Oblivion fa suo il box office Usa: 38 milioni di dollari in 72 ore

Debutto in testa alla chart ma senza fare sfracelli per il kolossal sci-fi Oblivion, riuscito a fare ‘peggio’ di Tron Legacy, primo kolossal di genere del regista Joseph Kosinski…

Primato doveva essere e primato è stato. Ma con quali risultati? Oblivion di Joseph Kosinski ha conquistato la vetta del box office Usa, ma senza strafare. Costato 120 milioni di dollari, il kolossal sci-fi Universal ne ha incassati poco più di 38 in 72 ore. Senza 3D, nuova concorrenza e con 3,783 copie a disposizione. Tron Legacy, precedente titolo di Kosinski, debuttò con 44 milioni in cassa, ma con sovrapprezzo legato alla terza dimensione. Rimanendo in ‘casa Cruise’ siamo vicini ai 35,677,125 raccolti da Minority Report, ma anche decisamente distanti dai 64,878,725 dollar de La Guerra dei Mondi. Prometheus di Ridley Scott, invece, esordì con 51 milioni di dollari in cassa. Per la Universal diventano ‘fondamentali’ i mercati esteri, già ricchi con la pellicola lo scorso fine settimana. Ad oggi il totale worldwide ha toccato quota 150 milioni.

Chi continua a stupire, perdendo solo il 34% degli incassi dopo il boom di 7 giorni fa, è 42 della Warner, secondo classificato ed arrivato ai 54,057,101 dollari d’incasso, così come rimane ancorato al podio I Croods. -28% sugli incassi per il cartoon Dreamworks e un totale aggiornato arrivato ai 154,897,742 dollari (427 in tutto il mondo), a cui fanno seguito i 23 di Scary Movie 5, a dir poco deludente rispetto ai precedenti capitoli della ricca e celebre saga.

Chi non può brindare eccessivamente in patria è G.I. Joe 2, arrivato ai 111 milioni di dollari ma ‘salvato’ dai mercati esteri (boom in Cina con 33 milioni all’esordio, totale worldwide 323 milioni e in Giappone uscirà solo a giugno), mentre il +1028 copie di Come un Tuono non ha portato ai risultati sperati. Poco meno di 5 milioni per il film, con una media per sala di 3.078 dollari e un totale che segna 11,470,988 dollari. Ne è costati 15. A festeggiare sono sicuramente i produttori di Olympus Has Fallen, arrivato agli 88 milioni (ma ne è costati 70) così come quelli di Evil Dead, pronto ad abbandonare la Top10 con 48,444,950 dollari in cassa. Ne è costati 17.

A chiudere la chart una ‘vecchia’ conoscenza come Jurassic Park 3D, con 38,471,090 dollari raccolti, e Il Grande e Potente Oz, più che soddisfatto dei suoi 223,770,108 dollari portati a casa (478 worldwide). Esordio deludente, infine, per The Lords of Salem, lanciato in 355 copie ma fermatosi a quota 622,000 dollari (è costato un milione e mezzo), con una media per sala di 1,757 dollari.

Fine settimana ‘di coppia’ il prossimo, grazie alle uscite della commedia romantica The Big Wedding e soprattutto del ritorno firmato Michael Bay con Pain and Gain. Da ‘stracciare’, ovviamente, ci saranno soprattutto i clamorosi 12,409,070 dollari incassati nel 2005 dal flop dei flop The Island. Riuscirà Bay nell’impresa tutt’altro che impossibile?

I Video di Cineblog