I soliti idioti 3 bocciato, Pio e Amedeo promossi

Il terzo capitolo degli “idioti” Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio al momento non si farà. Si all’esordio delle iene Pio e Amedeo.

Questa notizia deluderà profondamente i fan dei due “idioti” Francesco Mandelli e Fabrizio Riggio che con i loro personaggi molto sopra le righe, i cui più rappresentativi sono forse Ruggero e Gianluca De Ceglie (il padre coatto del “dai [email protected]” e relativa prole, per intenderci). Ennesimo, fortunatissimo tentativo, di trasportare una serie comica tv al cinema, il film ha avuto un sequel, I 2 soliti idioti, ma che, nonostante nel primo week end di programmazione avesse incassato più de Lo hobbit, pare non avrà un ulteriore seguito. Lo ha comunicato Pietro Valsecchi, produttore della Taodue Film, che il 5 giugno terrà un’importante conferenza stampa dove comunicherà le prossime uscite, a partire da quelle di Natale. Tra gli attori presenti, sia del grande che del piccolo schermo, Raoul Bova, Marco Bocci, Simona Cavallari, Pierfrancesco Favino, Claudio Gioe’. Giulia Michelini, Claudia Pandolfi, Pio e Amedeo. E proprio questi ultimi due sono la nuova scommessa cinematografica della casa di produzione: diventati famosi nel programma tv Le Iene, con i loro cori ultras di supporto ai “vip”.

Comprendiamo il prevedibile cordoglio dei fan dei soliti idioti ma probabilmente i primi due capitoli sono stati sufficienti a esplorare sufficientemente le vaste potenzialità comiche dei due protagonisti e dei tipi umani portati in scena, spesso divertenti il primo minuto poi insopportabilmente caricaturali e ripetitivi. Ora è il turno di Pio e Amedeo di cui vi mostriamo un incisivo intervento su Cristina Del Basso a una scorsa edizione del Festival di Sanremo. Forse è proprio il caso di dirlo: dalla padella alla brace.

A tenere compagnia ai due “ultras dei vip” nella prossima stagione ci saranno anche i nuovi film di Federico Moccia (uscita 3 ottobre), Paolo Ruffini (uscita 3 ottobre), Fausto Brizzi (uscita a Natale), Paolo Genovese (uscita 1 gennaio) e Carlo Vanzina (uscita 6 febbario). Maggiori informazioni verranno rese note nella già citata conferenza stampa del 5 giugno, sulla quale non mancheremo di aggiornarvi.