Cinema, le lamentele dei lettori: maggio 2013

I film si gustano appieno al cinema. A volte, però, piccoli e grandi disagi rovinano il film. Riceviamo e pubblichiamo...

Riapre lo sportello di Cineblog. Il blog farà da cassa di risonanza alle lamentele che i lettori invieranno a suggerimenti@cineblog.it. Chiunque volesse aggiungere qualcosa o replicare è benvenuto, perché la collaborazione tra pubblico ed esercenti non può che far bene al cinema.

Roberto da Piacenza ci scrive di una situazione spiacevole che gli è capitato all'UCI Cinema di Piacenza:

Salve mi chiamo Roberto e vivo a piacenza,

vorrei esporre la mia lamentela.

Ieri 2 maggio 2013 sono andato a vedere lo spettacolo delle 21:30 il film era Iron Man.

Io e la mia fidanzata fatti i biglietti ci rechiamo al piano di sopra per dirigerci alla sala, ammetto che non abbiamo controllato il biglietto ma guardato solo il numero della sala e i posti, entriamo e ci accomodiamo .

Non vi so descrivere il puzzo allucinante che c’era in quella sala (per di più sporca non poco) appena seduti, ci accorgiamo che qualcosa non quadrava…il film era già cominciato …e non era quello che avevamo chiesto!

Torno di corsa in biglietteria, faccio notare l’errore e mi è scritto sul biglietto (errato) a penna i posti nuovi per il film richiesto.

Preciso il numero dei posti NON la fila, per cui do per scontato che sia la stessa della sala precedente. Ci avviamo e notiamo che i posti assegnati eroano occupati e regolari.

Torno in biglietteria (sempre correndo) e il commesso si scusa e mi scrive anche la fila giusta.

Bene alla fine ci accomodiamo in posti VIP ( dati per scusarsi dell’errore senza pagare il sovraprezzo)…sono le 21:30 ora dichiarata di !inizio” film…alle 21:53 stiamo ancora guardando la pubblicità di locali della zona e film.

Inizio del film alle 21:54 ( ho tenuto d’occhio l’orologio)

Guardiamo il primo tempo serenamente (io del tutto zuppo di sudore per via delle corse in biglietteria e del fatto che le poltrone sono in finta pelle ( praticamente gomma) ma tralasciamo.

Alla fine del primo tempo si accendono le luci per la pausa, entrano due commessi del cinema con il carrello delle bibite snack…salutano un gruppo di ragazzi e chiacchierano spiritosamente…poi il gruppo si dirige all’uscita di emergenza, aprono e si accendono le sigarette per fumare tra la sala e l’uscio della porta, sono in 7/8 persone a fumare.

Vedendoli mi dirigo dal commesso e gli faccio presente quello che sta succedendo spiegandgli che 1° ostruiscono l’uscita di emergenza 2° che stanno fumando.

Lui mi dice se per caso fossi infastidito dal fumo delle sigarette …

I gli dico anche fosse stanno cmq fumando all’interno del cinema!

Lui mi risponde “ a me non hanno detto nulla “.

Incredulo gli dico che per legge è vietato fumare qui o in qualunque altro luogo pubblico .

Lui mi risponde nuovamente che non sapeva nulla e che non era stato avvertito del divieto.

Cmq dopo la mia sfuriata va dal gruppetto e li fa smettere (tra l’altro tutti buttano le sigarette accese appena fuori dall’uscita di emergenza .)

Il gruppetto torna a sedersi facendo battute del tipo “ che cosa è successo?”

Questo e quanto accaduto ieri.

Dario ha avuto problemi sempre durante la proiezione di Iron Man 3, ma all'UCI Cinema di Assago:

Caro cineblog, vorrei pubblicaste quanto segue:

Premetto che sono un appassionato cinefilo e frequento spesso le sale di proiezione.
Ieri sera mi sono recato in compagnia all'Uci Cinema di Assago (Milanofiori) per la visione di ironman3 in 3D. Purtroppo la proiezione non è stata degna nemmeno del peggior cinema estivo all'aperto di un paesino della costa! Almeno in quei "cinemini" il proiezionista si accorgeva, o al massimo urlando lo si avvisava, che la pellicola era "fuori fuoco"e nella peggiore delle ipotesi si perdevano solo i titoli di testa.
Invece, nella modernissima sala alle porte di Milano, metà del primo tempo era in 2D invece che in 3D e inoltre la proiezione si è interrotta per due volte; ed è anche impossibile avvisare qualcuno se non tornano alle casse, che si trovano su un altro piano!
Se poi si considera il prezzo del biglietto, con l'aggiunta del costo degli occhialini, risulta evidente che si tratti di un pessimo servizio.
Mi viene da ridere quando sento che ci si lamenta perché la gente non va più al cinema. Tra gli oltre 10 euro a persona e l'inaffidabilità sempre più frequente delle proiezioni, non c'è tanto da stupirsi che si disertino le sale cinematografiche.
Grazie e cordiali saluti.

Foto | I due soliti idioti (scena)

  • shares
  • Mail