Produttrice e regista di "Music by Prudence" si contendono il microfono agli Oscar 2010

La rivalità fra James Cameron e la sua ex moglie Kathryn Bigelow, sebbene attesissima per la notte degli Oscar 2010, non è stata nulla in confronto a quella fra il produttore-regista e la produttrice di "Music by Prudence", il film che ha vinto il premio dell'Academy per il miglior cortometraggio documentario.

Roger Ross Williams, all'annuncio della vittoria della pellicola da lui diretta e prodotta, sale sul palco del Kodak Theatre per ritirare il premio e per il suo discorso di ringraziamento. Ma non fa in tempo a finire quello che ha da dire che Elinor Burkett, produttrice insieme a lui di "Music by Prudence" - ma allontanata nel corso della realizzazione per motivi di divergenze artistiche - fa irruzione accanto a lui e, impadronitasi del microfono, ringrazia anche a nome suo. Il tutto, in maniera solo apparentemente pacifica.

Le "divergenze" di cui hanno successivamente parlato i due a Salon.com riguardano la scelta del regista di incentrare il lavoro sulla sola Prudence, leader dei Liyana, invece che sull'intero gruppo, com'era inizialmente stato deciso insieme con Elinor.

La faccenda si è risolta con una causa, poi decisa in maniera extragiudiziale. Ma i due, prima della premiazione dell'altra sera, ancora non si parlavano. Sebbene anche lei, nonostante il suo allontanamento, fosse stata inserita ufficialmente fra i nominati, Elinor accusa di non essere stata invitata ad alcun evento pre-Oscar. Insomma, tanto rumore per nulla, probabilmente. Ma la bella vittoria resta.

  • shares
  • Mail