Romy Schneider spiata per anni dalla Stasi

Ricordate lo splendido film Le vite degli altri, dove il bravissimo Ulrich Mühe passava il suo tempo ad ascoltare e spiare per conto della Stasi, la polizia del Ministero per la Sicurezza di Stato nella ex Germania dell'Est?

La storia raccontata dal film è purtroppo molto vicina a quella che è stata la realtà. Il giornale tedesco Bild ha pubblicato la notizia che anche l'attrice Romy Schneider, meglio nota come la principessa Sissi, è stata spiata dalla Stasi.

Secondo quanto riportato da Bild, la Schneider era sospettata dall'intelligence tedesca di fornire sostegno economico ad un movimento d'opposizione, il comitato per la protezione della libertà e del socialismo che si batteva per la liberazione dei prigionieri politici. Nel dossier che riporta il suo nome, recentemente uscito dal segreto di stato, che fu aperto nel 1976 e chiuso il 7 giugno 1982, solo pochi giorni dopo la sua morte, si legge che la Schneider avrebbe anche reclutato alcuni sostenitori.

  • shares
  • Mail