• Film

Dal 30 ottobre al cinema: Amore 14, Capitalism: A Love Story, Diary of the Dead, Micheal Jackson’s This Is It, Il nastro bianco, Nel paese delle creature selvagge, Niko – Una renna per amico

Mancano ormai due mesi alla fine dell’anno. In attesa di iniziare a pensare alle classifiche del cuore di questa bella annata, godiamoci gli ultimi bei titoli che questo 2009 ci sta per regalare. Questo Weekend in sala non è infatti avaro di titoli interessanti e importanti, ed è un gran bell’antipasto rispetto a quello che



Mancano ormai due mesi alla fine dell’anno. In attesa di iniziare a pensare alle classifiche del cuore di questa bella annata, godiamoci gli ultimi bei titoli che questo 2009 ci sta per regalare. Questo Weekend in sala non è infatti avaro di titoli interessanti e importanti, ed è un gran bell’antipasto rispetto a quello che ci aspetta fino alla fine dell’anno (Mann, Almodovar, Loach, i Coen, e altro ancora). Iniziamo con Capitalism: A Love Story, nuova incursione di Michael Moore nella società americana; e l’obiettivo questa volta è forse più tosto dei precedenti. Si continua con l’atteso, acclamato e glaciale Michael Haneke de Il nastro bianco, Palma d’Oroa Cannes, e chi l’ha visto già lo descrive come freddo, inquietante e ipnotico. Proseguiamo con Nel paese delle creature selvagge, nuovo film di Spike Jonze, realizzato in tre anni tra mille difficoltà. Per il resto, gli spettatori romani potranno godersi Diary of the Dead in sala, penultima fatica di George Romero. E i fan scommettiamo si saranno già fiondati in sala da mercoledì per This Is It
Di seguito trovate le informazioni, le recensioni e i trailer italiani dei sette film in uscita questo venerdì.

Amore 14: Carolina, una ragazzina quattordicenne, affronta l’adolescenza e tutti i suoi problemi: l’amore, l’amicizia, il sesso, i rapporti con i genitori. Nel condividere le sue “avventure” ci sono le migliori amiche Clod e Alis, un fratello maggiore di nome Rusty James e l’amato Massi per cui palpita il suo cuore. Un nuovo film tratto da un libro di Federico Moccia, diretto dallo stesso scrittore. Con Riccardo Garrone, Pamela Villoresi, Pietro De Silva, Gianpiero Cognoli e Veronica Olivier. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.

Capitalism: A Love Story: pensato inizialmente come un “semplice” ritratto sull’America nel suo passaggio da Bush a Obama, e quindi sorta di seguito ideale di Fahrenheit 9/11, il nuovo documentario di Michael Moore si è poi trasformato più che altro in un seguito di Roger & Me, il primo lavoro di Moore, proprio in seguito alla crisi finanziaria americana. Un’irriverente ed appassionata analisi dell’America che detiene la ricchezza nazionale (1%) contro il resto del popolo (99%). In concorso a Venezia 66. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.

Diary of the Dead: un gruppo di studenti sta girando un horror indipendente in un bosco; attorno a loro però il mondo sta subendo un terrificante cambiamento, e i morti tornano a camminare sulla terra. Jason, uno degli studenti, non vuole staccarsi dalla sua videocamera e riprende continuamente tutto quello che succede… Esce finalmente in sala il penultimo lavoro di George A. Romero, il quinto dedicato ai suoi adorati zombie, girato in forma di mockumentary. Con Michelle Morgan, Joshua Close, Shawn Roberts e Amy Ciupak Lalonde. Seguito da Survival of the Dead. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano. Solo al Nuovo Cinema Aquila di Roma.

Micheal Jackson’s This Is It: documentario di quasi 2 ore sulle lunghe, produttive e faticose settimane di prova che videro Michael Jackson dare l’anima per il grande ed atteso ritorno sulle scene. Realizzato attingendo alle oltre cento ore di materiale girato nel backstage del concerto che era in preparazione all’Arena O2 di Londra, tra aprile e giugno 2009, il film porta in sala un Jackson assolutamente inedito. Dirige Kenny Ortega. Al cinema per sole 2 settimane. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano. (Da mercoledì in sala)

Il nastro bianco: siamo nel 1913, alla vigilia della Prima Guerra Mondiale, in un villaggio protestante della Germania del Nord. Il film narra la storia dei bambini e degli adolescenti di un coro diretto dal maestro del villaggio, e delle loro famiglie: il barone, l’intendente, il pastore, il medico, la levatrice, i contadini. Si verificano strani avvenimenti che prendono un poco alla volta l’aspetto di un rituale punitivo. Cosa si nasconde dietro tutto ciò? Il ritorno di Michael Haneke, già descritto come un lavoro a metà strada tra Bergman e Murnau. Con Susanne Lothar, Ulrich Tukur, Burghart Klaußner, Josef Bierbichler e Marisa Growaldt. Palma d’Oro a Cannes. Qui il trailer italiano.


Nel paese delle creature selvagge
: il film narra la storia di Max, un ragazzo che in segutio ad una lite con la madre fugge di casa per ritrovarsi in un mondo fantastico: una foresta circondata dall’oceano, alla quale il ragazzo metterà le vele per fuggire. Ispirato all’omonimo romanzo illustrato di Maurice Sendak, il ritorno (faticoso e durato circa tre anni) di Spike Jonze. Con Max Records, Catherine Keener e le voci di Forest Whitaker e James Gandolfini come protagonisti. Qui il trailer italiano.

Niko – Una renna per amico: Niko è un piccolo cucciolo di renna che non ha mai conosciuto suo padre, membro delle famose Forze Volanti che tirano la slitta di Babbo Natale. Niko è fiero del padre ma i suoi amici non gli credono e lo deridono quando lo vedono provare a volare. Niko infatti non riesce e immancabilmente cade rovinosamente per terra. Un giorno Niko e i suoi amici decidono di andare a cercare la stalla delle renne di Babbo Natale: dovranno combattere contro il Lupo Nero che vuole uccidere le aiutanti di Santa Claus. Film d’animazione europeo (Finlandia, Danimarca, Germania, Irlanda) diretto da Kari Juusonen e Michael Hegner. Qui la nostra recensione e qui il trailer italiano.