Venezia 66: in cartellone anche i nuovi film di Hana Makhmalbaf, Joe Dante, Peter Greenaway e Angela Ismailos

Il cartellone di Venezia 66 si amplia ancora. Sono stati annunciati oggi infatti due dei tre film sorpresa (esattamente quelli del Fuori concorso e di Orizzonti), più due altri film eventi di Orizzonti, ovvero i nuovi lavori di Peter Greenaway e Angela Ismailos. Fuori concorso si vedrà il nuovo lavoro di Hana Makhmalbaf, mentre il

Venezia 66: in cartellone anche i nuovo film di Hana Makhmalbaf, Joe Dante, Peter Greenaway e Angela Ismailos

Il cartellone di Venezia 66 si amplia ancora. Sono stati annunciati oggi infatti due dei tre film sorpresa (esattamente quelli del Fuori concorso e di Orizzonti), più due altri film eventi di Orizzonti, ovvero i nuovi lavori di Peter Greenaway e Angela Ismailos. Fuori concorso si vedrà il nuovo lavoro di Hana Makhmalbaf, mentre il film sorpresa di Orizzonti è un “vecchio omaggio” del Giurato Joe Dante in un’inedita versione estesa. Diamo spazio al comunicato ufficiale.

“Possono già essere svelati i titoli di due Film Sorpresa della 66. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (2-12 settembre 2009), che erano stati indicati per le sezioni Fuori concorso e Orizzonti. Per il Fuori concorso, si tratta di Green Days, il nuovissimo film in prima mondiale di Hana Makhmalbaf – la più giovane componente (21 anni) della celebre famiglia iraniana di registi – che nel 2003 debuttò giovanissima (15 anni) alla Mostra di Venezia col suo primo film Lezate Divanegi (Joy of Madness).

Green Days alterna parti documentarie (documenti “a caldo” sullo sviluppo del movimento di piazza), a parti di fiction sulla condizione femminile in Iran. Una pellicola “sociologica” in cui “la cinepresa lavora come uno specchio per mostrarvi la società iraniana mentre passa attraverso una rivoluzione, con tutte le sue speranze e dubbi” (Hana Makhmalbaf).

Per la sezione Orizzonti, il Film Sorpresa in prima internazionale è The Movie Orgy – Ultimate Version di Joe Dante, la nuova versione di 280’ del film di montaggio “cult” – appassionato omaggio ai B-movies degli anni ’50 e ’60 – realizzato nel 1968 dal regista quand’era studente di cinema, con spezzoni di film, trailer, clip tv (7 ore la durata originale).

Il programma della 66. Mostra si arricchisce di altri due nuovi titoli, anch’essi in prima mondiale: The Marriage di Peter Greenaway (Orizzonti Eventi), dedicato al dipinto di Veronese “Le Nozze di Cana”, già affrontato recentemente dal regista con la performance “Le nozze di Cana. Una visione di Peter Greenaway”; e Great Directors (Orizzonti Eventi), l’opera prima della regista di origini greche (che vive e lavora a New York) Angela Ismailos, dedicata a protagonisti del cinema moderno e contemporaneo quali Bernardo Bertolucci, Catherine Breillat, Liliana Cavani, Stephen Frears, Todd Haynes, Richard Linklater, Ken Loach, David Lynch, John Sayles e Agnès Varda. Accompagneranno il film a Venezia Todd Haynes, Richard Linklater e John Sayles.

Fonte: Comunicato La Biennale

Ultime notizie su Venezia

Tutto su Venezia →