Box Office Story: con Dragon Trainer tornano i cartoon sbanca box office della Dreamworks

12 film in CGI in 12 anni. 12 anni di successi per la Dreamworks Animation, pronta ad un 2010 da urlo con tre film in arrivo: Dragon Trainer, Shrek 4 ed Oobermind. Tutto ha avuto inizio nel 1998 con Z la formica. Diretto da Eric Darnell e Tim Johnson, il film, costato ben 105 milioni

12 film in CGI in 12 anni. 12 anni di successi per la Dreamworks Animation, pronta ad un 2010 da urlo con tre film in arrivo: Dragon Trainer, Shrek 4 ed Oobermind. Tutto ha avuto inizio nel 1998 con Z la formica. Diretto da Eric Darnell e Tim Johnson, il film, costato ben 105 milioni di dollari, ne incassa in tutto il mondo 172, dando il via alle fortune della Dreamworks. La gallina dalle uova d’oro, infatti, è dietro l’angolo. E’ il 2001 quando in cinema d’animazione viene sconvolto e rivoluzionato da Shrek. Diretto da Andrew Adamson, presentato in concorso al 54° Festival di Cannes, e prima pellicola a vincere l’Oscar come miglior film d’animazione, categoria introdotta proprio quell’anno, Shrek, costato ‘solo’ 60 milioni di dollari, ne incassa ben 484 in tutto il mondo, tanto da dare vita ad un sequel, in arrivo nel 2004.

Shrek 2, incredibile ma vero, riesce a fare meglio del primo capitolo, vincendo uno Ioma come Miglior film d’animazione dell’anno ed incassando ben 919,838,758 dollari worldwide, divenntando così il cartoon più visto di tutti i tempi (inflazione esclusa). La formula perfetta è stata trovata, riuscendo a dar vita ad un’animazione ‘per adulti’, simpatica e con riferimenti ‘alti’, tanto da portare in sala quasi più grandi che piccini. Il 2004 è un anno importante per la Dreamworks Animation, visto che i cartoon prodotti cominciano ad essere più di uno all’anno. Pochi mesi dopo Shrek 2, infatti, esce al cinema Shark Tale, capace d’incassare 367 milioni di dollari dopo esserne costati 65. Con il 2005 un nuovo franchise prende vita, grazie ai 532 milioni di dollari incassati da Madagascar, a cui seguiranno i 336 raccolti da La gang del bosco.

Senza sbagliare un colpo, la Dreamworks procede spedita, ribadendo all’infinito un ‘certo’ tipo di storia, che funziona sempre più, tanto da battere spesso al botteghino anche i rivali della Pixar. Il 2007 è l’anno di Shrek 3, capace d’incassare altri 800 milioni di dollari in tutto il mondo, e del non esaltante Bee Movie, incapace di andare oltre i 288 milioni di dollari, dopo esserne costati 150. Ad un 2007 non eccezionale risponde però un 2008 decisamente più felice. Con Kung Fu Panda e Madagascar 2 arrivano rispettivamente 631 milioni di dollari, dopo esserne costati 130, e 603, dopo esserne costati 150, fino al 2009, anno del teoricamente rivoluzionario ma assai deludente Mostri contro Alieni. Primo cartoon interamente pensato per il 3D, Mostri contro Alieni non sbanca il botteghino come i predecessori, fermandosi ai 381 milioni di dollari, dopo esserne costati 170, ai quali ne vanno aggiunti almeno altri 100 per la campagna di lancio. Ora, con il costosissimo Dragon Trainer, oltre 160 milioni di dollari, la Dreamworks punta alla qualità, oltre che alla quantità, sognando di poter riabbracciare l’Oscar, lontano ormai un decennio, grazie a quello che è indubbiamente il suo titolo più riuscito, sotto tutti i punti di vista. Tutto questo alle porte di due anni che vedranno arrivare al cinema ben 6 titoli animati in CGI, sempre firmati Dreamworks. Prepariamoci quindi all’invasione…

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →