5 registi da seguire assolutamente su Twitter

Twitter, con tutto il suo circo di pseudo marketer e vere star, ha reso la vita dei creatori di aspettative e di suggestioni pubblicitarie un po’ più vivace e, per certi versi, anche più facile. Questo naturalmente vale anche per il cinema: sono molti i distributori che si affidano al tam tam dei social network


Twitter, con tutto il suo circo di pseudo marketer e vere star, ha reso la vita dei creatori di aspettative e di suggestioni pubblicitarie un po’ più vivace e, per certi versi, anche più facile. Questo naturalmente vale anche per il cinema: sono molti i distributori che si affidano al tam tam dei social network (o, sarebbe meglio dire, il tweet tweet), quando vogliono promuovere il proprio prodotto in maniera innovativa, o presso pubblici inusuali.

Ma il cinema su Twitter non vive solo di questo. Non mancano infatti le vere voci di autentici insider, magari registi o manager poco conosciuti, ma in grado di consegnarci, micropost dopo micropost, punti di vista altrimenti sommersi o troppo poco strutturati su un mestiere che, come molti altri, sta cambiando.

In primissimo piano metterei Darren Lynn Bousman (link Twitter), regista del secondo, terzo e quarto episodio di Saw. Da seguire perché non disdegna la promozione dei suoi lavori con distribuzione di biglietti gratis per screening vari, e perché soprattutto è un continuo dietro le quinte del suo lavoro.

Fra i nomi più illustri, ma non per questo meno disponibili al loro pubblico di followers, brilla senz’altro David Lynch in persona (link Twitter). Per giustificare la nostra calda raccomandazione a seguirlo basterebbe il fatto che a tweettare sia, né più né meno, David Lynch. Ma alcune chicche di criticismo nei confronti della casta di cui fa parte, a tratti con una coscienza meno sporca del solito, sono ragioni supplementari.

A seguire, non si può non includere in questo contesto l’operato socialmediale di Jon Favreau (link Twitter). Il regista/attore dietro Iron Man e l’atteso Iron Man 2 è una miniera di battute e gossip “sostenibile” su quello che succede sui suoi set. Inclusi sfottò a Gwyneth Paltrow.

Richard Kelly (link Twitter), regista del fenomeno Donnie Darko, ha invece una propensione al tweet più intimistica, a tratti da flusso di coscienza relativamente comprensibile, ma comunque affascinante.

Jason Reitman (Juno) presente ancora uno stile di tweet differente: anche se la sua maggiore preoccupazione professionale al momento è completare “Up in the Air”, Reitman ama essere riflessivo e snocciolare dal suo account (link Twitter) pillole di saggezza e di esperienza di vita, che a volte suonano delicate e altre un po’ comiche, vista tutto sommato la sua giovane età.

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →