luisa (Barbora Bobulova), Virgilio (Paolo Kessisoglu), Francesca (Ambra Angiolini): cosa hanno in comune questi trentottenni? Semplice, 20 anni fa erano compagni di scuola. Ma sopratutto erano amici, erano un gruppo. Poi è successo qualcosa e il gruppo si è frantumato.

Ma tra poco torneranno ad esserlo, almeno per qualche giorno: il Ministero della Pubblica Istruzione ha annullato il loro esame di maturità e lo dovranno rifare. Pena l’annullamento di tutti i titoli successivamente conseguiti. E così li vedremo di nuovo insieme, come ai vecchi tempi, con qualche ruga di più e qualche capello di meno. Con la voglia di risentire il sapore della giovinezza e la consapevolezza, più o meno profonda, che quel periodo è passato.

 

Il nostro commento

Stasera in tv Immaturi su Canale 5 (2)

 

Paolo Genovese confeziona una commedia corale riuscita a metà che punta tutto sull’effetto nostalgia, ma manca della cattiveria del “Compagni di scuola” di Verdone.

Il film mette in mostra una certa debolezza in fase di caratterizzazione dei personaggi che sfocia a più riprese nel retorico, anche se il volenteroso cast ce la mette davvero tutta per dare credibilità e spessore ai personaggi.

Lode invece al mix di nostalgia canaglia, anni ’80 / ’90 e tematiche come il “nonnismo” casalingo dei nuovi bamboccioni e l’immaturità cronica di un’intera generazione cresciuta a cartoon giapponesi, calcio e film di Cicciolina.

 

Curiosità

Stasera in tv Immaturi su Canale 5 (1)

  • Le riprese del film si sono svolte a Roma per una durata totale di otto settimane.
  • Il film ha ricevuto quattro candidature ai Nastri d’argento: miglior commedia, miglior soggetto, migliore attore non protagonista (Ricky Memphis e Maurizio Mattioli) e migliore canzone originale (Immaturi di Alex Britti).
  • Il film nel 2012 ha fruito di un sequel dal titolo Immaturi – Il viaggio con lo stesso cast e ancora diretto da Paolo Genovese.
  • Il film ha incassato 11.351.664€ in sole 3 settimane di programmazione, per un incasso totale di 15.139.591€.

 

Note di regia

“Immaturi” è un film sulla difficoltà di crescere, si badi bene sulla difficoltà non sulla pigrizia. E’ un film che vuole raccontare tante immaturità diverse che alla fine hanno un unico denominatore comune: la fatica di togliersi i pantaloni corti ed infilarsi quelli lunghi. Emblematiche situazioni, emblematici dialoghi, emblematici pensieri di una generazione di giovani uomini e donne senza troppa voglia di crescere. Sulla soglia degli “anta”, sono nati tra mangianastri e polaroid, immediatamente prima della grande rivoluzione tecnologica di internet. Ripiegati nel vizio, nella comodità e nei timori. Impauriti di esser adulti e responsabili, abituati ad essere “allevati” e senza volontà di “allevare”, fragili nelle scelte, affossati nell’incoscienza che talvolta si dispiega nei silenzi, nelle bugie e nei “misfatti”. Dipendono da mamma e dalla sua lavatrice, si sfogano mediante vizi sciocchi o inutili vezzi. Eppure simpatici, questi quarantenni. Nel nostro caso, doppiamente “Immaturi”. Si ritrovano per caso, per l’ironia del destino a dover riaffrontare l’esame di maturità, annullato per mancanza di adeguati requisiti del Presidente di Commissione. E così la vecchia classe, a suo tempo affiatata, si ricongiunge per confrontarsi di nuovo con Platone, Socrate ed Epicuro. “Immaturi” vuole essere una commedia brillante e sentimentale che farà ritrovare un gruppo di 40enni e li farà giocare come hai vecchi tempi, con qualche ruga di più e qualche capello di meno. Con la voglia di risentire il sapore della giovinezza e la consapevolezza, più o meno profonda, che quel periodo è passato. Una commedia che riporta una generazione a confrontarsi con la vita, che dopo 20 anni è andata da tutte le parti, fra sogni e disillusioni. [Paolo Genovese]

 

La colonna sonora

  • Le musiche del film sono di Andrea Guerra (figlio del poeta e scrittore Tonino Guerra) che musicherà anche il sequel Immaturi – Il viaggio.
  • Tra i lavori di Guerra ricordiamo musiche per Le fate ignoranti e La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek e la colonna sonora de La ricerca della felicità, prima trasferta americana di Gabriele Muccino.
  • La colonna sonora include il singolo “Immaturi” scritto e interpretato dal cantante romano Alex Britti.
  • L’attore Paolo Kessisoglu ha contribuito alla colonna sonora con una cover di “Born to Be Alive”, hit del 1978 di Patrick Hernandez.

 

TRACK LISTINGS:

1. Immaturi – Alex Britti
2. Rome Wasn’t Built in a Day – Morcheeba
3. Lovely day – Donavon Frankenreiter
4. Bubbly – Colbie Caillat
5. Last Night Dj Saved My life – Loredana Maiuri/Ducci
6. Break the Wall – Sandy vs. Dany
7. Born to be Alive – Paolo Kessisoglu
8. Amici – Andrea Guerra
9. La famiglia Castelli – Andrea Guerra
10. Tema di Penelope – Andrea Guerra
11. La casa di Sabuaudia – Andrea Guerra
12. Sotto la pioggia – Andrea Guerra
13. Ritorni – Andrea Guerra
14. Gli esami di maturità – Andrera Guerra
15. Hold Strong – Bruno Antonio Pierotti