World War Z: ci sarà un capitolo 2?

Brad Pitt non si sbilancia ma fa 'intuire' che un secondo capitolo di World War Z, a 24 ore dallo sbarco in sala, è possibile

Poche ore ancora e nei cinema d'America diverrà realtà World War Z, kolossal da 150 milioni di dollari nei mesi scorsi andato incontro a disastri produttivi di ogni tipo. Nuove riprese aggiuntive, costi lievitati di decine e decine di milioni di dollari, contrasti con il regista Marc Forster, riscritture di sceneggiatura in corso d'opera e release prima annunciata e subito dopo posticipata.

Fortemente voluto da Brad Pitt, il titolo Paramount ha oscillato per mesi sul baratro del flop annunciato. Se non fosse che 'stranamente', vista la qualità tutt'altro che eccelsa della pellicola, talmente involontariamente 'comica' da non risultare minimamente credibile, la stampa Usa l'abbia più o meno promossa (qui la nostra recensione).

Le stime d'incasso per questo primo weekend di programmazione parlano di 'almeno' 50 milioni di dollari in arrivo dal mercato a stelle e strisce, tanto da far riprendere forza all'eventualità sequel, tutt'altro che sorprendente visto il finale del film. Brad Pitt, in un'intervista con l'Hollywood Reporter, ha infatti lasciato intendere che un capitolo 2 di World War Z sarebbe ancora praticabile, persino dopo i disastrosi mesi passati, tra produzione e post-produzione.

"Vedremo, vedremo", ha risposto laconico Brad, qui non solo assoluto mattatore ma anche produttore. Romanzo horror fantascientifico post apocalittico del 2006 scritto da Max Brooks, figlio di Mel, World War Z potrebbe quindi ritrovarsi nella situazione di avere 'altro' da dire. Cosa, sinceramente parlando, non si sa. Ma questa è un'altra storia.

Fonte: ComingSoon.net

  • shares
  • Mail