Weekend magro al box office Usa, con Final Destination 4 sempre in testa

Primo weekend di settembre come sempre poco remunerativo per il box office americano, dopo i bagordi estivi. Ad approfittarne The Final Destination, a sorpresa ancora in testa e davanti a tutti. Anche con il -54.6% sugli incassi, il film è riuscito comunque a mantenere il primato, arivando ad un totale di 47 milioni di dollari.

Weekend magro al box office Usa, con Final Destination 4 sempre in testa

Primo weekend di settembre come sempre poco remunerativo per il box office americano, dopo i bagordi estivi. Ad approfittarne The Final Destination, a sorpresa ancora in testa e davanti a tutti. Anche con il -54.6% sugli incassi, il film è riuscito comunque a mantenere il primato, arivando ad un totale di 47 milioni di dollari. Ne è costati 40, probabilmente chiuderà a quota 65, senza contare gli incassi esteri. Al 2° posto, ad un niente dal numero uno, si piazza la new entry All About Steve, con Sandra Bullock protagonista. Rimasta in soffitta per mesi, la pellicola ha cavalcato il momento propizio della Bullock e di Bradley Cooper, incassando poco più di 11 milioni di dollari. Chi invece continua ad incassare è lo straordinario Bastardi senza Gloria di Quentin Tarantino. 91 sono i milioni di dollari al momento raccolti dalla pellicola, che ‘rischia’ di diventare il film di Tarantino più visto di sempre negli Usa (davanti a lui c’è solo Pulp Fiction, a quota 107, lo supererà?). E’ costato 70 milioni di dollari, in tutto il mondo al momento ha superato quota 160.

La vera delusione del fine settimana arriva però dal 4° posto, ovvero da Gamer. Dato da tutti gli esperti come sicuro vincente della sfida del weekend, Gamer si è dovuto accontentare di appena 9 milioni di dollari d’incasso, con le previsioni iniziali che gli attribuivano addirittura oltre 20 milioni di dollari. 5° piazza per District 9, che ha superato la soglia psicologica dei 100 milioni di dollari, confermandosi un clamoroso successo, seguito da Halloween 2, che è letteralmente crollato. Già deludente al suo esordio la settimana scorsa, H2 è scivolato addirittura in 6° posizione, perdendo il 65.7% degli incassi. 25 al momento sono i milioni di dollari raccolti, per un film che ne era costati talmente pochi (15) da poter brindare comunque.

Chi tiene splendidamente è invece Julie & Julia, arrivato ai 79 milioni di dollari, dopo essere costati la metà, con G.I. Joe a ruota a quota 140 milioni, seguito da Un amore improvviso, arrivato ai 54 milioni di dollari, e la new entry Extract, deludentissimo con meno di 5 milioni di dollari portati a casa. Ma attenzione al prossimo weekend, visto che arriveranno Whiteout, Sorority Row e soprattutto lui, l’amatissimo (negli States) Tyler Perry con I Can Do Bad All By Myself!

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →