Allacciate le cinture: nel film di Ozpetek Kasia Smutniak, Filippo Scicchitano e Francesco Arca

I tre attori si aggiungono a Carolina Crescentini e Paola Minaccioni che hanno già collaborato con il regista turco.

di

Da metà maggio Ferzan Ozpetek tornerà sul luogo del delitto, la Puglia (più precisamente Lecce e Salento), per girare il suo nuovo film, Allacciate le cinture, tentando di bissare il successo di una delle sue pellicole più celebri, Mine Vaganti.

I dettagli sulla storia sono ancora molto pochi: il film, scritto dalla premiata ditta Ozpetek – Gianni Romili (già collaboratori in successi come Le fate ignoranti, La finestra di fronte e Saturno Contro) dovrebbe raccontare la storia di una coppia eterosessuale, mostrandone forza e fragilità. Ulteriori indizi li ha dati Ozpetek nei mesi scorsi (come ricordato stamane da Il mattino):

C’è la commedia, ma anche il dramma, come capita nella vita. Quando si allacciano le cinture di sicurezza? Quando c’è una turbolenza… si parla di questo.

Sarà il mio primo film sull’amore tra uomo e donna: mi piace molto esplorare i meccanismi del matrimonio.

Toccherà un argomento molto grave e importante, che riguarda tutti noi. Cercherò di raccontarlo attraverso i sentimenti dell’uomo.

A Pasqua Ozpetek è stato a Lecce per i sopralluoghi e per occuparsi di alcuni casting. La scelta del cast, come ha ricordato lo stesso regista qualche giorno fa via Twitter, non è ancora terminata:

Ad oggi è confermata la presenza di Paola Minaccioni e Carolina Crescentini, che già hanno lavorato con il regista in passato, e quella di Kasia Smutniak, Filippo Scicchitano e Francesco Arca.

Le riprese del film, prodotto da R&C produzioni e Rai Cinema, in collaborazione con Apulia Film Commission, dureranno nove settimane, saranno divise in due blocchi e si realizzeranno dal 13 maggio a metà agosto. L’uscita in sala è prevista per l’autunno del 2013, con distribuzione 01.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →