All'India Today Conclave James Cameron sostiene che il successo di Avatar è nella storia, non nella tecnologia


L'ottava edizione dell'India Today Conclave, appena svoltasi a New Delhi, ha incluso anche il regista James Cameron fra i suoi 300 partecipanti. L'evento, ogni anno, è un "forum per impegnare le migliori menti del mondo in uno scambio di idee libero e sincero". Personalità del calibro dello scrittore Salman Rushdie, del CEO di Cisco e di un co-fondatore di Facebook hanno dato il loro contributo all'edizione 2010 dell'evento.

Una delle idee espresse nell'occasione dal regista di Avatar ha suscitato più reazioni delle altre sui media indiani e internazionali, e non mancherà di suscitare molte discussioni anche fra i lettori di Cineblog. E, nella fattispecie, soprattutto fra coloro che non avessero concordato al 100% con la recensione qui pubblicata dal nostro Dr. Apocalypse.


"Il 3D non è la ragione principale del successo di Avatar. Avatar funziona perché la sua storia funziona. [...] In un film la tecnologia non è la cosa più importante. Sono la storia e il cuore a dover essere al centro di un film".

Cameron ha continuato ad esporre le sue tesi sul cinema e sul futuro di esso insieme con una delle più grandi star bollywoodiane: Aamir Khan. Cameron ha sostenuto che la gente desidera "tornare al cinema, condividere emozioni". Khan, sibillino e forse un po' beffardo, ha suggerito che "Il pubblico è sempre imprevedibile".

  • shares
  • Mail