• Film

Festival Cinemambiente – Il video della serata di premiazione

Si è concluso a Torino il Festival Cinemambiente, la più importante rassegna in Italia dedicata a film e documentari incentrati sul tema dell’ecologia giunto alla dodicesima edizione. Sotto la direzione di Gaetano Capizzi e grazie all’organizzazione del Museo Nazionale del Cinema, per cinque giorni Torino ha raccontato attraverso documentari e cortometraggi, video, workshop e conferenze

Si è concluso a Torino il Festival Cinemambiente, la più importante rassegna in Italia dedicata a film e documentari incentrati sul tema dell’ecologia giunto alla dodicesima edizione. Sotto la direzione di Gaetano Capizzi e grazie all’organizzazione del Museo Nazionale del Cinema, per cinque giorni Torino ha raccontato attraverso documentari e cortometraggi, video, workshop e conferenze lo stato di salute dell’uomo e del pianeta.

I film in concorso erano divisi in tre sezioni: Concorso Internazionale Documentari, Concorso Documentari Italiani e il nuovo Concorso Internazionale Cortometraggi. Nel video alcuni momenti della serata conclusiva con la premiazione dei film vincitori, potete leggerne titoli e motivazioni dopo il continua.

La Giuria del Concorso internazionale documentari, composta da Ulya Ucansu (presidente), Martin Atkin, Agostino Ferrente, Milena Gabanelli, Carlo Vulpio assegna il premio di 5000 euro offerto da Asja al miglior documentario internazionale a:

Lee Chung-Ryoul per il film Old Partner
Per la sua grande poetica e per la sua capacità di emozionare attraverso il racconto di una storia che è una metafora della vita umana. Old Partner è un film intriso di quella saggezza che spesso manca al genere umano e riesce a trasmettere in maniera semplice e diretta un forte messaggio ambientale, che anche un bambino sarebbe in grado di cogliere. Perché è un messaggio che mira alla salvaguardia da ogni forma di contaminazione, anche da quella interiore degli esseri umani.

La Giuria del Concorso internazionale cortometraggi, composta da studenti dei corsi di Video e di Digital e Virtual Design: Matteo Casalegno, Stefano D’Anna, Fabio Deri, Riccardo Fasano, Cecilia Gallo, Damiano Monaco, Alejandro Pinero Amerio, Federico Remolif, Stefano Rosini, Serafina Toro, assegna il premio a:

Ingrid Patetta per il film Au centre de la terre
Attraverso l’appropriato accostamento di immagini e suoni la regista riesce a trasmettere l’importante tematica di difficile accesso all’acqua. Emerge inoltre nel film il rapporto uomo-religione che talvolta, nonostante le energie impiegate, non trova risposte .

La Giuria Concorso documentari italiani composta da Massimo Marino, Silvia Bombino, Luca Franco assegna il premio a:

Massimiliano Mazzotta per il film di Oil
Per aver portato alla luce con efficacia la vicenda della raffineria Saras fondata nel 1962 da Angelo Moratti, evidenziando gli effetti contradditori di un modello di sviluppo industriale che ha caratterizzato il nostro paese negli anni ’60 e che, oltre ad aver portato benefici sull’occupazione, ha sottovalutato o ignorato o nascosto l’impatto a lungo termine sul territorio e sulla popolazione di Sarroch, provincia di Cagliari.